Connect with us
Pubblicità

Voce - Valsugana

Presentato ieri «Vulcano» il nuovo parapetto fotovoltaico.

Pubblicato

-

È stato presentato ieri, martedì 5 dicembre 2017, davanti ad oltre una cinquantina di persone, presso lo show-room nel centro commerciale Shop Center Valsugana a Pergine «Vulcano», il nuovo parapetto in alluminio con fotovoltaico totalmente integrato.

È la novità che aggrega la creatività all’efficienza e l’innovazione alla concretezza, ma soprattutto il lancio di un prodotto a livello nazionale ed europeo prettamente legato al «made in Trentino»

A presentarlo è stato l’intraprendente titolare di Aluray Gianenrico Sordo, affiancato da Flavio FaveroCeo&Founder di On Energy Project.

Pubblicità
Pubblicità

Sordo è già molto noto nel settore per l’invenzione, nel 2012, di “Megafix”, il triangolo di ancoraggio per istallazioni fotovoltaiche su tetti piani che è diventato leader in Italia. Ora dopo Megafix arriva «Vulcano», un parapetto con moduli fotovoltaici mono cristallini totalmente integrati in un profilo in alluminio di disegno Aluray, in grado di produrre energia elettrica. «Il futuro nell’edilizia è sicuramente l’utilizzo di energia elettrica, – spiega l’imprenditore – credo quindi che gli accumulatori saranno sempre più utilizzati»

Il nuovo parapetto è stato ideato per poter istallare nelle costruzioni civili, impianti fotovoltaici, là dove spesso l’istallazione sui tetti è problematica risolvendo così problemi di manutenzione e malfunzionamenti causati da eventi esterni come la neve e il vento tipica degli impianti su tetto.

«Volevo trovare un alternativa alle solite strutture dei tetti per rilanciare un mercato, quello del fotovoltaico, un po’ in crisi. Oltretutto ci sono diverse situazioni in cui sul tetto non si riescono a montare e altre in cui per colpa di eventi atmosferici non hanno una buona resa. Le case di oggi necessitano di fotovoltaico per la questione delle case clima per questo ho pensato ad un prodotto di facile manutenzione e che esteticamente si integrasse bene con l’abitazione» – esordisce Gianenrico Sordo.

Pubblicità
Pubblicità

L’imprenditore ha fermato anche l’orologio nel momento un cui è nata l’idea: «Una mattina ero nelle Marche correvo in spiaggia e vedevo tutti questi alberghi con balconi rivolti verso il sole Da lì mi è venuto in mente di creare il parapetto fotovoltaico. Dopo una ricerca ho scoperto che esisteva qualche impianto approssimativo con pannelli da tetto ancorati su ringhiere ma l’effetto estetico era davvero brutto, Quindi ho pensato di inventare una stecca fotovoltaica che si integrasse in una struttura apposita, Così ho contattato Sunerg srl di Città di Castello produttrice dei migliori pannelli fotovoltaici che si possono trovare oggi in Europa. Si sono entusiasmati al mia progetto, e abbiamo studiato insieme un laminato fotovoltaico che potesse avere un ottima resa in termini di potenza. Poi io ho disegnato intorno la stecca in alluminio, e abbiamo usato silicio di massima qualità per celle mono cristalline le migliori in commercio. Praticamente a differenza dei policrostallini classici sono dei cristalli puri, che usando vetro temprato antiriflesso non crea problemi di abbaglio luce sulle strade»

Ora «Vulcano» è pronto per essere venduto sul mercato e installato in tutte le case italiane. Il prezzo?«Molto competitivo – spiega l’imprenditore – e alla pari con gli impianti fotovoltaici montati sui tetti ai quali va naturalmente aggiunto il costo del parapetto».

Nella strategia decisa da Aluray assume molta importanza la sinergia realizzata con il team di On Energy Project di Romano D’Ezzelino, l’azienda che si occuperà di tutta la parte elettrica in fase di montaggio.«Proponiamo l’impianto fotovoltaico chiavi in mano, – spiega Giulio Salvestro responsabile tecnico commerciale dell’azienda – ciò significa che oltre che la parte legata all’installazione facciamo anche quella burocratica che di solito è la più spinosa per l’utente finale. Siamo infatti noi che teniamo i contatti con il comune e con l’azienda che fornisce l’energia elettrica. On Energy Proiect è sul mercato da oltre 10 anni e vanta oltre 800 impianti fotovoltaici montati, sia residenziali che industriali. Il mercato nell’ambito industriale ha subito una contrazione dopo che gli incentivi statali sono stati sospesi, ma contiamo con questo prodotto di riattivare il mercato»

I parapetti per il momento saranno proposti in due colori, il «Larice Vulcano» e «Grigio Perla» (foto) ma grazie alla possibile sostituzione del pannelli sarà possibile creare qualsiasi tipologia di disegno. Rispetto ai pannelli tradizionali, che di solito vengono montati sui tetti, nei nuovi parapetti di Aluray vengono inseriti cristalli di silicio puro che determinano una resa superiore. Un prodotto quindi di qualità superiore. L’obiettivo – ha ricordato Sordo – è conquistare un mercato ambizioso, ma se il prodotto funzionerà dovrò fare una scelta tecnica precisa ed assumere altre 5 persone.

A margine della conferenza stampa Gianenrico Sordo ad una precisa domanda se avesse ricevuto finanziamenti provinciali per questo progetto ha risposto: «Non ho mai ricevuto nessuna sovvenzione pubblica, ed anzi, io sono contro i contributi provinciali visto che dove sono stati erogati hanno portato alla chiusura delle aziende, io credo che un imprenditore debba farcela da solo e con le proprie forze. Invece che dare dei contributi a pioggia rischiando di drogare il mercato sarebbe meglio premiare le aziende che fanno utile tagliando le tasse o aiutandole sulle nuove assunzioni. Poi la parte burocratica per l’accesso ai contributi è a dir poco drammatica».

Presenti alla conferenza stampa anche l’assessore all’industria e al commercio del paese di Pergine Sergio Paoli, Roberto Paccher della Lega Nord e il consigliere provinciale Lorenzo Baratter che si è intrattenuto alcuni minuti con Sordo per capire meglio il prodotto.

«La mia è un’azienda dinamica e infinita perché offre nuove e continue opportunità. Un’azienda che guarda avanti grazie anche ad un bilancio annuale sempre più solido e in crescita continua. Un’azienda che non smetterà mai di inseguire nuovi sogni» – ha concluso Gianenrico Sordo che dietro le quinte ha confidato di star pensando già al prossimo progetto; cioè il parapetto eolico.

foto di Matteo Molinari

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

  • Pubblicità
    Pubblicità
Fiemme, Fassa e Cembra7 ore fa

Vola con la macchina in un dirupo per 200 metri, gravissimo 88 enne di Predazzo

Fiemme, Fassa e Cembra8 ore fa

La storia di Michela: «La mia vita come un arcobaleno e un sogno da raggiungere»

Trento9 ore fa

Coronavirus: contagi in calo e ricoveri stabili nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento16 ore fa

Loredana Ciccantelli, Confapi Trentino: «Il Trentino ha dimostrato di avere un piano di azione concreto per quanto riguarda l’accoglienza turistica»

Riflessioni fra Cronaca e Storia18 ore fa

Filosofia politica. Verità o autorità? Da dove origina la legge?

Telescopio Universitario18 ore fa

Amministrazione condivisa: verso un “Recovery Plan civico”. Convegno giovedì 20 a Giurisprudenza

Alto Garda e Ledro18 ore fa

La mostra ufficiale del Museo di Auschwitz-Birkenau a Riva del Garda

Arte e Cultura18 ore fa

Living Memory, la forza dell’impegno. In programma teatro, musica e testimonianze

Bolzano18 ore fa

Tentò di uccidere l’ex a Bronzolo: pena ridotta in appello per un nigeriano

Arte e Cultura18 ore fa

A Nogaredo presentato il volume “Capolavori” della Regione

Giudicarie e Rendena18 ore fa

Porte di Rendena: il Piedibus è già un successo

Bolzano18 ore fa

Rapina impropria, danneggiamento e aggressione alla Polizia: coppia di marocchini finisce in manette

Rovereto e Vallagarina18 ore fa

Uccisione cane da parte dei lupi: l’uomo è rimasto accerchiato in balia dei lupi per 30 minuti

Trento19 ore fa

Omicron: nel 53% dei casi il primo sintomo è il mal di gola. Ecco i nuovi sintomi

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Altri 209 contagi da Coronavirus nelle Valli del Noce

Trento2 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento1 settimana fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento1 settimana fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le popolazioni dell’Altopiano…

Necrologi

Categorie

di tendenza