Connect with us
Pubblicità

Voce - Valsugana

Negata dalle forze dell’ordine anche oggi l’entrata a scuola del bimbo non vaccinato

Pubblicato

-

Anche oggi a Calceranica la famiglia del bambino ritenuto non conforme alla normativa sui vaccini obbligatori si è presentata davanti alla scuola.

Ma anche stavolta il piccolo ha trovato davanti alla scuola materna polizia municipale e carabinieri a sbarrargli la strada. Inutile anche il picchetto di genitori, Assemblea Rovereto e comitato Uniti per Oviedo a sostegno della famiglia.  Presenti anche i consiglieri provinciali Filippo Degasperi e Walter Kaswalder.

Nonostante i genitori del piccolo abbiano preso contatto con l’Azienda per i Servizi Sanitari e abbiano già effettuato un colloquio, il bambino è stato ritenuto “non conforme“. Illegittimamente, secondo l’avvocata del Comitato, secondo cui la normativa nazionale, col colloquio, sarebbe stata adempiuta appieno, e quella dell’asilo sarebbe una forzatura illegittima. I genitori minacciano querele nei confronti dell’assessorato della sanità Trentina. 

Pubblicità
Pubblicità

In prima fila nella trattativa, Andreas Poeder, consigliere provinciale della Buerger Union, sceso dall’Alto Adige a dare man forte alla famiglia esclusa che ha minacciato una serie di denunce per tutti gli enti. Ad attendere il bambino c’era anche il sindaco di Calceranica Cristian Uez, dispiaciuto, ma risoluto nel far seguire a tutti le regole emanate dal ministro Lorenzin e dalla provincia autonoma di Trento. Ci si attende ora un altro caso simile a Ischia di Pergine.

«Stamattina in un paese trentino è stato impedito ad un bambino di entrare in classe.  Ci chiediamo se è questo che intendiamo per “scuola inclusiva”: far intervenire le Forze dell’Ordine per impedire l’ingresso di un bambino alla sua classe, oltretutto sano come un pesce. Sembra di essere stati catapultati in un’altra epoca. Un motivo in più per procedere spediti alla cancellazione di una legge tanto assurda». – queste le dichiarazioni di Filippo Degsperi

Secondo il comitato Uniti per Oviedo il provvedimento di esclusione è completamente infondato, arbitrario ed illegale. La Legge 119/2017 all’art. 3 comma 1, prevede per la frequentazione dell’anno scolastico un iter di regolarizzazione vaccinale che inizia con la presentazione da parte dei genitori di “formale richiesta di vaccinazione all’A.S.L. territorialmente competente”, e poiché i genitori del bambino ad oggi escluso hanno presentato tale richiesta entro i termini previsti dalla legge, richiesta accolta dall’ASL che li ha già convocati al primo colloquio, il bambino deve poter accedere a scuola.

A tutt’oggi inoltre non è stato formalizzato ai genitori alcun provvedimento di esclusione, fatta salva una comunicazione informale della scuola, priva di protocollo e consegnata a mano ai genitori. Non si comprende quindi sulla forza di quale atto sia intervenuto il Sindaco, né tantomeno le Forze dell’ordine, le quali non hanno esibito alcuna ordinanza a supporto del loro intervento.

«Il diniego all’accesso del bambino appare quindi basato unicamente sul fatto che i genitori hanno presentato richiesta di appuntamento all’ASL tramite raccomandata anziché tramite il sistema CUP on-line, – si legge in una nota del comitato – modalità contemplata dalla legge come aggiuntiva. È incomprensibile come un bambino possa venire discriminato sulla base della modalità di prenotazione di un appuntamento, a maggior ragione quando l’iter di regolarizzazione vaccinale è già stato iniziato, tanto più se si considera che altri bambini non vaccinati, pur non avendo ancora iniziato l’iter, frequentano regolarmente la scuola solo perché i loro genitori si sono avvalsi della prenotazione CUP. Non è accettabile che, nel 2017, le Istituzioni agiscano in modo così arbitrario, in totale sprezzo della legalità e dei diritti di un minore. Il Comitato sta valutando di agire nelle sedi più opportune per tutelare il bambino e la sua famiglia, senza escludere azioni risarcitorie e penali a carico dei responsabili diretti ed indiretti.»

Nella foto i genitori assieme al loro figlio che vengano fatti uscire dalla scuola materna accompagnati dai vigili urbani e dal sindaco, mentre i carabinieri presidiavano la zona.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]
  • Parco giochi per anziani: l’incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
    All’arrivo della terza età troppo spesso si tende ad uscire e socializzare meno, con risultati non completamente positivi sulla salute. Una delle soluzioni insieme alle tante attività può essere lo sport: una perfetta occasione di interazione e socializzazione che permette di mantenersi attivi non solo nel corpo ma anche nello spirito. Per aiutare gli anziani […]
  • Il dipinto ritrovato: torna a casa il “ritratto di signora” di Klimt
    22 febbraio 1997: presso la Galleria Ricci Oddi di Piacenza scompare il “Ritratto di Signora”, una delle opere dell’artista austriaco Gustav Klimt risalente al 1916/17. La cornice abbandonata sul tetto dopo il furto era tutto ciò che restava di una delle splendide e più discusse opere di Gustav Klimt. La tela originale, si suppone infatti […]
  • Regno Unito: dal 2035 vietata la vendita di auto diesel e benzina
    Il settore delle auto elettriche è nella sua piena espansione, sebbene le quote di mercato rimangono ancora a livelli inconsistenti. Infatti, i principali costruttori stanno investendo cifre immense per crescere ulteriormente ed accompagnare la produzione verso uno sviluppo ed un acquisto di massa. Il problema delle emissioni derivanti dalle automobili, è stato preso di petto […]

Categorie

di tendenza