Connect with us
Pubblicità

Voce - Valsugana

Presentato ieri «Vulcano» il nuovo parapetto fotovoltaico.

Pubblicato

-

È stato presentato ieri, martedì 5 dicembre 2017, davanti ad oltre una cinquantina di persone, presso lo show-room nel centro commerciale Shop Center Valsugana a Pergine «Vulcano», il nuovo parapetto in alluminio con fotovoltaico totalmente integrato.

È la novità che aggrega la creatività all’efficienza e l’innovazione alla concretezza, ma soprattutto il lancio di un prodotto a livello nazionale ed europeo prettamente legato al «made in Trentino»

A presentarlo è stato l’intraprendente titolare di Aluray Gianenrico Sordo, affiancato da Flavio FaveroCeo&Founder di On Energy Project.

Pubblicità
Pubblicità

Sordo è già molto noto nel settore per l’invenzione, nel 2012, di “Megafix”, il triangolo di ancoraggio per istallazioni fotovoltaiche su tetti piani che è diventato leader in Italia. Ora dopo Megafix arriva «Vulcano», un parapetto con moduli fotovoltaici mono cristallini totalmente integrati in un profilo in alluminio di disegno Aluray, in grado di produrre energia elettrica. «Il futuro nell’edilizia è sicuramente l’utilizzo di energia elettrica, – spiega l’imprenditore – credo quindi che gli accumulatori saranno sempre più utilizzati»

Il nuovo parapetto è stato ideato per poter istallare nelle costruzioni civili, impianti fotovoltaici, là dove spesso l’istallazione sui tetti è problematica risolvendo così problemi di manutenzione e malfunzionamenti causati da eventi esterni come la neve e il vento tipica degli impianti su tetto.

«Volevo trovare un alternativa alle solite strutture dei tetti per rilanciare un mercato, quello del fotovoltaico, un po’ in crisi. Oltretutto ci sono diverse situazioni in cui sul tetto non si riescono a montare e altre in cui per colpa di eventi atmosferici non hanno una buona resa. Le case di oggi necessitano di fotovoltaico per la questione delle case clima per questo ho pensato ad un prodotto di facile manutenzione e che esteticamente si integrasse bene con l’abitazione» – esordisce Gianenrico Sordo.

Pubblicità
Pubblicità

L’imprenditore ha fermato anche l’orologio nel momento un cui è nata l’idea: «Una mattina ero nelle Marche correvo in spiaggia e vedevo tutti questi alberghi con balconi rivolti verso il sole Da lì mi è venuto in mente di creare il parapetto fotovoltaico. Dopo una ricerca ho scoperto che esisteva qualche impianto approssimativo con pannelli da tetto ancorati su ringhiere ma l’effetto estetico era davvero brutto, Quindi ho pensato di inventare una stecca fotovoltaica che si integrasse in una struttura apposita, Così ho contattato Sunerg srl di Città di Castello produttrice dei migliori pannelli fotovoltaici che si possono trovare oggi in Europa. Si sono entusiasmati al mia progetto, e abbiamo studiato insieme un laminato fotovoltaico che potesse avere un ottima resa in termini di potenza. Poi io ho disegnato intorno la stecca in alluminio, e abbiamo usato silicio di massima qualità per celle mono cristalline le migliori in commercio. Praticamente a differenza dei policrostallini classici sono dei cristalli puri, che usando vetro temprato antiriflesso non crea problemi di abbaglio luce sulle strade»

Ora «Vulcano» è pronto per essere venduto sul mercato e installato in tutte le case italiane. Il prezzo?«Molto competitivo – spiega l’imprenditore – e alla pari con gli impianti fotovoltaici montati sui tetti ai quali va naturalmente aggiunto il costo del parapetto».

Nella strategia decisa da Aluray assume molta importanza la sinergia realizzata con il team di On Energy Project di Romano D’Ezzelino, l’azienda che si occuperà di tutta la parte elettrica in fase di montaggio.«Proponiamo l’impianto fotovoltaico chiavi in mano, – spiega Giulio Salvestro responsabile tecnico commerciale dell’azienda – ciò significa che oltre che la parte legata all’installazione facciamo anche quella burocratica che di solito è la più spinosa per l’utente finale. Siamo infatti noi che teniamo i contatti con il comune e con l’azienda che fornisce l’energia elettrica. On Energy Proiect è sul mercato da oltre 10 anni e vanta oltre 800 impianti fotovoltaici montati, sia residenziali che industriali. Il mercato nell’ambito industriale ha subito una contrazione dopo che gli incentivi statali sono stati sospesi, ma contiamo con questo prodotto di riattivare il mercato»

I parapetti per il momento saranno proposti in due colori, il «Larice Vulcano» e «Grigio Perla» (foto) ma grazie alla possibile sostituzione del pannelli sarà possibile creare qualsiasi tipologia di disegno. Rispetto ai pannelli tradizionali, che di solito vengono montati sui tetti, nei nuovi parapetti di Aluray vengono inseriti cristalli di silicio puro che determinano una resa superiore. Un prodotto quindi di qualità superiore. L’obiettivo – ha ricordato Sordo – è conquistare un mercato ambizioso, ma se il prodotto funzionerà dovrò fare una scelta tecnica precisa ed assumere altre 5 persone.

A margine della conferenza stampa Gianenrico Sordo ad una precisa domanda se avesse ricevuto finanziamenti provinciali per questo progetto ha risposto: «Non ho mai ricevuto nessuna sovvenzione pubblica, ed anzi, io sono contro i contributi provinciali visto che dove sono stati erogati hanno portato alla chiusura delle aziende, io credo che un imprenditore debba farcela da solo e con le proprie forze. Invece che dare dei contributi a pioggia rischiando di drogare il mercato sarebbe meglio premiare le aziende che fanno utile tagliando le tasse o aiutandole sulle nuove assunzioni. Poi la parte burocratica per l’accesso ai contributi è a dir poco drammatica».

Presenti alla conferenza stampa anche l’assessore all’industria e al commercio del paese di Pergine Sergio Paoli, Roberto Paccher della Lega Nord e il consigliere provinciale Lorenzo Baratter che si è intrattenuto alcuni minuti con Sordo per capire meglio il prodotto.

«La mia è un’azienda dinamica e infinita perché offre nuove e continue opportunità. Un’azienda che guarda avanti grazie anche ad un bilancio annuale sempre più solido e in crescita continua. Un’azienda che non smetterà mai di inseguire nuovi sogni» – ha concluso Gianenrico Sordo che dietro le quinte ha confidato di star pensando già al prossimo progetto; cioè il parapetto eolico.

foto di Matteo Molinari

Pubblicità
Pubblicità

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]
  • X-Bionic Sphere: in Slovacchia un vero paradiso per gli amanti del lusso e dello sport
    Non tutti sanno che a Samorin, in Slovacchia, esiste un vero e proprio paradiso per atleti e per appassionati di lusso e sport. X-Bionic® Sphere è un complesso di hotel e strutture sportive dove il lusso ed il comfort vanno a braccetto con tutte le esigenze di atleti, famiglie e visitatori. L’Hotel offre un servizio di […]
  • Boscareto Resort and Spa: ritrovate la giusta quiete tra vini, buon cibo e paesaggi mozzafiato
    Immerso tra le colline, il Boscareto Resort & Spa rivela la sua bellezza nell’incantevole panorama su cui si affaccia, nei colori dei vigneti e nel meraviglioso territorio delle Langhe, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Alba è punto di partenza e di arrivo per chi viaggia nella zona, con i suoi caffè, le chiese, la storia romana […]

Categorie

di tendenza