Connect with us

News dalle Valli

ADMO: 721 nuovi iscritti e 40 mila euro donati all’APSS

Pubblicato

-

L’anno che si è appena concluso è stato molto importante per ADMO Trentino: a 25 anni dalla sua fondazione i volontari si impegnano con sempre maggiore entusiasmo per donare speranza ai tanti malati di un tumore del sangue.

Sembra davvero quindi che i risultati quando ci si mette il Cuore arrivano: 721 nuovi potenziali donatori nel 2017, 721 speranze di vita. 

Questo risultato è ancora più importante se pensiamo alla compatibilità rarissima in caso di trapianto (1 su 100.000) e all’aumento esponenziale dei casi di linfomi e di leucemie: l’impegno di ADMO è essenziale e i Trentini hanno dimostrato ancora una volta di essere persone dal cuore grande.

PubblicitàPubblicità

L’attività di sensibilizzazione svolta da ADMO (associazione donatori midollo osseo) ha portato il messaggio del Dono in tutto il Trentino, attraverso serate, eventi e manifestazioni.

I risultati più importanti come numero di iscritti sono stati raggiunti, ancora una volta, nelle scuole superiori: i volontari hanno fornito agli studenti una visione ampia delle problematiche legate alle malattie del sangue e della possibilità di combatterle attraverso la donazione ed il trapianto di midollo. ADMO ha spiegato ai giovani che Donare vita è semplice e che proprio ora, adesso, si può decidere di cambiare la vita di qualcuno e quindi anche la nostra.

ADMO, però, non si occupa solo di sensibilizzazione. Le analisi genetiche indispensabili per l’iscrizione di un donatore nel registro nazionale, tipizzazioni, possono essere eseguite esclusivamente da laboratori certificati ad alta risoluzione con un aumento notevole di costi per l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari.

ADMO, da molti anni, ha scelto di sostenere economicamente l’APSS e in particolare il laboratorio di tipizzazione dell’Ospedale Santa Chiara di Trento, unico in provincia, con una borsa di studio annuale per medici e biologi pari a 20.000 euro e mettendo a disposizione la sua segreteria per fissare tutti gli appuntamenti per la tipizzazione degli aspiranti donatori.

Nel 2017 ADMO ha scelto di fare anche di più: altri 20.000 sono stati donati all’APSS, in particolare al Servizio di Immunoematologia e Trasfusione di Trento, per la tipizzazione HLA di 100 nuovi donatori di midollo osseo per l’anno 2018.

Una somma così importante, 40.000 euro, è frutto del contributo di tante persone generose, della fatica di tanti volontari e dell’appoggio di tante aziende coinvolte nelle Raccolte fondi che ADMO organizza durante l’anno. Solo grazie a tutte queste forze l’obbiettivo di ADMO diventa raggiungibile: portare speranza, salvare vite, regalare sorrisi e asciugare lacrime, perché sempre più persone non debbano affrontare il dolore della perdita, perché sempre più malati possano vedere
una luce nel buio della malattia.

ADMO Trentino ha, inoltre, donato 12.000 euro alla Divisione Ematologia del Policlino G.B. Rossi di Verona per permettere al “Centro Trapianto Midollo Osseo” e in particolare al Dott. Benedetti, medico di riferimento per la donazione effettiva dei donatori trentini, di lavorare al meglio. La strada è quella giusta, si tratta di percorrerla insieme, Sempre nell’interesse dei malati.

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Primiero: Centauro esce di strada e perde la vita

Pubblicato

-

L’allarme ai soccorsi è arrivato alle 13.48 .

Il drammatico incidente è successo sulla strada tra Lamon e Imer in località Le Moline, conosciuta in passato già come teatro di incidenti simili.

Un uomo di 56 anni, Giambattista Cerutti di 57 anni residente a Manerbio in provincia di Brescia, purtroppo ha perso la vita sul colpo uscendo di strada da solo mentre stava sorpassando un’autovettura.

PubblicitàPubblicità

Nell’incidente non stati coinvolti altri veicoli.

Vano quindi l’intervento dei soccorritori arrivati sul posto con l’elicottero dei vigili del fuoco permanenti insieme ai carabinieri della compagnia di Cavalese.

 

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Scomparso nel nulla a Sarnonico, l’appello degli amici sul web

Pubblicato

-

L’appello corre forte sul web nelle ultime ore.  Gli amici di Lorenzo Arpoasi, un ragazzo di 20 anni scomparso da Sarnonico nella  mattinata di oggi, domenica 22 luglio stanno condividendo un appello:

«Lorenzo Arpoasi 20 anni scomparso da Sarnonico stamattina al momento della scomparsa indossava tuta con felpa blu e K – wat color grigio condividere il più possibile se ci sono novità contattarmi in privato grazie mille».  Si sono anche attivati i vigili del Fuoco di Sarnonico -Seio che hanno cominciato le ricerche nella zona.

AGGIORNAMENTO: il ragazzo è stato ritrovato in buone condizioni di salute. 

PubblicitàPubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Tragedia in valle di Tovel: 64 enne precipita e muore

Pubblicato

-

Nuova tragedia della montagna oggi domenica 22 luglio 2018,.

Nella mattinata poco dopo le 10.00 in valle di Non un uomo di 64 anni, Gianpaolo De Concini di Tuenno, mentre era in compagnia dell’amico, ha perso la vita precipitando per circa 30 metri, durante un’escursione in val di Tovel.

I due stavano affrontando un tratto di sentiero particolarmente esposto quando il 64 enne è scivolato, precipitando a valle.

PubblicitàPubblicità

L’incidente si è verificato tra pian della Nana e la val Madris, nei pressi del passo de l’Om a quota 2.200 metri.

Sul posto sono intervenuti gli uomini del soccorso alpino  e due elicotteri del soccorso ma purtroppo l’uomo è morto sul colpo a causa delle lesioni procurate durante la caduta.

De Concini era andato da poco tempo in pensione. È stato il compagno che si trovava a dare subito l’allarme chiamando il Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 10.40.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino Occidentale ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha caricato a bordo il personale del Soccorso Alpino e lo ha verricellato sul luogo dell’incidente.

I soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’escursionista. La salma è stata trasportata all’ospedale di Cles. 

Pubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it