Connect with us
Pubblicità

Voce - Val di Non & Sole

Prosa, danza e giovani nella stagione teatrale 2017-18 della Val di Non

Pubblicato

-

Per il terzo anno consecutivo ritorna il teatro in val di Non con tanti appuntamenti all’insegna della prosa, della danza e dei temi sociali legati ai giovani. Diciassette appuntamenti sparsi tra la bassa e l’alta Valle di Non, nei comuni di Cles, Livo, Predaia, Romallo, Romeno, Sarnonico e Ville d’Anaunia.

La rassegna teatrale “La Val di Non a Teatro” sta ormai diventando un appuntamento fisso per la vallata. Un percorso iniziato tre anni fa con il teatro amatoriale e che quest’anno prosegue con nuovi appuntamenti all’insegna del teatro e della danza professionale.

Il tutto è stato possibile grazie all’adesione di nuovi comuni della vallata – da cinque a undici comuni aderenti –  e alla rinnovata collaborazione con il Coordinamento Teatrale Trentino e la Comunità della Val di Non. Oltre a ciò è stato importante il sostegno delle Casse Rurali Trentine, della Provincia Autonoma di Trento e del Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo.

PubblicitàPubblicità

La stagione teatrale “La Val di Non a Teatro 2017-2018” è stata divisa in quattro categorie “prosa”, “danza”, “altri eventi” e in ultimo, ma non meno importante il “teatro ragazzi”.

Quest’ultima categoria apre le porte alle scuole con due spettacoli in programma a Coredo e a Tuenno, il 12 e il 13 dicembre 2017. Due spettacoli di Guido Castiglia dedicati ai giovani: “Ernesto roditore guardiano di parole” per scoprire e riscoprire la voglia di leggere e “Branco di scuola. Una semplice storia di bullismo”, la storia di un fratello e di una sorella che, in maniera diversa, sono stretti nella morsa del bullismo, un bullismo costante e latente e, a volte, apparentemente innocuo, ma psicologicamente devastante.

Ma aprirà i battenti de “La Val di Non a Teatro 2017-2018”  il Comune di Predaia – Taio, il 17 novembre 2017 con lo spettacolo “Invisibili generazioni” di Carolina De La Calle Casanova. Una commedia grottesca e punk che racconta il fenomeno migratorio delle nuove generazioni attraverso le retrovie della classe dirigente e nelle strofe in prima linea di chi parte e di chi resta.

Seguiranno sette spettacoli di prosa con attori di fama nazionale, come Simona Marchini che inaugurerà la prosa con l’esibizione “Croce e delizia, signora mia…”, a Cles, il 01 dicembre 2017. Simona racconta le tre storie della Traviata, il Rigoletto e il Trovatore, la cosiddetta trilogia popolare, con la sua verve ironica ed elegante, coinvolgendo l’arte raffinata del musicista di fama internazionale Paolo Restani che descrive al pianoforte temi verdiani attraverso la parafrasi di Liszt.

Pubblicità
Pubblicità

Infine, la danza professionale, con quattro esibizioni dedicate allo Schiaccianoci, alla musica viennese di Strauss, nella quale vi sarà il coinvolgimento attivo del pubblico, e uno spettacolo della MM Contemporary Dance Company rivolto alla danza spagnola, il Bolero.

Chiuderà la categoria il Centro Kino Danza con “Frequenze di musica e danza a palazzo” presso la sontuosa dimora di Palazzo Aliprandini Laifenthurn a Livo. Uno spettacolo del tutto originale dove la farà da protagonista la vibrazione in balletti di danza classica moderna e contemporanea. Un altro aspetto all’avanguardia di questo spettacolo sarà l’accordatura degli strumenti a 432 Hz (il famoso LA Verdiano) che sono in risonanza con le frequenze alla base dell’organismo umano e dell’universo.

Per informazioni sulle date e i luoghi della rassegna “La Val di Non a Teatro 2017-2018”:  http://www.centroculturaledanaunia.it/teatro-val-non-inizia-la-stagione-20172018/

Pubblicità
Pubblicità

Voce - Val di Non & Sole

Mele, il progetto ipogeo di Melinda approda al Parlamento Europeo

Pubblicato

-

Una delegazione di rappresentanti delle maggiori realtà produttrici di mele in Trentino, insieme all’assessora provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli, sarà a Bruxelles lunedì 4 marzo per presentare al Parlamento europeo il progetto ipogeo realizzato da Melinda.

Ad accoglierli i deputati europei Paolo De Castro e Herbert Dorfmann.

Il progetto ipogeo, il sistema unico al mondo di conservazione delle mele in grotte sotterranee, realizzato da Melinda a Tassullo, in Val di Non, sarà protagonista di un evento al Parlamento europeo in programma lunedì 4 marzo.

Pubblicità
Pubblicità

Una delegazione di rappresentanti del mondo melicolo trentino formata dai cda di Melinda e La Trentina, Apot e Assomela, insieme all’assessora provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli, al direttore di Trentino Marketing Maurizio Rossini e al vicepresidente della Federazione Bruno Lutterotti, presenteranno questo innovativo sistema di conservazione delle mele presso il Parlamento Europeo.

All’incontro interverranno Michele Odorizzi e Paolo Gerevini, presidente e direttore generale di Melinda, Franco Paoli, direttore del reparto lavorazione e conservazione, e Alessandro Dalpiaz, direttore di Apot.

Ad accogliere e guidare il gruppo trentino ci saranno i deputati del Parlamento europeo Paolo De Castro e Herbert Dorfmann, che, a seguire, aggiorneranno i partecipanti sulle più importanti novità relative alla riforma della Politica Agricola Comunitaria e dell’Organizzazione Comune di Mercato per il settore Ortofrutticolo.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Monclassico: grave 79enne azzannato dal cane

Pubblicato

-

Momenti di grande paura per un settantanovenne di Monclassico lunedì mattina (31 dicembre): il malcapitato intervenuto per liberare una gallina dalla presa del lupo cecoslovacco appartenente al figlio, è stato azzannato al viso e alle braccia.

Il 79enne  ha riportato lesioni al volto e accompagnato dapprima all’ospedale di Cles, è stato poi trasferito a Trento dove è stato trattenuto in ospedale; le sue condizioni sono gravi, ma non è per fortuna in pericolo di vita.

La chiamata al 112 è pervenuta poco prima delle  12.

Pubblicità
Pubblicità

L’aggressione è avvenuta all‘esterno dell’abitazione di famiglia. Il lupo cecoslovacco appartiene al figlio ed è abituato a stare anche con l’anziano.

Sembra che lunedì mattina il cane avesse afferrato una gallina; a quel punto l’uomo è intervenuto istintivamente per  strappargliela dalla bocca.

Sembra sia questo il gesto che ha fatto scattare il lupo cecoslovacco: il cane ha azzannato l’anziano al volto e alle braccia. Solo l’intervento del proprietario avrebbe poi evitato che la situazione degenerasse e potesse accadere il peggio.

L’ambulanza è intervenuta tempestivamente e l’uomo è stato trasportato all’ospedale di Cles per le cure del caso.

Pubblicità
Pubblicità

valutate le lesioni riportate dal 79enne, è stato deciso un trasferimento all’ospedale Santa Chiara di Trento, soprattutto per permettere agli specialisti di valutare l’entità delle ferite riportate al volto

L’anziano è stato quindi trattenuto in ospedale in osservazione. Sul posto dell’aggressione, sono intervenuti i carabinieri di Cles

Il lupo cecoslovacco è stato quindi affidato al suo proprietario,che lo ha messo nel suo recinto.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Voce - Val di Non & Sole

Pia Laviosa Zambotti e le altre: dalla terra allo spazio cercando l’umano

Pubblicato

-

FONDO-CLES –  Un progetto dedicato a Pia Laviosa Zambotti, con incontri previsti a Fondo e Cles nei mesi di febbraio e marzo, rivisiterà la figura dell’archeologa e studiosa anaune in quanto donna che ha saputo emanciparsi attraverso lo studio in un contesto culturale, sociale e politico prevalentemente maschile. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza