Connect with us
Pubblicità

Voce - Fiemme e Fassa

«Si riapra il punto nascite di Cavalese. Le promesse vanno mantenute»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Questa mattina i Consiglieri provinciali Maurizio Fugatti (Lega Nord), Giacomo Bezzi (Forza Italia) e Claudio Cia (Agire per il Trentino) si sono recati per l’ennesima volta davanti al presidio ospedaliero di Cavalese per denunciare la mancata riapertura in tempi brevi del punto nascite, così come invece promesso alla popolazione dalla Giunta di centrosinistra.

Durante la conferenza stampa, oltre a ricordare le varie iniziative promosse sul tema ed i documenti portati in Consiglio provinciale (alcuni dei quali ancora senza risposta), i tre Consiglieri hanno snocciolato alcuni dati alla luce dei quali una riapertura del punto nascite sarebbe possibile entro pochi mesi. Infatti, su 11 persone presenti all’ultimo concorso per ginecologi, quattro sarebbero state giudicate idonee e avrebbero dato disponibilità a prestare servizio a Cavalese.

Sommando questi ultimi ai due già presenti e tenuto conto che dal primo gennaio i pediatri saranno quattro (per arrivare a sei si può fare ricorso a due gettonisti), si potrebbero avere i numeri necessari per la riapertura del servizio! Secondo i tre consiglieri provinciali se la Provincia non comunicherà a breve una data certa di riapertura del punto nascite, c’è il rischio che il personale sanitario lasci la struttura mettendosi a disposizioni di altri ospedali trentini e non. «E questo comporterebbe certamente la chiusura definitiva del reparto. Nasce il dubbio che l’atteggiamento della Provincia sia proprio diretto a quest’ultima ipotesi e che nel caso di chiusura l’Assessorato competente punterà il dito verso i medici piuttosto che attribuirsi delle responsabilità politiche»spiegano Cia, Bezzi e Fugatti.

Pubblicità
Pubblicità

«Tenuto conto dell’impegno delle associazioni locali, – aggiungono ancora – che in questi mesi hanno svolto un lavoro immenso per attirare professionisti e partorienti a Cavalese offrendo servizi speciali e la necessità delle Valli Fiemme e Fassa di avere un punto nascite, i tre Consiglieri hanno chiesto alla Provincia di togliere definitivamente la maschera e di dire una volta per tutte quale sarà il destino del punto nascite a Cavalese. Il “gioco” che la Provincia sta portando avanti nei confronti di questa Comunità è scorretto, affermano i Consiglieri Fugatti, Bezzi e Cia e chissà quali proposte emergeranno in vista delle elezioni nel 2018 per attirare consensi! Nel frattempo i disagi continuano, senza ottenere risposte e soluzioni». «In Trentino vi è bisogno di mantenere attivi questi importanti servizi; non solo per il servizio alla popolazione ma anche per contrastare lo spopolamento della montagna. La diatriba della maggioranza, divisa anche su questo tema, ha solamente creato problemi al territorio; ecco perché i cittadini dovrebbero ribellarsi».

In conclusione i Consiglieri ricordano anche i risparmi che la Provincia potrebbe trarre dalla continuazione del servizio a Cavalese visti i problemi di mobilità passiva.  Considerato che mediamente un parto costa 3.000 Euro e tenuto conto ad esempio che 80 partorienti potrebbero dirigersi a Bolzano (numero ipotizzato considerato che nel 2016 se ne sarebbero contate ben 56 e il trend per il 2017 è dato in aumento), la Provincia di Trento dovrebbe erogare 240.000 Euro per la copertura della prestazione!

Appurato che le associazioni locali riuscissero ad attirare 100 partorienti grazie alle campagne di promozione del territorio, con una ricaduta positiva quindi di 300.000, le casse trentine potrebbe avere un saldo positivo di 540.000. Perché quindi accentrare tutto al S.Chiara di Trento, che peraltro sarebbe in affanno nel seguire i parti visto il numero non sufficiente di personale a disposizione e considerati i disagi causati alle partorienti?

Pubblicità
Pubblicità

Infine, preso atto che nel bilancio pare vi sia una riduzione delle risorse a favore delle infrastrutture ospedaliere, la realizzazione del nuovo ospedale di Cavalese serve solamente per la campagna elettorale? Se davvero i soldi sono pochi, si utilizzino quanto meno per garantire la presenza di personale sanitario e specialisti al fine di mantenere i servizi sanitari nelle Valli e quindi garantire al cittadino l’assistenza necessaria.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento24 minuti fa

Occupato l’ex ostello di san Martino: i residenti segnalano episodi inquietanti su una ragazzina

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Tragedia sulla Presenella, muore 55enne di Contà

Trento6 ore fa

Malamovida, notte da incubo. I residenti: «Adesso basta! Non ne possiamo più»

Arte e Cultura7 ore fa

Orchidarium: da ieri al Muse la mostra delle Orchidee tropicali

Valsugana e Primiero7 ore fa

Passeggiate alla scoperta della storia di Levico Terme e Castel Selva, ogni giovedì pomeriggio da maggio a settembre

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Molte occasioni per riflettere grazie al corso di sensibilizzazione al “Ben-Essere” nella comunità organizzato a Tuenno

Italia ed estero7 ore fa

Medicina, dal 2023 stop al test di ingresso unico. Messa: “Il percorso inizierà dal liceo”

Alto Garda e Ledro8 ore fa

Parcheggio e percorso pedonale a Tiarno di Sopra. 235 mila euro per 44 nuovi posti auto

Piana Rotaliana8 ore fa

Conferenza in Austria tra le scuole agrarie del Tirolo, Alto Adige e Trentino e visita in FEM della scuola di Weinsberg

Trento17 ore fa

Tragedia sul Lago di Caldonazzo, muore Liviana Ierta Melchiori di Bieno

Rovereto e Vallagarina18 ore fa

Scontro tra moto e auto, due feriti tra cui una ragazzina 12 enne

Trento18 ore fa

Il Questore Francini: «Vasco live, un grande evento sicuro»

Trento19 ore fa

Aggrediscono con pugni e calci e rapinano un ragazzo, arrestati due nigeriani in piazza Dante

Trento20 ore fa

Vasco Live: solo 15 interventi sanitari, tutto è andato per il meglio

Trento20 ore fa

Coronavirus: 158 contagi nelle ultime 24 ore. Morta una donna non ancora 40 enne

Trento2 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Politica4 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Trento1 settimana fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Telescopio Universitario4 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 66 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Vasco diffonde la prime foto del grande palco del Concerto di Trento. Saranno 11 i musicisti impegnati nel live

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

In fiamme un camioncino nel parcheggio del Rovercenter – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Concerto di Vasco Rossi: tutto quello che è meglio sapere il 20 maggio

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza