Connect with us
Pubblicità

Trento

Mozione «antifascista» in consiglio comunale ad Ala: Il Patt esce dall’aula al momento della votazione.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Durante l’ultima seduta del Consiglio Comunale è stata discussa la mozione proposta dalla Bussola, atta a proporre di sottoporre alla firma di un’autocertificazione – atto notorio tutti i responsabili delle associazioni che collaborano con il Comune nella quale dichiarare esplicitamente di riconoscersi nei valori antifascisti.

Trattandosi di un atto politico vocatamente ideologico, la segreteria politica della sezione PATT di Ala Francesca Aprone di concerto con il suo rappresentante in Giunta Comunale, l’Assessore Gatti Stefano, ha ritenuto di presentare un emendamento a tale mozione che la perfezionasse. L’emendamento autonomista prevedeva la modifica alla mozione estendendo la certificazione a tutti i totalitarismi, non solo al fascismo.

«Pur ritenendo in fatti questa certificazione un passaggio superfluo,  – spiega Francesca Aprone – una sorta di “patentino ideologico” che va a gravare anche burocraticamente sulle spalle delle associazioni già oberate di certificazioni, se comunque si fosse voluto procedere nella direzione dell’approvazione, che allora si rendesse promotrice di una riflessione a più ampio respiro, inclusiva di una condanna a tutti le forme di governo autoritaristiche e antidemocratiche».

Pubblicità
Pubblicità

La mozione affronta un argomento oltremodo delicato, in quanto in questo particolare momento storico, sia a livello nazionale che europeo, emerge chiaramente un inasprimento del dibattito politico, che va estremizzandosi su posizioni che sempre meno ci riportano a quei valori di solidarietà e sussidiarietà che hanno garantito alle nazioni europee settant’anni di Pace.

L’epoca dei totalitarismi che ha insanguinato il Novecento va analizzata in maniera ampia e obbiettiva, e condannata in ogni sua forma essa sia stata declinata, poichè dietro al paravanto del fascismo ma non soltanto di esso (del comunismo e in generale di ogni forma dittatoriale che sia stata applicata nel ventesimo secolo) si è celata la medesima volontà di annientare i principi cardine della democrazia, annicchilendo la volontà popolare.

«Da autonomisti – aggiunge Aprone – ricordiamo e ribadiamo che tutte le forme di dittatura sono in egual misura da considerarsi il più grande nemico delle istanze autogovernative dei popoli, senza esclusione. Ricordiamo inoltre che la Costituzione Italiana, alla quale è saldamente incardinato il nostro Statuto di Autonomia, condanna ampiamente, esplicitamente e sufficientemente il fascismo».

Pubblicità
Pubblicità

«Ecco perché nel momento in cui la nostra proposta di emendamento non è stata accettata, – conclude la Segretaria del PATT – abbiamo ritenuto di astenerci dal voto uscendo dall’aula, ritenendo che sia riduttivo farne un discorso puramente indirizzato verso l’antifascismo verso il quale l’impegno costituzionale già definisce una linea di condotta precisa. Questa sarebbe potuta invece divenire l’occasione per suggerire, specialmente ai nostri giovani, una riflessione più ampia rispetto alla lotta contro ogni tipo di totalitarismo e in generale ricordare alle attuali e alle future generazioni l’importanza di lavorare per promuovere e diffondere quei principi liberali di Pace, Identità e Democrazia che consentono di rivolgersi al futuro con maggiore speranza e consapevolezza anche nelle piccole cose, nelle attività delle nostre associazioni e nel tessuto sociale tutto».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento3 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Valsugana e Primiero3 giorni fa

Dopo il caos attorno al video, arriva la risposta dell’APT Valsugana

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento6 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Offerte lavoro1 giorno fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Valsugana e Primiero4 giorni fa

San Valentino col bacio Gay, bufera sull’Apt della Valsugana

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza