Connect with us
Pubblicità

Trento

PD-UPT, ecco il documento ufficiale dell’intesa

Pubblicato

-

«1. Sono vive e attuali le ragioni che hanno portato, negli anni passati, il Partito democratico del Trentino (PdT) e l’Unione per il Trentino (UpT) a dar vita, insieme alla Südtiroler Volkspartei (Svp), al Partito autonomista trentino tirolese (Patt), all’Union autonomista ladina (Ual) e ad altri alleati, alla coalizione di centrosinistra autonomista.
Trento, 27 novembre 2017

Una strategia che, nell’arco di due decenni, ha saputo raccogliere il consenso di una vasta maggioranza dei cittadini elettori del Trentino—Alto Adige/Südtirol, sia alle elezioni provinciali e regionali, sia a quelle politiche nazionali, proprio perché ha saputo coniugare la puntigliosa ed efficace difesa, il consolidamento e l’ampliamento delle prerogative della nostra autonomia speciale, frutto di una lunga e tormentata vicenda storica nel cuore dell’Europa del Novecento, con una visione che facesse del riformismo popolare e autonomistico, diffusamente coltivato nelle nostre comunità alpine, un laboratorio di buon autogoverno e un contributo originale e propositivo al governo dell’Italia.

2. E tuttavia, non può darsi, o comunque non può durare, in particolare in un tempo inquieto come il nostro, una proposta politica che non contenga in sé, insieme alla cura per la continuità e la stabilità – beni essenziali di ogni comunità e condizione imprescindibile per il buon governo – anche la ricerca dell’innovazione, dei contenuti e delle forme, dei soggetti e dei protagonisti della politica. Senza stabilità, l’innovazione si riduce a esercizio velleitario, privo di reale efficacia. Ma senza innovazione, la stabilità finisce per sconfinare nella conservazione dell’esistente, prima o poi destinata ad essere travolta dal mutamento sociale e culturale. Nel solco dell’insegnamento di Aldo Moro, che ammoniva il suo partito a non smettere mai di essere “alternativo a se stesso”, a non sentirsi mai appagato dai risultati raggiunti, se non voleva perdere il contatto e il consenso maggioritario del paese, stabilità e innovazione sono stati e devono continuare ad essere le due componenti costitutive, ugualmente essenziali, della proposta politica del centrosinistra autonomista.

Pubblicità
Pubblicità

3. Il PdT e l’UpT intendono contribuire al processo di innovazione nella stabilità, che deve coinvolgere tutta la coalizione, dando vita ad un dialogo più approfondito, che porti questi soggetti a rafforzare la loro collaborazione e ad aprirsi a tutte le energie di cambiamento, in senso riformista e popolare, civico e democratico, di cui è ricca la comunità trentina. Ciò che ci accomuna è il riconoscerci nella comune esperienza del centrosinistra autonomista, che ha rappresentato un’“anomalia” nel Nord governato dal centrodestra e al tempo stesso un laboratorio politico nel panorama nazionale e la consapevolezza che anche in Trentino, occorre lavorare ancora per rilanciare e rafforzare questo assetto. Non si tratta di dar vita a sterili discussioni su schemi politici astratti, ma di confrontarsi concretamente, sulla base di un approccio all’insegna dell’apertura e dell’umiltà, con la diffusa domanda, nella comunità trentina, di una rappresentanza politica più adeguata, sia sul piano della elaborazione programmatica, messa alla prova da sfide sempre più complesse, sul piano economico, sociale e culturale, sia su quello delle forme e degli strumenti di partecipazione democratica.

4. Il PdT e l’UpT intendono dunque avviare una fase di confronto politico e programmatico, aperta al contributo di altre forze, energie e risorse, e proiettata verso e oltre gli appuntamenti con gli elettori, previsti per la primavera e l’autunno del 2018. Un dialogo che sia comunque rispettoso dell’autonomia, dell’identità e della storia dei partiti, nonché del percorso di apertura a mondi e aree politiche civiche già avviato dall’Upt con il fine di allargare l’area della partecipazione, del contributo di idee nuove e del sostegno al centrosinistra autonomista.

Nella legislatura nazionale che ormai volge al termine, il centrosinistra autonomista è stato determinante, sul piano numerico, per garantire la necessaria base di consenso, elettorale e parlamentare, ai tre governi che hanno operato dal 2013 a oggi: Letta, Renzi e Gentiloni. Questa centralità politica ha consentito alla nostra coalizione regionale di contribuire in modo attivo al bilancio largamente positivo della legislatura, al netto di innegabili e in gran parte forse inevitabili limiti. Basti pensare a qual era la condizione dell’Italia e dell’Europa cinque anni fa per misurare ed apprezzare il faticoso cammino compiuto.

Pubblicità
Pubblicità

Alle elezioni politiche nazionali, previste per la prossima primavera, PdT e UpT lavoreranno di intesa con le altre forze della coalizione dunque per sostenere i candidati che le forze politiche proporranno alla coalizione, presentati nei collegi uninominali per il Senato e per la Camera dalla coalizione regionale di centrosinistra autonomista. Per la parte proporzionale decideranno i partiti in piena autonomia.

Al tempo stesso guardano con attenzione agli sviluppi della nuova legge elettorale che ora aspetta l’approvazione del Senato. Sulla base del testo definitivo saranno analizzati i migliori assetti per la composizione delle liste elettorali, definendo le più adeguate modalità di partecipazione dell’Upt a sostegno della coalizione di centrosinistra nazionale, che tutelino comunque l’identità e l’autonomia dell’Upt quale soggetto territoriale, valorizzandone così al meglio l’apporto anche in termini quantitativi. Nella composizione delle liste Pd e Upt intendono promuovere un’apertura a mondi, aree, esperienze politiche e civiche, riconosciute e valorizzate nella loro autonomia, in modo da allargare la base di rappresentanza e di partecipazione, di irrobustire il radicamento territoriale e di accentuare la natura coalizionale del centrosinistra italiano.

5. Il governo del Trentino ha bisogno di serrare le fila in vista della fine della consiliatura e di guardare al futuro con capacità di visione programmatica. Dopo la complessa fase di transizione, che ha coinciso con gli anni della gestione della crisi più grave, per l’Italia e per l’Europa, dalla fine della seconda guerra mondiale, una transizione che è stata guidata in modo efficace ed equilibrato dalla Giunta provinciale e dalle forze politiche del centrosinistra autonomista (quelle presenti in Consiglio, e quelle rimaste escluse), la nostra comunità vuole sentirsi protagonista di una stagione nuova: sul piano istituzionale, dando seguito al lavoro avviato sia a Trento che a Bolzano rispettivamente con la Consulta e con la Convenzione del nuovo Statuto della nostra autonomia speciale; sul piano economico, dando vita a politiche per lo sviluppo che, facendo leva sulla qualità dei fattori produttivi, colmino il divario che si è andato allargando tra il Trentino e l’Alto Adige/Südtirol; e sul piano sociale, facendo fronte con lungimiranza e creatività alle nuove sfide che i grandi mutamenti, innanzi tutto demografici, portano con sé.

Allo stesso tempo, necessario e urgente appare riflettere sull’adeguatezza delle nostre attuali formazioni politiche ad assicurare il necessario equilibrio tra radicamento territoriale e autonomistico da un lato, e apertura e collegamento con la altrettanto indispensabile dimensione nazionale ed europea della forma-partito.

In questo contesto, nel quale è dar prova di saggezza non dare nulla per scontato, PdT e UpT intendono avviare una riflessione comune sulle linee strategiche del progetto di governo, sulle forme di partecipazione e sugli assetti della coalizione in vista delle elezioni provinciali e regionali dell’autunno 2018, rafforzando l’asse ed il dialogo diretto con la Südtiroler Volkspartei (Svp) e rilanciando l’alleanza con il Patt su nuove basi e con nuovi stimoli».

L’accordo fra il segretario del PD Italo Gilmozzi e il segretario UPT Tiziano Mellarini visto dal nostro vignettista satirico Domenico La Cava. 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza