Connect with us
Pubblicità

Voce - Rotaliana

Dal 2 dicembre al 7 gennaio Faedo sarà il «paese del presepe»

Pubblicato

-

Per il secondo anno sarà riproposto a Faedo, su iniziativa della Pro Loco, il più grande presepe del Trentino. Si tratta di una proposta creativa destinata a stupire i visitatori per la sua originalità, che è stata illustrata oggi a Trento nell’ambito della piattaforma di comunicazione Cultura Informa dal presidente Stefano Fontana. Sono intervenuti all’incontro con i giornalisti il sindaco di Faedo, Carlo Rossi; la vicesindaco, Viviana Brugnara; il direttore della Federazione delle Pro Loco, Ivo Povinelli, e il priore della Confraternita degli Stellari, Bruno Filippi.

Per oltre un mese – dal 2 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 – non appena si entrerà nel cuore di Faedo ci si troverà immersi in un grande presepe composto da più di 70 statue a grandezza naturale raffiguranti persone intente a svolgere i lavori tipici della vita di un tempo. Passo dopo passo si potranno scoprire le varie scene allestite negli angoli più caratteristici del paese nascoste tra le stradine strette, i porti e i caratteristici ‘vòlti’ dove ancora si possono assaporare antichi sapori.

Dal falegname alle donne che lavorano la lana e che fanno il pane, dai bambini che giocano e ascoltano storie fino alla stalla ricreata in un antico avvolto destinato un tempo proprio al ricovero degli animali: tutti i personaggi contribuiranno ad animare il borgo al centro del quale, nella piazza, sarà rappresentata scena principale con la Sacra Famiglia in una piccola capanna. Di sicuro effetto e suggestione durante le ore notturne, il presepe sarà visitabile tutti i giorni, a qualsiasi ora, da sabato 2 dicembre a domenica 7 gennaio.

PubblicitàPubblicità

La magica rappresentazione culminerà la sera di venerdì 5 gennaio con la tradizionale ‘Canta della Stella’ in cui un lungo corteo di figuranti, con i Re Magi, farà tappa ad ogni scena intonando i canti natalizi di un tempo. In tardo pomeriggio il paese si spegnerà interamente per lasciarsi illuminare solamente dalle fiaccole sistemate lungo le strette vie dell’antico borgo. Al di là del profondo significato religioso simboleggiato, la processione rappresenta senz’altro un’occasione speciale per assaporare questa tradizione popolare tra canti, musica, cultura e gastronomia.

La novità di quest’anno è rappresentata dal ‘Mercatino della Stella’, un mercatino artigianale allestito tra le varie scene del presepe, all’interno di antiche cantine e stalle, aperto durante tutti i fine settimana di dicembre, a partire da sabato 2 e fino alla vigilia di Natale, dalle ore 10 alle ore 18. Le proposte per i regali di Natale che si potranno trovare sono davvero molte e variegate: dall’oggettistica natalizia a piccole manifatture e sculture in legno, fino ai classici oggetti in feltro e bigiotteria – e il tutto rigorosamente fatto a mano.

Nel ‘paese del presepe’ non mancheranno momenti dedicati ai più piccoli. Si inizierà sabato 2 dicembre con un incontro dedicato alle letture ad alta voce, proposto dalle volontarie del progetto provinciale “Nati per leggere”. Domenica 3 dicembre sarà proposto un laboratorio da parte del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina per la realizzazione di biglietti natalizi e domenica 10 dicembre andrà in scena uno spettacolo teatrale di burattini a cura di Luciano Gottardi. Nei pomeriggi di venerdì 8, domenica 24 e martedì 26 dicembre, saranno invece proiettati cartoni animati per bambini.

Pubblicità
Pubblicità

Ma il ricco programma previsto non si ferma qui. Per scoprire tutte le attività previste, visita il sito ‘Vivere a Faedo o la pagina Facebook della Pro Loco di Faedo.

Pubblicità
Pubblicità

Voce - Rotaliana

Sequenziato il genoma della peronospora, e la fondazione finisce su Scientific Reports

Pubblicato

-

La Fondazione Edmund Mach ha decifrato il codice genetico del patogeno che provoca la peronospora della vite, malattia responsabile ogni anno di gravi danni in Italia e nel mondo.

Si tratta della Plasmopara viticola, il cui genoma è stato  appena pubblicato sulla rivista Scientific reports (gruppo Nature).

I ricercatori hanno scoperto, nell’ambito di un progetto finanziato dalla Provincia autonoma di Trento,  che la peronospora passa piccoli RNA e microRNA alla pianta ospite, i quali regolano l’espressione di geni dell’ospite in modo molto diretto. Inoltre è stata identificata una proteina della peronospora che interagisce direttamente con un gene di resistenza di vite.

PubblicitàPubblicità

Il genoma pubblicato riguarda uno specifico isolato di P. viticola che infetta la vite in Trentino e tramite l’uso di sofisticati approcci genomici ha prodotto una serie di risultati che potranno avere ricadute importanti nella lotta contro questo patogeno riducendo così l’uso di fungicidi di sintesi.

“Questa pubblicazione – sottolinea il presidente FEM, Andrea Segrè – ci sprona a continuare a lavorare in attacco, ovvero nella ricerca più avanzata sul miglioramento genetico, per avere piante più resistenti. Nei nostri laboratori di San Michele stiamo anche investendo nella difesa, cioè nella protezione dalle principali patologie vegetali. In sostanza, il nostro è un lavoro a tutto campo per vincere la partita della sostenibilità”.

I ricercatori hanno scoperto una nuova comunicazione bi-direzionale fra P.viticola e il suo ospite che coinvolge i piccoli RNA. Questo scambio di piccoli RNA porta ad una regolazione genica inter-specie che coinvolge geni che contribuiscono alla difesa dell’ospite contro patogeni e fornirà ai ricercatori degli importanti strumenti per utilizzare nuovi fungicidi basati sull’RNA per la lotta contro la peronospora.

Pubblicità
Pubblicità

P.viticola è un patogeno obbligato, il che significa che non può vivere autonomamente – spiega Azeddine Si Ammour il principale autore dell’articolo -. P.viticola ricava energia sottraendo i nutrienti dalle cellule della vite ospite connettendosi alle cellule di quest’ultima mediante delle strutture chiamate “austori”. Con i miei collaboratori abbiamo mostrato che P.viticola passa piccoli RNA e microRNA alla pianta ospite i quali regolano l’espressione di geni dell’ospite in modo molto diretto. Per controbattere all’attacco la vite usa esattamente lo stesso processo per silenziare geni che sono coinvolti nella patogenicità”.

Gli autori spiegano che piccoli RNA e microRNA sono acidi nucleici di piccole dimensioni in termini di lunghezza che possono legarsi a RNA messaggeri che codificano per proteine. Questo legame di piccoli RNA all’RNA messaggero previene la sintesi della proteina corrispondente. Oltre ad Azeddine Si Ammour, il gruppo di ricerca alla Fondazione Edmund Mach include Matteo Brilli, Elisa Asquini, Mirko Moser e Michele Perazzolli afferenti al Centro di Ricerca ed Innovazione e Pier Luigi Bianchedi afferente al Centro di Trasferimento Tecnologico. (sc)

Scientific Reports (Nature)

A multi-omics study of the grapevine-downy mildew (Plasmopara viticola) pathosystem unveils a complex protein coding- and noncoding-based arms race during infection”

Matteo Brilli, Elisa Asquini, Mirko Moser, Pierluigi Bianchedi, Michele Perazzolli, Azeddine Si-Ammour

Pulizia delle foglie di vite mediante un pennello per raccogliere i corpi fruttiferi dell’oidio. Valutando in seguito la presenza dell’Ampelomyces quisqualis, osservandoli al microscopio.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Voce - Rotaliana

San Michele Adige, falso allarme bomba per vecchi estintori interrati

Pubblicato

-

L’allarme bomba scattato ieri a San Michele all’Adige, nell’ambito dei lavori per la realizzazione del metanodotto, si è rivelato falso dopo il controllo dei vigili del fuoco. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Voce - Rotaliana

San Michele Adige: trovato ordigno nell’area del nuovo metanodotto

Pubblicato

-

Un ordigno è stato ritrovato oggi a San Michele all’Adige, a nord di Trento, nell’area di bonifica per la realizzazione del nuovo metanodotto Verona-Trento-Bolzano. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza