Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Mattarella scioglie le Camere. Ora gli italiani potranno (finalmente) votare

Pubblicato

-

Nel suo ultimo discorso a Palazzo Chigi Gentiloni rivendica i risultati raggiunti in “una legislatura fruttuosa”. Anche nell’ultimo anno perché, a suo dire, il governo “non ha tirato a campare, il mio governo ha fatto pochi annunci ma ha preso molte decisioni”.

Ora sarà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a decidere le prossime tappe e i tempi.  Il Capo di Stato dopo aver sentito i presidenti dei due rami del Parlamento ha  firmato, ai sensi dell’articolo 88 della Costituzione, il decreto di scioglimento delle Camere che ha messo fine alla 17 esima legislatura.

Decreto che è stato, subito dopo, controfirmato dal Gentiloni. Subito dopo è stato convocato un Consiglio dei ministri per varare il decreto con la data delle prossime elezioni che si terranno il 4 marzo.

Pubblicità
Pubblicità

È stata fissata invece per il 23 marzo 2018 la prima seduta delle due camere dove saranno decisi i presidenti del Senato e della Camera. 

Si chiude così una legislatura profondamente segnata dalle trame di Giorgio Napolitano, dai plotoni di esecuzioni che hanno usato la Severino per cacciare Silvio Berlusconi dal Senato, dalla fallimentare ascesa di Matteo Renzi che per un’inutile referendum ha bloccato l’Italia per un anno, dagli scandali bancari, dalla gestione a dir poco tragica dell’immigrazione e del drammatico terremoto che lascia sulle strade ancora il 90 % delle macerie e fuori casa oltre la metà dei terremotati.

Una legislatura che ha creato più disoccupazione e più lavoratori precari. Ora sono infatti oltre 9,3 milioni gli italiani che non ce la fanno e sono a rischio povertà: è sempre più estesa l’area di disagio sociale che non accenna a restringersi. Dal 2016 al 2017 altre 105mila persone sono entrate nel bacino dei deboli in Italia: complessivamente, adesso, si tratta di 9 milioni e 347mila soggetti in difficoltà. (dati di Unimpresa resi noti il 26 dicembre 2017)

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta di un’enorme “area di disagio“: agli oltre tre milioni di persone disoccupate, bisogna sommare anzitutto – secondo Unimpresa – i contratti di lavoro a tempo determinato, sia quelli part time (803mila persone) sia quelli a orario pieno (1,71 milioni); vanno poi considerati i lavoratori autonomi part time (803mila), i collaboratori (3284mila) e i contratti a tempo indeterminato part time (2,67 milioni). Questo gruppo di persone occupate – ma con prospettive incerte circa la stabilità dell’impiego o con retribuzioni contenute – ammonta complessivamente a 6,27 milioni di unità.

Poi la botta finale di fine anno. Nel 2018 le famiglie dovranno infatti pagare circa 1.000 euro in più di tasse. Un ultimo bel regalo del governo PD che detiene un altro record, quello delle nascite, infatti nell’ultimo anno sono nati meno bambini di sempre.

Per Gentiloni e il PD ora la strada diventa tutta in salita. I sondaggi danno infatti  il centrodestra a ridosso del 40% (con Forza Italia a fare da traino alla coalizione), il Pd ai minimi storici (20%) e i Cinque Stelle in difficoltà con il passaggio di consegne da Beppe Grillo a Luigi Di Maio. Chi vincerà il 4 marzo, si vedrà. Intanto ci godiamo la possibilità di andare a votare e di sceglierci un governo. Visto che, negli ultimi anni, è un diritto democratico che ci è più volte stato negato.

“Finalmente cala il sipario sul quarto governicchio consecutivo degli inciuci di palazzo. Sono stati anni terribili per l’Italia, in balia di Nazioni straniere, lobbisti e potere bancario. Anni che ci hanno reso più poveri e più insicuri, nei quali la famiglia è stata sotto attacco e la nostra identità minacciata dall’immigrazione incontrollata. Ora la parola torna al popolo che saprà certamente come ripagare la sinistra per questi anni di disastri”. Questa la sintesi di Giorgia Meloni dopo la conferenza stampa di Gentiloni.

“Ius Soli bloccato per sempre ed elezioni il 4 marzo, non vedo l’ora, finalmente Si cambia ! manderemo a casa i Renzi, i Gentiloni, le boldrine e tutti i sinistroidi» – dichiara invece Matteo Salvini sui social.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]
  • X-Bionic Sphere: in Slovacchia un vero paradiso per gli amanti del lusso e dello sport
    Non tutti sanno che a Samorin, in Slovacchia, esiste un vero e proprio paradiso per atleti e per appassionati di lusso e sport. X-Bionic® Sphere è un complesso di hotel e strutture sportive dove il lusso ed il comfort vanno a braccetto con tutte le esigenze di atleti, famiglie e visitatori. L’Hotel offre un servizio di […]
  • Boscareto Resort and Spa: ritrovate la giusta quiete tra vini, buon cibo e paesaggi mozzafiato
    Immerso tra le colline, il Boscareto Resort & Spa rivela la sua bellezza nell’incantevole panorama su cui si affaccia, nei colori dei vigneti e nel meraviglioso territorio delle Langhe, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Alba è punto di partenza e di arrivo per chi viaggia nella zona, con i suoi caffè, le chiese, la storia romana […]

Categorie

di tendenza