Connect with us
Pubblicità

Trento

Elezioni IPASVI da rifare, Zappini smentita dalla presidente Nazionale.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

“Come Federazione stigmatizziamo i diversi episodi incresciosi accaduti durante il rinnovo di alcuni Consigli direttivi provinciali: l’immagine della professione in questo modo è lesa prima di tutto dagli infermieri che, spesso, dimenticano le regole dettate dallo stesso Codice deontologico, quando afferma che l’infermiere collabora con i colleghi e gli altri operatori di cui riconosce e valorizza lo specifico apporto all’interno dell’équipe e che l’infermiere tutela la dignità propria e dei colleghi, attraverso comportamenti ispirati al rispetto e alla solidarietà”. Queste le dichiarazioni rilasciate al quotidianosanità.it da Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi, dopo le polemiche roventi di cui si è occupato anche il nostro giornale, relativa alle nomine a Trento.  

Nomine che in queste ore pare siano state annullate. Quindi le elezioni devo essere rifatte. (Leggi in fondo il comunicato di IPASVI)

Il caso è stato sollevato dal consigliere provinciale di Agire Claudio Cia che dopo aver ricevuto alcune segnalazioni da alcuni infermieri aveva cominciato ad approfondire quanto successo scoprendo di fatto che le nomine erano avvenuto illegittimamente.  Sabato 25, domenica 26 e lunedì 27 novembre a Trento si è tenuta la consultazione per eleggere i rappresentanti del “Collegio degli infermieri trentini”, presieduta da Luisa Zappini in quanto Presidente in carica del Collegio Ipasvi, come prevede l’art. 15 della legge 241/46. Hanno votato 432 su 4.417, ovvero il 9,78% dei professionisti aventi diritto.

Pubblicità
Pubblicità

Un numero insufficiente per poter legittimare la consultazione. Infatti la legge citata che regola gli ordini delle professioni sanitarie, all’art. 2, secondo comma, sancisce che  “L’assemblea è valida in prima convocazione se abbiano votato almeno un terzo degli iscritti, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei votanti purché non inferiore al decimo degli iscritti e, comunque, al doppio dei componenti il consiglio”. Trattandosi di seconda convocazione, per arrivare al 10%, gli elettori sarebbero dovuti essere 442, dieci in più.

In difformità alla norma, Luisa Zappini – pur conoscendo questo articolo – ha però convalidato l’elezione, fatto lo scrutinio, proclamato il nuovo Consiglio Direttivo e comunicato l’elenco dei 15 professionisti eletti, di cui 7 neoeletti e 8 riconfermati, e guarda caso il 4 dicembre è stata riconfermata alla guida dell’Ipasvi della Provincia di Trento con tanto di comunicato stampa al seguito.

“L’avere proceduto allo spoglio senza la relativa proclamazione getta ombre sulla regolarità della competizione elettorale stessa e sulla imparzialità del presidente del seggio, di contro il mancato raggiungimento del quorum è di fatto motivo di annullamento delle procedure elettorali”. – Aggiunge ancora la presidente nazionale di IPASVI.

Pubblicità
Pubblicità

Quanto la nuova presidente Luisa Zappini ha cominciato a sentire che la situazione stava sfuggendo dalle sue mani ha tirato in ballo la presidente nazionale dichiarando di essersi confrontata con lei, e di aver avuto dalla stessa l’avvallo di procedere alle nomine. Secondo quanto dichiara la presidente nazionale però non sarebbe vero visto le dichiarazioni rilasciate al quotidianosanità.it.  La stessa presidente Mangiacavalli infatti smentisce Luisa Zappini. Ma ora la domanda è: mente la presidente nazionale di IPASVI oppure Luisa Zappini?

IL COMUNICATO DI IPASVI TRENTINO – Il Collegio Ipasvi di Trento, con deliberazione della presidente Luisa Zappini, ha annullato le elezioni per il rinnovo del Consiglio direttivo e dei Revisori dei conti per il triennio 2018-2020 in virtù del principio di autotutela, dopo che alle votazioni del 25, 26 e 27 novembre non è stato raggiunto il quorum del 10%. Alle urne, infatti, si sono recate 432 persone su 4.417, ovvero il 9,78% dei professionisti aventi diritto.

La legge 241 art. 2, secondo comma, del 1946 sugli Ordini delle professioni sanitarie sancisce che “l’assemblea è valida in prima convocazione se abbiano votato almeno un terzo degli iscritti, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei votanti purché non inferiore al decimo degli iscritti e, comunque, al doppio dei componenti del consiglio”.

Per garantire il buon funzionamento delle attività del Collegio, anche nell’ipotesi di presentazione di ricorsi, e sentiti i pareri della Federazione Nazionale e dei servizi legali, vengono perciò annullate tutte le cariche del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti.

Di conseguenza si procederà a nuove elezioni nelle modalità indicate dalla direttiva e comunque nel minor tempo possibile. Nel frattempo verrà garantito il funzionamento ordinario del Collegio ripristinando la situazione antecedente la votazione.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento2 settimane fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Politica4 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 66 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Consiglio straordinario il 16 maggio per la comunicazione sull’A22

Politica3 settimane fa

Fratelli d’Italia chiede un incontro col governatore, Urzì: «Ecco le nostre priorità per il Trentino»

Telescopio Universitario4 settimane fa

Università di Trento: ecco il piano strategico fino al 2027

Telescopio Universitario4 settimane fa

Covid-19, ecco gli ostacoli più ricorrenti nella comunicazione

Aziende3 settimane fa

Quando Arte e Luce si incontrano nasce ‘illuminando Arte’

Trento4 settimane fa

Vasco Live: venticinquemila posti auto, oltre a quelli riservati a camper e pullman, online la piattaforma per prenotare il parcheggio

Italia ed estero4 settimane fa

Papa Francesco: per l’Ucraina, contro “l’abbaiare della Nato alla porta della Russia”

Politica3 settimane fa

Laboratorio Paritario Trentino: sabato a Cognola la presentazione

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Si ribalta col tagliaerba a Sfruz e rimane schiacciato: 26enne elitrasportato in gravissime condizioni al Santa Chiara

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza