Connect with us
Pubblicità

Trento

Rovereto veneziana con il medievista Carlo Andrea Postinger.

Pubblicato

-

Interessante e originale serata quella che ha visto il prof. Carlo Andrea Postinger ospite e relatore del Lions Club Rovereto Host.

Noto archeologo e medievista, il dr. Postinger ha compiuto molte ricerche archeologiche, con particolare attenzione all’architettura fortificata. Autore di pregiate pubblicazioni e studi su palazzi, chiese e castelli del Trentino, attento ricercatore di storia locale, Postinger è Accademico degli Agiati e membro della Società di Studi Trentini di Scienze Storiche.

A lui è stato affidato dal Presidente del Club Massimiliano Guidi un approfondito escursus su quel quasi un secolo, precisamente dal 1416 al 1509, in cui la nascente Rovereto e i circostanti borghi della Vallagarina vissero sotto la dominazione della Repubblica di Venezia, dopo che per alcuni secoli questi territori erano stati possedimenti della nobile famiglia dei Castelbarco.

Pubblicità
Pubblicità

Venezia ampliò il castello ed estese il sottostante borgo lungo l’attuale via della Terra. Rovereto lentamente si sostituì amministrativamente e per importanza economica alla più antica Lizzana. L’acqua del Leno divenne preziosa e fondamentale per i primi insediamenti produttivi e mercantili, così come sul vicino Adige iniziò una sempre più fiorente attività di navigazione.

Si insediò il Capitano che fungeva da Podestà della città, mentre un gruppo ristretto di famiglie si garantirono la presenza nel Consiglio cittadino, preposto anche all’attività giudiziaria e fiscale. Rovereto si dotò dei primi Statuti, con cui la Repubblica veneziana garantiva agevolazioni sui dazi e una forte autonomia amministrativa e di governo.

Rovereto e la Vallagarina erano territori di confine e di controllo verso il Principato Vescovile di Trento. Nel 1509 Venezia si trovò di fronte gli eserciti di mezza Europa, la nota Lega di Cambrai, che ne fermarono l’espansione nel lombardo – veneto e la sconfissero definitivamente. Rovereto si consegnò subito all’Impero di Vienna, ottenendo nel 1510 da Massimiliano I la conferma dei propri statuti, della propria autonomia amministrativa e il riconoscimento del ruolo di Città. Terminava così la dominazione veneziana a Rovereto, a cui seguì il dominio austriaco, ma esercitato attraverso la Contea del Tirolo e non il Principato Vescovile di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Nello scorrere dei secoli crescente fu il malumore verso Vienna, tanto che in ambienti borghesi e intellettuali della città, tra la metà dell’Ottocento e la Prima Guerra Mondiale, sempre più vivi e intraprendenti furono il ricordo del periodo veneziano e l’attenzione verso il nascente Regno d’Italia, fino all’affermarsi nel Basso Trentino di una vera e propria cultura irredentista.

Un filone di pensiero che incise molto, ad esempio, anche nel restauro del Palazzo Pretorio, l’attuale Municipio in Piazza del Podestà, e del Palazzo Del Ben, in Piazza Rosmini, fatto nei primi anni del Novecento dall’architetto fiorentino Augusto Sezanne, con chiari richiami all’architettura della Repubblica lagunare.

La Repubblica di Venezia, pertanto, dominò Rovereto e la Vallagarina per meno di un secolo, poco se rapportato agli oltre 400 anni di vita sotto l’Impero austriaco, ma certamente influì in maniera determinante sulla vivacità economica e culturale che la città ebbe successivamente e fino ai nostri giorni. Inoltre, quella lontana presenza fece di Rovereto una culla dell’irredentismo trentino, a cominciare da Antonio Rosmini, il cui sguardo culturale e filosofico fu preferibilmente rivolto alla nascente Italia.

La storia, infine, ci dice e ci narra che mai Rovereto e la Vallagarina ebbero rapporti diretti con Trento e con l’autorità del Principe Vescovo. Anche sotto l’Impero di Vienna Rovereto aveva rapporti col Tirolo, ovvero con Innsbruck, e mai con Trento. Una verità storica che nel corso del Novecento ha nutrito per decenni una certa rivalità tra le due città, che anche oggi talvolta riaffiora.

Molte le domande fatte dai Soci e dagli ospiti al prof. Postinger, che ha saputo rispondere sempre con apprezzata chiarezza, stimolando fino all’ultimo una serata dimostratasi molto interessante.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]

Categorie

di tendenza