Connect with us
Pubblicità

Voce - Val di Non & Sole

Edizione da record per «Formai dal mont»: in più di 1500 ad assaporare i formaggi di malga

Pubblicato

-

TASSULLO – Si è chiusa con numeri da record la 10ma edizione di “Formai dal mont”, manifestazione dedicata alle produzioni di alpeggio delle valli di Non e Sole e dell’Altopiano della Paganella organizzata dalla Pro Loco di Tassullo.

Oltre 1500 sono stati infatti gli ospiti intervenuti nel “villaggio dell’alpeggio” allestito sotto il bellissimo Castel Valer, location dell’evento, che nella giornata di domenica ha registrato il record di ingressi giornalieri.

Tutto esaurito anche per la Cena di Gala, che si è svolta sabato sera nelle splendida sala Ulrico e sale Madruzziane di Castel Valer.

Pubblicità
Pubblicità

Il tempo poco clemente del weekend non ha frenato la curiosità dei tanti visitatori che non si sono voluti far sfuggire l’opportunità di assaggiare i formaggi di ben 50 produttori provenienti da tutto il Trentino, ognuno dei quali presente con una casetta.

Invogliante è stata anche l’offerta di attività legate alla festa, come gli showcooking e le visite guidate agli Antichi Tesori di Tassullo, che hanno riscosso un grande successo.

Il momento centrale dell’evento è stato la domenica, quando sono stati decretati i vincitori dei concorsi per i migliori formaggi. Le tre giurie (tecnica, libera e dei bambini) hanno votato le migliori produzioni di formaggi freschi, di malga e (novità di quest’anno) stagionati.

Quest’anno hanno potuto votare il loro formaggio preferito anche i bambini, e la malga vincitrice (la Malga di Fai della Paganella) è stata premiata da un ospite speciale, Cristian Bertol (una stella Michelin).

Pubblicità
Pubblicità

All’interno della programmazione dell’evento, spazio è stato dato anche a chi si è attivato per aiutare chi lavora nel settore agropastorale lontano dal Trentino: è stato infatti consegnato, da parte di Vittorino Covi, presidente della Federazione Allevatori della Val di Non (in collaborazione con le associazioni del comune di Romallo, il comitato S’Antonio di Dovena, gli amici di Santiago di Compostela di Fondo, e la Federazioone Allevatori Provinciale), un assegno da 20.000 euro al presidente del Consorzio Pecorino Amatriciano, Rinaldo D’Alessio, che verrà utilizzato per l’acquisto di un camion con cisterna per il latte per Amatrice.

Il presidente della Pro Loco di Tassullo Cristian Valentini, capofila dell’evento, sottolinea il valore della sinergia tra associazioni ed enti che ha reso possibile questo risultato.

Siamo più che soddisfatti di questa edizione – rivela – per il decimo compleanno di Formai dal mont non potevamo chiedere regalo migliore. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza la collaborazione dei tanti enti, associazioni e sponsor che hanno collaborato: le Aziende per il Turismo della Val di Non, Val di Sole e Altopiano della Paganella, il Comune Ville d’Anaunia, la Cassa Rurale Tassullo e Nanno e la Comunità della Val di Non, Trentino Marketing, la Fondazione Mach e ONAF per il supporto tecnico, il BIM Consorzio Comuni, la Camera di commercio di Trento, la proprietà di Castel Valer (conte Ulrico Spaur), la Regione Trentino Alto Adige. E non dimentichiamo la Federazione Trentina Pro Loco, la Strada della Mela, la Strada del vino e dei sapori, i soci di Campagna Amica, i cuochi che hanno aiutato sia come giudici che con le attività di show cooking, l’Associazione Anastasia Val di Non per le visite guidate agli Antichi Tesori, il Gruppo Arzberg e gli Amici della Charta della Regola con i costumi d’epoca e gli antichi mestieri, l’Associazione ciclismo fuori strada Valle di Non e Sole, il Caseificio sociale tovel e il Caseificio social Cercen per la logistica, l’associazione CIAMP per la preparazione e distribuzione del pranzo, l’associazione US Rallo per la preparazione dei dolci, il Gruppo Alpini Ville d’Anaunia e i tanti sponsor privati. Infine, un grazie di cuore va a tutti i volontari e le associazioni del comune di Ville d’Anaunia che hanno collaborato con la Pro Loco per la buona riuscita della manifestazione”.

Archiviata questa edizione, gli organizzatori hanno già messo in calendario la prossima edizione, che si terrà sabato 20 e domenica 21 ottobre 2018, sempre a Castel Valer.

Elenco Premiati

Giuria tecnica

Formaggio fresco (23 partecipanti)

  1. Malga Tovre, Molveno 2. Malga Bordolona, Cis 3. Malga Stablasolo, Rabbi

Formaggio stagionato (14 partecipanti)

  1. Malga Alta, Pellizzano 2. Malga Mondent, Rabbi 3. Malga Senage, Malè

Caprino (3 partecipanti)

  1. Malga di Fai, Fai della Paganella

Giuria libera

Formaggio fresco stagione 2017

Val di Non: Malga Castrin, Costelfondo

Val di Sole: Malga Valcomasine, Cogolo di Pejo

Altopiano della Paganella: Malga di Fai

Formaggio stagionato stagione 2016

Val di Non: Malga Clesera, Cles

Val di Sole: Malga Mondent, Rabbi

Giuria bambini

Malga di Fai, Fai della Paganella

Pubblicità
Pubblicità

Voce - Val di Non & Sole

Mele, il progetto ipogeo di Melinda approda al Parlamento Europeo

Pubblicato

-

Una delegazione di rappresentanti delle maggiori realtà produttrici di mele in Trentino, insieme all’assessora provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli, sarà a Bruxelles lunedì 4 marzo per presentare al Parlamento europeo il progetto ipogeo realizzato da Melinda.

Ad accoglierli i deputati europei Paolo De Castro e Herbert Dorfmann.

Il progetto ipogeo, il sistema unico al mondo di conservazione delle mele in grotte sotterranee, realizzato da Melinda a Tassullo, in Val di Non, sarà protagonista di un evento al Parlamento europeo in programma lunedì 4 marzo.

Pubblicità
Pubblicità

Una delegazione di rappresentanti del mondo melicolo trentino formata dai cda di Melinda e La Trentina, Apot e Assomela, insieme all’assessora provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli, al direttore di Trentino Marketing Maurizio Rossini e al vicepresidente della Federazione Bruno Lutterotti, presenteranno questo innovativo sistema di conservazione delle mele presso il Parlamento Europeo.

All’incontro interverranno Michele Odorizzi e Paolo Gerevini, presidente e direttore generale di Melinda, Franco Paoli, direttore del reparto lavorazione e conservazione, e Alessandro Dalpiaz, direttore di Apot.

Ad accogliere e guidare il gruppo trentino ci saranno i deputati del Parlamento europeo Paolo De Castro e Herbert Dorfmann, che, a seguire, aggiorneranno i partecipanti sulle più importanti novità relative alla riforma della Politica Agricola Comunitaria e dell’Organizzazione Comune di Mercato per il settore Ortofrutticolo.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Monclassico: grave 79enne azzannato dal cane

Pubblicato

-

Momenti di grande paura per un settantanovenne di Monclassico lunedì mattina (31 dicembre): il malcapitato intervenuto per liberare una gallina dalla presa del lupo cecoslovacco appartenente al figlio, è stato azzannato al viso e alle braccia.

Il 79enne  ha riportato lesioni al volto e accompagnato dapprima all’ospedale di Cles, è stato poi trasferito a Trento dove è stato trattenuto in ospedale; le sue condizioni sono gravi, ma non è per fortuna in pericolo di vita.

La chiamata al 112 è pervenuta poco prima delle  12.

PubblicitàPubblicità

L’aggressione è avvenuta all‘esterno dell’abitazione di famiglia. Il lupo cecoslovacco appartiene al figlio ed è abituato a stare anche con l’anziano.

Sembra che lunedì mattina il cane avesse afferrato una gallina; a quel punto l’uomo è intervenuto istintivamente per  strappargliela dalla bocca.

Sembra sia questo il gesto che ha fatto scattare il lupo cecoslovacco: il cane ha azzannato l’anziano al volto e alle braccia. Solo l’intervento del proprietario avrebbe poi evitato che la situazione degenerasse e potesse accadere il peggio.

L’ambulanza è intervenuta tempestivamente e l’uomo è stato trasportato all’ospedale di Cles per le cure del caso.

Pubblicità
Pubblicità

valutate le lesioni riportate dal 79enne, è stato deciso un trasferimento all’ospedale Santa Chiara di Trento, soprattutto per permettere agli specialisti di valutare l’entità delle ferite riportate al volto

L’anziano è stato quindi trattenuto in ospedale in osservazione. Sul posto dell’aggressione, sono intervenuti i carabinieri di Cles

Il lupo cecoslovacco è stato quindi affidato al suo proprietario,che lo ha messo nel suo recinto.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Voce - Val di Non & Sole

Pia Laviosa Zambotti e le altre: dalla terra allo spazio cercando l’umano

Pubblicato

-

FONDO-CLES –  Un progetto dedicato a Pia Laviosa Zambotti, con incontri previsti a Fondo e Cles nei mesi di febbraio e marzo, rivisiterà la figura dell’archeologa e studiosa anaune in quanto donna che ha saputo emanciparsi attraverso lo studio in un contesto culturale, sociale e politico prevalentemente maschile. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza