Connect with us
Pubblicità

Trento

Trento, anche il Liber Cafè si arrende al degrado di Piazza Dante

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dopo un anno e mezzo di disordini e di prospettive poco allettanti per combattere il degrado di piazza Dante, il Liber Cafè è in procinto di chiudere i battenti.

Il bar, nato come progetto elegante nel contesto della bellissima palazzina liberty che sorge sul lato opposto alla stazione centrale di Trento, era anche e soprattutto un’idea politica che conferiva al locale un ruolo di presidio di legalità, un avamposto di speranza.

Gli intenti però sono franati e sono rimaste solo le buone intenzioni.

Pubblicità
Pubblicità

Più volte il Liber Cafè, suo malgrado, è stato diretto testimone e vittima del degrado di piazza Dante, al centro di aggressioni, risse e disordini di ogni tipo legati soprattutto alla guerra dello spaccio tra bande di africani che lottano per la supremazia.

Ecco l’ultimo in ordine di tempo, tanto per fare un esempio. Naturalmente, difficile farsi una clientela con questo clima di paura che serpeggia e l’ormai cattiva fama della piazza.

Isidoro Ruocco, foto Facebook

Pubblicità
Pubblicità

A nulla sono servite le iniziative per cercare di “riprendersi” la piazza, darle vita e non lasciarla abbandonata come terreno di scontro tra bande.

Diverse volte i gestori del bar e il proprietario, Isidoro Ruocco, hanno denunciato lo stato della situazione e anche l’immobilismo delle istituzioni minacciando che se le cose non fossero cambiate avrebbero abbandonato l’attività. Momento che, pare , sia già arrivato dopo l’apertura dell’aprile 2016.

Paolo Crusi

“Far impresa in Italia è proprio un’impresa – commenta il militante di Agire per il Trentino, Paolo Crusi -. Aggiungi alle tasse un contesto di Piazza Dante in cui lo spaccio e il degrado sono ormai il biglietto da visita e la chiusura è assicurata. Chi risarcisce questo signore? Chi risarcisce e mantiene i dipendenti?Chi paga le tasse se le aziende muoiono? A chi viene lasciata la Piazza? Complimenti per l’ennesimo fallimento imputabile alla situazione imbarazzante delle nostre città, un fallimento che colpisce tutti e massima solidarietà ai gestori e lavoratori di questa struttura”.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Giudicarie e Rendena6 ore fa

Scivola per 80 metri sotto il passo di Ortiche, gravissimo al santa Chiara

Politica8 ore fa

Dopo Claudio Cia anche «Coraggio Italia» chiede chiarimenti a Fugatti

Alto Garda e Ledro9 ore fa

Nuovi Sguardi Gardesani: al via la nuova campagna fotografica

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

“Termenago a teatro. La rinascita di un borgo”: il progetto finanziato dal Pnrr ai nastri di partenza

Arte e Cultura10 ore fa

«Venezia millenaria» in scena al Castello del Buonconsiglio

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

“Sinfonie d’autunno”: in Val di Sole una stagione da vivere con tutti i sensi

Trento11 ore fa

Coronavirus: 696 nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Trentino

Arte e Cultura11 ore fa

Al Teatro Sociale di Trento oggi un workshop con i principali rappresentanti delle imprese culturali di livello internazionale

Trento11 ore fa

Prevenzione delle epidemie: si è aperto oggi il workshop scientifico organizzato da FEM con FBK e MUSE

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Ospedale di Cles «Amico delle Bambine e dei Bambini»: stamattina la cerimonia di assegnazione del riconoscimento

fashion12 ore fa

Torna le settima edizione del Galà della Moda Sotto al Nettuno

Fiemme, Fassa e Cembra12 ore fa

Dal 1° ottobre la raccolta delle richieste di indennizzo per i danni da maltempo in Val di Fassa

Trento12 ore fa

Sanità: «Basta discriminazioni, tutti i sospesi rientrino al lavoro»

Trento13 ore fa

Furti negozi, denunciati un 27 enne tunisino e una 39 enne italiana

Trento13 ore fa

Controlli piazza Dante: trovata della droga nascosta, espulso cittadino straniero

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza