Connect with us
Pubblicità

Voce - Val di Non & Sole

Cles, inaugurato il nuovo Centro di salute mentale 24 ore

Pubblicato

-

Taglio del nastro ieri pomeriggio per il nuovo Centro di salute mentale 24 ore di Cles, alla presenza del direttore generale dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari Paolo Bordon e dell’assessore ala salute e alle politiche sociali Luca Zeni.

Con l’inaugurazione ufficiale comincia quindi l’attività del Centro crisi, una “piccola comunità” dotata di quattro posti letto che affianca il Centro diurno e offre accoglienza ai pazienti in situazione di pre-crisi, crisi o post crisi, in alternativa o in continuità all’ospedalizzazione.

L’obiettivo del nuovo centro è quello di gestire le acuzie psichiatriche senza ricorrere necessariamente al ricovero ospedaliero o comunque, quando questo non sia evitabile, ridurre il più possibile la durata della permanenza in ospedale.

Pubblicità
Pubblicità

Hanno partecipato alla cerimonia inaugurale della nuova struttura anche il direttore dell’Area salute mentale Renzo De Stefani e il direttore dell’Unità operativa di psichiatria ambito ovest Claudio Agostini. Presenti anche le autorità locali, dall’assessora alle politiche sociali della Comunità della Valle di Non Carmen Noldin al sindaco di Cles Ruggero Mucchi.

Il modello 24 ore proposto dal rinnovato Centro di salute mentale di Cles vuole garantire un’assistenza psichiatrica territoriale in grado di offrire l’intera gamma di servizi per la salute mentale vicino al luogo di vita dei pazienti, mantenendo il più possibile la continuità del rapporto terapeutico con il servizio di riferimento, anche nelle fasi di criticità.

Il nuovo Csm vuole offrire una risposta efficace in un contesto accogliente e caldo, che permetta di evitare l’ambiente spesso spersonalizzante e freddo degli ospedali, tanto più quando questi sono lontano dal contesto di vita del paziente. L’attività del nuovo Centro crisi permette anche di limitare la stigmatizzazione che spesso accompagna l’ospedalizzazione oltre che di evitare l’interruzione spesso traumatica dei rapporti familiari e sociali. Nei casi in cui il ricovero non sia evitabile, la disponibilità di un luogo di accoglienza della crisi a livello territoriale può comunque abbreviare la durata della degenza in ospedale.

Pubblicità
Pubblicità

«Il ricovero ospedaliero – ha evidenziato Claudio Agostini direttore del Centro di Cles – non rappresenta di norma il miglior contesto in cui “smaltire” una crisi emotiva, dovuto principalmente al fatto che il paziente viene preso in carico da una nuova equipe di medici. A ciò si aggiungono la distanza dai luoghi di vita del paziente e le caratteristiche depersonalizzanti del contesto. Con l’apertura sulle 24 ore del Centro di salute mentale di Cles si punta invece ad evitare la separazione e la decontestualizzazione in favore di una corresponsabilizzazione dell’utente, dei suoi familiari, degli operatori nel percorso di recupero e riabilitazione».

«Il Centro Crisi – ha proseguito Agostini – opererà sulla fascia centrale della giornata, orientativamente dalle ore 9 alle ore 16.30, in condivisione con il Centro Diurno, con la possibilità di fruire dell’offerta riabilitativa di quest’ultimo e della ricca presenza di volontari. Saranno possibili gestioni intensive e dedicate con rapporto uno ad uno per le situazioni particolarmente impegnative. Nelle fasce orarie di avvio e chiusura della giornata, dalle ore 7 alle ore 9 e dalle 16.30 alle 21, oltre che nei festivi, saranno di norma presenti due operatori, dedicati esclusivamente agli ospiti del Centro crisi, la notte sarà sempre presente un infermiere, con possibilità di attivare in reperibilità un secondo operatore e il medico. Nel Centro sarà possibile accogliere pazienti sulle 24 ore anche nell’urgenza, con un filtro del Csm o del medico reperibile in pronto soccorso dell’ospedale di Cles. La permanenza nella struttura dovrà essere necessariamente breve, nell’ordine di giorni o settimane e successivamente, laddove si condivida l’opportunità di proseguire il percorso comunitario, il paziente passerà ad altra struttura del circuito: un appartamento dedicato a Cles per i percorsi intensivi, le altre strutture per i casi che non necessitino di protezione intensiva».

«Il servizio offerto dal Centro di salute mentale 24 ore di Cles – ha sottolineato il direttore generale Apss Paolo Bordon – è strategicamente importante per il territorio e per una categoria di utenti particolarmente fragili a cui l’azienda sanitaria guarda da sempre con grande attenzione e sensibilità. La disponibilità di una struttura aperta 24 ore sul proprio territorio di domicilio, che permette al paziente di mantenere un contatto costante con il proprio contesto sociale e di vita, rappresenta un vero valore aggiunto. Mi auguro davvero che l’esperienza del centro di Cles possa essere un modello da esportare anche in altri contesti periferici della nostra provincia».

«L’esperienza che si inaugura oggi – ha dichiarato l’assessore alla Salute e alle politiche sociali Luca Zeni – con l’attivazione di una struttura disponibile ad accogliere sulle 24 ore pazienti in situazione di crisi, è un altro tassello importante verso una sanità sempre più vicina al cittadino e capace di offrire servizi di prossimità. Nell’ambito dei servizi per la salute mentale il concetto di prossimità è ancora più importante perché permette davvero di umanizzare il percorso di cura, preservando il vissuto clinico, oltreché sociale e familiare del paziente».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Negozi online, come aprirli e gestirli
    Ad oggi, il commercio online è diventato un’abitudine sempre più consolidata, portandolo ad essere un settore un forte espansione. Di conseguenza aprire un negozio online potrebbe essere una buona occasione imprenditoriale e di auto impiego.... The post Negozi online, come aprirli e gestirli appeared first on Benessere Economico.
  • Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure
    Da pochi giorni è stato approvato il documento programmatico di bilancio che definisce le linee di intervento che verranno inserite nella manovra finanziaria, incidendo sui principali indicatori macroeconomici e di finanza. Legge di Bilancio 2022,... The post Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure appeared first on Benessere Economico.
  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza