Connect with us
Pubblicità

Trento

Ministro Lorenzin: «L’autorità competente interverrà sull’ospedale di Trento»

Pubblicato

-

“Possiamo escludere assolutamente che la malaria sia stata presa in un contesto esterno all’ospedaledi Trento: il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha parlato della morte di Sofia, la bambina di 4 anni deceduta per malaria il 4 settembre. “Questo – ha aggiunto – mi sembra un conforto perché vuol dire che non abbiamo ceppi di zanzare che sono vettori malarici. Da un certo punto di vista siamo tutti più sicuri”.

La ministra Lorenzin conferma quindi che la malaria che ha portato alla tragica morte di Sofia Zago è stata contratta nell’ospedale santa Chiara di Trento.  “Le autorità competenti – ha aggiunto il ministro della Salute a margine di un convegno a Milano – interverranno sull’ospedale di Trento nel modo più consono e appropriato possibile”. Secondo quanto pubblicato oggi da alcuni quotidiani i primi risultati delle analisi disposte dopo la morte della piccola avrebbero stabilito che il ceppo del parassita che l’ ha uccisa e’ lo stesso di quello identificato in due bimbe del Burkina Faso, appena giunte da loro paese di origine, ricoverate nello stesso ospedale e poi guarite.

“I nostri consulenti hanno chiesto una proroga per la consegna delle relazioni sul caso di Sofia. Una proroga per le difficoltà tecniche nel giungere ad ottenere qualche dato”. A spiegarlo è il procuratore capo di Trento, Marco Gallina, titolare dell’inchiesta per omicidio colposo, che punta ad accertare le cause del decesso della piccola, avvenuto agli Spedali civili di Brescia, dopo ricoveri a Portogruaro (Venezia) e a Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Ma proprio sulla fuga di notizie che ha prodotto alla pubblicazione dell’articolo sullo stato delle indagini da parte del Corriere della Sera è sotto la lente d’ingrandimento di alcuni consiglieri della provincia autonoma di Trento. Ugo Rossi, che non è mai stato informato deli risultati delle indagini si è dichiarato dispiaciuto e ha chiesto un colloquio con la ministra Lorenzin, mentre Il consigliere Degasperi chiede che i responsabili del santa Chiara si auto sospendano, «Il Corriere della Sera torna a sollevare il caso della malaria al Santa Chiara – scrive Degapseri in una nota –  Il giornale si espone (probabilmente in base a riscontri in suo possesso) e ipotizza che l’errore possa essersi verificato in ambulatorio.In quell’occasione avevamo evidenziato le carenze della Sanità trentina, a cominciare dalla presenza di un primario itinerante in pediatria (caso unico nel panorama nazionale) e dall’assenza di una struttura interdisciplinare autonoma di malattie infettive (nonostante i precedenti). Avevamo inoltre denunciato come il direttore generale avesse abbandonato “la nave in gran tempesta” per recarsi alla presentazione della Maratonina di Udine, un evento cui evidentemente non si poteva rinunciare».

E ancora: «Il dubbio che quanto accaduto sia stato facilitato da problematiche organizzative è forte. Chiediamo pertanto, sulla base di un elementare principio di precauzione, che i diretti interessati si auto-sospendano dalle loro funzioni, sino a quando i risultati definitivi dell’inchiesta non avranno fatto luce piena sulle varie responsabilità. In questo modo il dg Bordon potrà dedicarsi a tempo pieno alla promozione delle attività podistiche del Friuli Venezia Giulia con gran vantaggio per gli atleti e (soprattutto) per i pazienti trentini».

Sul caso invece il consigliere provinciale di Agire Claudio Cia chiede a Zeni  di intervenire in aula sulla fuga di notizie. «Le affermazioni di Beatrice Lorenzin smentiscono in modo clamoroso quanto ebbero a dichiarare l’Assessore alla salute e alle politiche sociali Luca Zeni ed il Direttore generale dell’Apss Paolo Bordon che, ai tempi dei fatti, negarono che ciò fosse avvenuto all’interno del nosocomio del Santa Chiara» – dichiara Cia.

Pubblicità
Pubblicità

«A suo tempo sul caso in questione era stata depositata dal sottoscritto un’interrogazione a risposta immediata nella quale si chiedeva all’Ass.  Zeni se era esclusa la presenza di zanzare del genere Anopheles, – aggiunge il consigliere – assieme ad altre delucidazioni sui casi di malaria negli ultimi cinque anni in Trentino; in seguito, l’Ass. Zeni rispondeva che la presenza di questo tipo di zanzare era confermata (seppur lieve) e che negli ultimi cinque anni i casi di malaria sono stati 51, di cui 18 Trentini e 2 decessi (fra cui anche un neonato a Rovereto). Se le indiscrezioni della stampa fossero confermate cambia tutto perché ci sarebbe anche un grosso problema all’interno delle nostre strutture ospedaliere che, oberate da carichi di lavoro, espongono il personale sanitario a rischi di errore elevati che impongono alla politica di rivedere l’organizzazione e la distribuzione di tale personale all’interno degli ospedali; non da ultimo, dopo questa fuga di notizie, – conclude Claudio Cia –  non abbiamo intravisto nessuna rassicurazione da parte delle nostre istituzioni che dovrebbero comunque mandare un segnale alla popolazione. Perciò sarebbe il caso che l’Ass. Zeni intervenga subito in Consiglio provinciale chiarendo se queste notizie sono vere o false».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]

Categorie

di tendenza