Connect with us
Pubblicità

Lo sport in provincia

Atletica, domenica il cross di Levico. In palio la maglia azzurra agli Europei

Pubblicato

-

Conto alla rovescia finito per il cross di Levico 2017 che è giunto alla settima edizione, ancora una volta organizzato dal GS Valsugana Trentino. Ai nastri di partenza 380 atleti in lotta per la gara che vale la maglia azzurra, ovvero la possibilità di essere selezionati tra i membri della squadra italiana agli Europei del 10 dicembre in Slovacchia. 

Dalle ore 9 appuntamento al parco che circonda il lago di Levico dove gli atleti si sfideranno probabilmente su un percorso reso pesante dalle piogge che sono previste dal bollettino meteo, ambiente classico per la corsa campestre. Naturalmente previsto anche the caldo per corroborare i presenti. Tra gli 8 e i 10 km la distanza da coprire percorrendo più volte il giro del tracciato che misura circa 900 metri.

Da tutta Italia affluiranno in Valsugana 80 società di atletica, la più lontana proveniente da Bari. In città grande richiesta di camere agli alberghi per partecipare alla manifestazione podistica. In totale 650 persone affolleranno il parco del lago durante la mattinata di domenica 5 novembre.

PubblicitàPubblicità

Nelle categorie allievi junior attesa la sfida per il successo tra Nadia Battocletti e Ilaria Fantinel che sono già state entrambe maglie azzurre quest’anno.

Per le categorie assolute, tra gli uomini si contenderanno il podio Giuseppe Gerratana e Michele Fontana dell’aeronautica, e Paolo Zanatta e Pietro Riva delle Fiamme Oro. Fra le donne Isabel Mattuzzi del Quercia Rovereto, Costanza Martinetti del Cus Perugia, Valeria Roffino delle Fiamme Azzurre

Il cross di Levico è la prima delle tre prove di qualificazione agli Europei. Le prossime due saranno il cross della Carsolina a Trieste (12 novembre) e il cross Valbusone ad Ancona (26 novembre).

Per i vincitori previsto un premio in denaro, mentre ci sarà un premio di partecipazione per tutti gli altri atleti. L’anno scorso si impose Bamoussa nella gara maschile, mentre Oggioni conquistò la prova femminile.

Pubblicità
Pubblicità

Lo sport in provincia

SuperLega: sabato Itas Trentino – Monza, ultimo turno di regular season

Pubblicato

-

Si conclude in questo fine settimana la regular season di SuperLega Credem Banca 2018/19; sabato 23 marzo l’Itas Trentino sarà protagonista dell’unico anticipo del ventiseiesimo ed ultimo turno, ricevendo alla BLM Group Arena la visita del Vero Volley Monza.

Fischio d’inizio programmato per le ore 20.30

Inserito fra la gara d’andata e di ritorno della Finale di 2019 CEV Cup contro il Galatasaray (e per questo motivo da giocare un giorno prima di tutti gli altri), l’incontro definirà la posizione finale dei Campioni del Mondo nella classifica del campionato, e, al tempo stesso, l’accoppiamento nei quarti di finale dei Play Off Scudetto (confronto al meglio delle tre gare, il via domenica 31 marzo).

Pubblicità
Pubblicità

Per confermarsi al secondo posto (ed affrontare poi otto giorni dopo la stessa Monza o Padova) senza dover guardare al risultato della diretta concorrente Civitanova (impegnata domenica in casa con Vibo Valentia), a Giannelli e compagni servirà una vittoria al massimo in quattro set; in caso di arrivo a pari punti con la Cucine Lube infatti Trento scivolerà al terzo posto per minor numero di vittorie e sfiderà quindi la sesta (Verona).

E’ un appuntamento importante, che può offrire ulteriore significato al nostro percorso in campionato – chiarisce l’allenatore Angelo Lorenzetti. Abbiamo infatti l’opportunità di concludere al secondo posto la regular season ma anche di migliorare il rendimento fatto registrare nel girone d’andata, quando conquistammo trentadue punti. Nel girone di ritorno sin qui ne abbiamo ottenuti uno in meno, trentuno, e quindi anche questo può rappresentare uno stimolo particolare rispetto a questa partita che ritengo in ogni caso molto difficile. Monza è infatti fra le formazioni meglio assemblate dell’intera SuperLega e solo questioni legate agli infortuni non le hanno permesso di posizionarsi più in alto in classifica. Dalla sua ha tanto talento che potrà tornarle molto utile anche per il futuro e viene gestita al meglio da un palleggiatore come Orduna che riesce a far rendere sempre al massimo i suoi attaccanti. Vista l’importanza della posta in palio, per entrambe le formazioni si tratta quasi di una finale e come tale vogliamo viverla”.

L’Itas Trentino completerà la preparazione al match con gli allenamenti del pomeriggio odierno e della mattinata di sabato alla BLM Group Arena, momenti in cui verranno valutate le condizioni dell’intera rosa (alla terza partita ufficiale in sei giorni) ed in particolar modo di Lisinac, che dovrebbe anche in questo caso restare ai box.

Trentino Volley sosterrà la quarantaquattresima partita ufficiale della sua stagione (bilancio 37 vittorie e 6 sconfitte), l’807a della sua storia in cui inseguirà la vittoria numero 566.

L’incontro sarà diretto dalla coppia torinese composta da Marco Braico (primo arbitro, in massima categoria dal 2003) e Giuliano Venturi (secondo arbitro, in Serie A dal 2007).

I due fischietti sono alla seconda gara congiunta in SuperLega Credem Banca 2018/19, la dodicesima personale per Braico (che in questa stagione ha già diretto Trento-Vibo 3-0 dell’1 novembre 2018) e la tredicesima per Venturi, che aveva arbitrato l’Itas Trentino l’ultima volta proprio nella gara di andata di Monza.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Lo sport in provincia

SuperLega, verso i Play Off Scudetto: Monza, Padova o Verona l’avversario nei quarti

Pubblicato

-

L’ultimo turno di regular season SuperLega Credem Banca 2018/19, in programma fra sabato 23 e domenica 24 marzo 2019, non servirà per determinare il primo posto in classifica (già matematicamente nelle mani di Perugia da domenica scorsa) ma assegnerà comunque le posizioni finali di sei delle otto squadre che parteciperanno ai Play Off scudetto e, di conseguenza, anche gli accoppiamenti dei quarti di finale.

Fra i Club che devono ancora conoscere il proprio piazzamento al termine della stagione regolare c’è anche l’Itas Trentino, in ogni caso già certa di poter giocare due delle tre gare della serie del primo turno del tabellone fra le mura amiche grazie alla certezza, maturata da tempo, di una posizione fra le prime quattro.

I Campioni del Mondo possono classificarsi al secondo o al terzo posto ma, a differenza di Civitanova (che insegue ad un punto di distanza), dipenderanno solo dal proprio risultato.

PubblicitàPubblicità

Qualora i gialloblù dovessero vincere al massimo in quattro set il match casalingo di sabato sera con Monza ed ottenere quindi i tre punti in palio, blinderebbero infatti la loro posizione (seconda piazza) e quindi nei quarti affronterebbero la settima classificata, che potrebbe essere Monza o Padova (attualmente ottava con due punti di ritardo).

Con un risultato differente dal 3-0 o 3-1 contro i brianzoli, l’Itas Trentino dovrebbe invece guardare a quanto accadrà il giorno dopo a Civitanova, che affronterà nelle Marche Vibo Valentia.

A parità di punti in classifica, infatti il primo discriminante è il numero di vittorie e da quel punto di vista la Cucine Lube ne conta una in più, superando quindi in graduatoria Giannelli e compagni.

In caso di terzo posto finale, Trento si troverebbe nei quarti ad affrontare nuovamente la Calzedonia Verona, già sicura del sesto posto e sfidata nella stessa fase del tabellone dell’edizione 2018 dei Play Off ed in quella di Coppa Italia 2019.

Questione di pochi giorni e le variabili lasceranno spazio a certezze inconfutabili; nel frattempo la squadra ha ripreso gli allenamenti nel pomeriggio odierno dopo un giorno e mezzo di riposo per preparare nel migliore dei modi l’ultimo impegno di regular season.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Lo sport in provincia

Itas Trentino stratosferica nella finale di andata di Cev Cup. Galatasaray battuto per 3 a 0

Pubblicato

-

La Trentino Itas si tiene stretto ancora una volta il fattore campo nella serata internazionale più significativa dell’intera stagione.

Nella gara d’andata della Finale di 2019 CEV Cup, giocata stasera alla BLM Group Arena, la formazione Campione del Mondo si è imposta in appena tre set sul Galatasaray Istanbul, compiendo il primo importante passo verso la possibile conquista del suo nono trofeo internazionale di sempre.

Grazie alla perentoria e rapida affermazione ottenuta stasera in un’ora e undici minuti di gioco, al Club gialloblù servirà conquistare altri due set nella gara di ritorno da giocare fra sette giorni in Turchia per porre nella bacheca societaria l’unico trofeo che ancora manca.

PubblicitàPubblicità

La squadra di Angelo Lorenzetti si è costruita questo importante vantaggio nell’ottica del doppio confronto per mezzo di una prestazione autoritaria, aggressiva e convincente in tutti i fondamentali; al di là dei numeri, l’evidente superiorità si è manifestata soprattutto nell’atteggiamento, sempre determinato e convinto in ogni singolo fondamentale.

Il Galatasaray ha faticato sin dall’inizio a contenere il servizio dei locali, senza poi mai contenere positivamente gli attaccanti avversari, che sono andati sul velluto sia su palla alta (12 punti di Vettori col 69% e di Kovacevic col 52%) sia in primo tempo (Codarin 75%, Candellaro 100%) perché imbeccati perfettamente da un Giannelli strepitoso e giustamente premiato come mvp del match.

La cronaca della gara. La Trentino Itas si ripresenta al proprio pubblico per l’ultima partita europea in casa della sua stagione ancora priva di Lisinac, nemmeno a referto; lo starting six prevede quindi Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Russell in posto 4, Codarin e Candellaro centrali, Grebennikov libero; il Galatasaray risponde con Keskin al palleggio, Venno opposto, Antonov e Aydin schiacciatori, Ulu e Gok centrali, Cakir libero.

L’inizio di match è tutto nel segno dei padroni di casa che si fanno contrastare dagli avversari sino al 4-4, prima di prendere nettamente il largo con Giannelli al servizio (anche due ace nel turno che si esaurisce solo sul 10-5).

Sul 12-5 (altro break con Candellaro a muro) i turchi hanno già esaurito i time out a disposizione, ma la Trentino Itas non diminuisce il proprio ritmo e con un regista ispiratissimo doppia gli avversari (16-8), viaggiando veloce verso l’1-0 (20-11, 22-12) senza alcun tipo di affanno: 25-15 con Codarin a segno sul terzo set ball.

La musica non cambia nel secondo set, con il Galatasaray subito in difficoltà in fase di cambio palla a causa di una ricezione balbettante e tutto il fronte d’attacco trentino scatenato (6-3).

Nella parte centrale della frazione la squadra di Istanbul prova a tenere botta (11-9, 13-11), soprattutto grazie alla regolarità a rete di Venno, ma a gioco lungo Trento ha più qualità e numeri e con Russell e Vettori guadagna ulteriore margine (17-12 e 19-14).

Anche in questo il finale del periodo è vissuto dai gialloblù in assoluto controllo della situazione (22-15); il 2-0 arriva già sul 25-15 perché gli ospiti innervosendosi sbagliando tantissimo in attacco.

In fotocopia anche il terzo set, in cui anche Vettori fa sentire la sua voce al servizio (da 8-6 a 11-6) su una seconda linea giallorossa sempre più in difficoltà. Il Galatasaray passa sempre meno e lo fa solo con Venno, ma non basta (14-9, 17-11); i numerosi cambi proposti da Ozbey non fanno altro che allungare di qualche minuto una partita già segnata nettamente sul 20-15. Il fischio finale per l’apoteosi degli oltre tremila spettatori della BLM Group Arena arriva sul 25-20 con anche il giovane Simoni in campo.

Abbiamo disputato una gara convincente sotto tutti i punti di vista, ma l’esperienza recente anche solo in questa manifestazione ci insegna che la sfida può essere ancora aperta e soprattutto che in Turchia fra sette giorni si potrebbe giocare una partita molto differente – ha commentato al termine della gara l’allenatore della Trentino Itas Angelo Lorenzetti . Il Galatasaray visto in campo stasera è stato spesso in difficoltà anche perché ha dovuto fare i conti con la stanchezza. Alla mia squadra faccio i complimenti per come abbiamo interpretato la gara, sono felice ma non abbiamo ancora fatto nulla”.

Martedì 26 marzo in Turchia (ore 18 italiane – diretta Radio Dolomiti e DAZN) il ritorno. Prima di quell’impegno i Campioni del Mondo giocheranno un’altra partita in casa, programmata già per sabato 23 marzo contro il Vero Volley Monza (ventiseiesimo ed ultimo turno di regular season SuperLega Credem Banca 2018/19).

Di seguito il tabellino della gara di andata di Finale di 2019 CEV Cup, giocata questa sera alla BLM Group Arena.

Trentino Itas-Galatasaray Istanbul 3-0
(25-15, 25-15, 25-20)
TRENTINO ITAS: Vettori 12, Russell 9, Codarin 6, Giannelli 9, Kovacevic 12, Candellaro 5, Grebennikov (L); Nelli, Simoni. N.e. Van Garderen, Cavuto, Daldello, De Angelis, Michieletto. All. Angelo Lorenzetti.
GALATASARAY ISTANBUL:
 Venno 14, Aydin 5, Ulu 2, Keskin, Antonov 2, Gok 2, Carkin (L); Gergye 4, Ayvazoglu (L), Siratca, Yonet. N.e. Duff, Turkmen, Minici. All. Nedim Ozbey.
ARBITRI: Herbik di Varsavia (Polonia) e Rejaeyan di Lione (Francia).
DURATA SET: 22’, 22’, 27’; tot  1h e 11’.
NOTE: 3.057 spettatori. Trentino Itas: 9 muri, 6 ace, 14 errori in battuta, 6 errore azione, 59% in attacco, 70% (46%) in ricezione. Galatasaray: 2 muri, 1 ace, 14 errori in battuta, 7 errori azione, 38% in attacco, 40% (17%) in ricezione. Mvp Giannelli.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza