Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Una domenica per i più piccoli, tra musica e animazione video

Pubblicato

-

Da oltre 15 anni il Centro Servizi Culturali Santa Chiara mette in campo progetti pensati per facilitare l’accesso al teatro di nuovi utenti, dai piccolissimi agli adulti: è in questo quadro che si inseriscono le due proposte del weekend dedicate ai più piccoli, quella de «Il magico Zecchino d’Oro» a Trento e il «Laborigeno» al Melotti di Rovereto.

Il Caffè della Peppina, Volevo un gatto nero oppure Quel bulletto del carciofo. Chi di noi, almeno una volta, non ha sentito e cantato queste canzoni? E quale occasione migliore per ascoltarle di nuovo – assieme ai propri figli – se non con lo spettacolo «Il magico Zecchino d’Oro» offerto dal Centro Servizi Culturali Santa Chiara?

Per i suoi primi sessant’anni, domenica 5 novembre alle ore 16.00 presso il l’auditorium Santa Chiara di Trento, lo Zecchino d’Oro si farà un regalo di compleanno speciale: un musical che intende ricordare l’ormai lungo percorso della celebre kermesse televisiva, inserendo in una trama completamente originale, quale colonna sonora, alcune delle canzoni che hanno segnato la storia del concorso.

Pubblicità
Pubblicità

Lo spettacolo avrà per protagonista Alice, una bambina dalla spiccata fantasia, che grazie ad uno zecchino d’oro dai magici poteri arrivato direttamente dalla luna, avrà la possibilità di incontrare, tra colpi di scena e rocambolesche avventure, alcuni dei personaggi più famosi dello “Zecchino”: dal Katalicammello, al Carciofo bulletto, dalla Peppina con il suo famoso caffè all‘Orangotango.

Il team creativo è una conferma per le produzioni musical di Fondazione Aida. Le scenografie di Andrea Coppi, i costumi e gli oggetti di scena di Antonia Munaretti con Nadia Simeonova, le coreografie curate da Elisa Cipriani e Luca Condello ballerini solisti del Corpo di ballo dell’Arena di Verona, gli arrangiamenti musicali a firma di Patrizio Maria D’Artista, giovane compositore e arrangiatore di colonne sonore per cinema e teatro.

All’Auditorium Melotti di Rovereto invece, alle ore 16.30, piccoli registi e registe si metteranno all’opera per creare un film di animazione attraverso la costruzione di marionette di cartone che verranno successivamente animate con la tecnica dello stop motion (o passo uno). Utilizzando forbici, carta e cartoncini, collage, un computer, un registratore audio e una webcam, daranno vita a un vero e proprio “cartone animato” collettivo: un’occasione per esprimere abilità creative individuali, sperimentare il lavoro di gruppo e conoscere le tecniche alla base del cinema.

Pubblicità
Pubblicità

Tutto questo grazie a «Laborigeno» uno degli appuntamenti inseriti nel ciclo di laboratori didattici «Il gioco del cinema». Ogni prima domenica del mese, a partire da novembre, i laboratori daranno modo ai partecipanti di scoprire i segreti e i trucchi del cinema, aiutandoli a cimentarsi con le tecniche dell’animazione e del montaggio per realizzare il loro primo cortometraggio.

Dopo Matteo Ninni, il 3 dicembre sarà invece la volta di Michela Facchinetti di Kiwilab che aiuterà i partecipanti al laboratorio a creare piccole situazioni e storie con protagonisti bambini e ragazzi, “animati” frame by frame.

Pubblicità
Pubblicità

Arte e Cultura

Mostra APT: il «Guercino» della collezione Cavallini Sgarbi è arrivato in val di sole

Pubblicato

-

Da oggi, venerdì 20 settembre, la mostra di Castel Caldes dedicata alla collezione Cavallini Sgarbi si arricchisce di uno straordinario dipinto del Guercino.

Dopo il prestito al Forte di Bard in Valle d’ Aosta, dove il dipinto di Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino era esposto nella mostra monografica dedicata al pittore emiliano, la tela sarà infatti visibile fino al 3 novembre a Castel Caldes assieme alla settantina di opere tra dipinti e sculture che vanno dal Quattrocento a metà Ottocento con capolavori di Lotto, Artemisia Gentileschi, Cagnacci.

Il quadro, raffigurante il legale Francesco Righetti, è approdato nella collezione Cavallini Sgarbi nel 2004, è stato dipinto dal pittore di Cento tra il 1626 ed il 1628 e raffigura un noto avvocato della città natale del Barbieri.

Pubblicità
Pubblicità

Lo stesso Righetti aveva in collezione due  dipinti del Guercino una Maddalena e un San Giuseppe.

Pochi i ritratti conosciuti eseguiti dal  Barbieri,  questo  raro esempio ne mette in luce le doti di buon ritrattista.

La mostra, fortemente voluta dall’Apt Val di Sole, dal Comune di Caldes e dalla Pat, sta raccogliendo consensi  di pubblico e critica raccontando  attraverso questa collezione d’arte la passione  e l’ amore per l’ arte della nota famiglia ferrarese.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Arte e Cultura

Arrivano le giornate del Patrimonio nei castelli trentini

Pubblicato

-

Arrivano le Giornate del Patrimonio: nei castelli del Trentino sono in programma mostre, attività per famiglia e visite guidate, inoltre domenica 22 settembre c’è l’ingresso gratuito al Castello del Buonconsiglio, a Castel Thun, a Castel Beseno e Castel Stenico, ridotto a Castel Caldes.

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio domenica 22 settembre 2019 l’ingresso al Castello del Buonconsiglio, a Castel Thun, Castel Stenico e Castel Beseno sarà gratuito mentre a Castel Caldes l’ingresso sarà a tariffa speciale di 5,00 euro.

Un’occasione davvero imperdibile per visitare gratuitamente non solo i castelli provinciali ma anche le mostre allestite nelle sedi museali: al Buonconsiglio si potranno ammirare preziosi tessuti e ricami oltre a importanti dipinti esposti nella mostra “Fili d’oro e dipinti di seta” con viste guidate  a pagamento sabato alle 15.30 e domenica alle 11.00 ;  a Castel Thun i visitatori potranno vedere, la mostra “À la mode française. Stile, modelli e modiste per le contesse Thun” dedicata alle riviste di moda illustrate del XIX secolo: strumenti di grande successo per la diffusione e divulgazione del gusto, offrivano un dettagliato e articolato panorama dell’eleganza femminile, che guardava a Parigi come centro dell’haute couture; nella Sala dei Fiori del Castello di Stenico, ancora per pochi giorni, è allestita la mostra “Colori fluttuanti” dedicata alla carta marmorizzata che chiuderà il 29 settembre.

Pubblicità
Pubblicità

A Castel Caldes l’ingresso sarà per tutti a tariffa speciale (5,00 euro) e si potrà ammirare la mostra “Cavallini Sgarbi”: un emozionante percorso lungo quattro secoli che, dalla seconda metà del Quattrocento, ha radunato 80 opere della celebre collezione in una inedita selezione “Da Niccolò dell’Arca a Francesco Hayez”.

In tutte le sedi sono previste attività autogestite per famiglie (Piccolo ma prezioso).

Quale bambino non ha mai creato la sua piccola collezione di tesori?

Grazie al kit operativo proposto dal museo, grandi e piccini potranno arricchire il proprio cofanetto andando alla ricerca di oggetti preziosi tra le sale del castello.

Pubblicità
Pubblicità

Risolvendo giochi e indovinelli, potranno scoprire alcune curiosità sulle raccolte museali collocate nelle diverse sedi, ragionando su cosa renda davvero “prezioso” ogni singolo oggetto custodito al museo.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Arte e Cultura

Museo Diocesano Tridentino: fino al 4 novembre espone Sidival Fila

Pubblicato

-

Il Museo Diocesano Tridentino propone tra settembre e ottobre quattro visite guidate all’esposizione «Sidival Fila Opere», aperta fino al 4 novembre 2019.

Frate francescano e artista contemporaneo, Sidival Fila pone al centro delle sue opere i materiali tessili e le stoffe, anche umili o di scarto, a cui dona nuova vita grazie ad un importante lavoro di tessitura, ricucitura e colorazione.

Le visite guidate sono in programma domenica 22 settembre, domenica 6, 13 e 20 ottobre alle ore 16.

Pubblicità
Pubblicità

Il ritrovo è presso la biglietteria del Museo Diocesano Tridentino in piazza Duomo a Trento.

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio (domenica 22 settembre) e della prima domenica del mese (domenica 6 ottobre) la partecipazione alle visite guidate è libera e gratuita.

Nelle restanti giornate compresa nel biglietto d’ingresso alla mostra.

In occasione della Settimana Mozartiana, sabato 21 settembre alle ore 12 il Museo Diocesano Tridentino ospiterà in Sala Arazzi il concerto del “Quartetto di Venezia” «Effetto Mozart. La piazza che suona.»

Pubblicità
Pubblicità

In programma musiche di Wolfgang Amadeus Mozart (quartetto kv 464 e kv 428) e Franz Joseph Haydn (quartetto op. 33 n. 6). Il “Quartetto di Venezia” è composto da: Andrea Vio, Alberto Battiston (violini), Mario Paladin (viola) e Angelo Zanin (violoncello).Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti disponibili.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza