Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Berlusconi Show a Ischia: via il bollo auto, pensioni a 1.000 euro, chiusura di Equitalia e flag tax al 25%.

Pubblicato

-

Sono stati 6 i punti più importanti approfonditi da Silvio Berlusconi ieri nella conferenza di Ischia dove il cavaliere è apparso battagliero, in ottima forma, e pronto ad intraprendere l’ennesima campagna elettorale verso le elezioni nazionali di marzo 2018 (si prevedono il 4)

Meno tasse, meno Stato, meno vincoli con l’Europa, più aiuti a chi ne ha davvero bisogno, maggiore sicurezza e più garanzie da parte della giustizia, questi in concreto i punti fondamentali ripercorsi dal leader di Forza Italia.

Per quanto riguarda la lotta alla povertà via alle pensioni minime a 1.000 euro con 13 mensilità, bonus per le mamme e un contributo mensile per arrivare a livello di dignità alle famiglie povere.

Pubblicità
Pubblicità

Sulle tasse pieno accordo con Salvini e apertura alla Flag Tax con un’aliquota fissa dal 25% al 27% (Salvini vuole il 15%)

Berlusconi in apertura ha parlato dello stato che deve essere al servizio dei cittadini e non viceversa come purtroppo succede da quando è al governo il centro sinistra. Via anche il bollo auto, «La macchina serve per andare al lavoro», la chiusura definitiva di Equitalia, «non come ha promesso Renzi però» e basta con i cambi di casacca politica in corsa, «se uno cambia partito si dimette»

Sulla legge elettorale per Silvio Berlusconi era meglio “il proporzionale”. “Siamo andati sulla proposta che ha per i due terzi il proporzionale e per un terzo i collegi. Dovremmo dividerci i collegi con gli altri movimenti politici della coalizione ma sono sicuro che non avremo nessuna difficoltà perché la divisione avverrà guardando alla qualità del candidato che ogni volta si metterà in campo e quindi dovrebbe prevalere il miglior candidato. Il numero dei collegi da assegnare sarà fatto sugli ultimi credibili sondaggi”, ha spiegato il leader Fi.

Nessun accordo con Renzi – “Un governo di larghe intese? Lo escludo, per storia e ideologia”, ha ribadito il leader Fi. “Se non ho la maggioranza – ha inoltre dichiarato – io mi ritiro, perché è colpa degli italiani se non sanno giudicare chi è capace da chi invece non ha mai fatto niente”. “Vuol dire che siamo un popolo che non merita nulla. Ma penso che gli italiani avranno buon senso”.

Cinquestelle impreparati e incapaci di governare – Nel corso del suo intervento Berlusconi attacca il Movimento 5 Stelle: “I populisti M5s, nonostante la dimostrazione di assoluta incapacità, ancora oggi sono il primo partito che viene fuori dai sondaggi. Luigi Di Maio è un frontman ma se vinceranno, vedrete che sarà Davigo a fare il premier. Se sarà così io dall’Italia me ne vado. Davigo è un concentrato di odio invidia e rabbia, i suoi collaboratori dicono che non lo hanno mai visto sorridere”.

Poi sui cinquestelle ha messo in guardia gli italiani, “metteranno l’imposta del 45% sulla successione e un’imposta patrimoniale per chi ha più di 50mila euro del 12%, e poi hanno tradotto dal francese all’italiano le imposte sulla casa che sono le più esagerate e vogliono applicarle all’Italia. Spero che non si debba scappare dall’Italia a causa loro”.

Via le imposte sulla prima casa e il bollo sulla prima auto – Berlusconi passa poi ad analizzare i punti salienti del suo programma partendo dall’abolizione delle imposte sulla prima casa e del bollo sulla prima auto. “Meno tasse è la nostra religione laica dall’inizio. Ma come si fa? C’è una formula, l’equazione dello sviluppo e del benessere: meno tasse su famiglia, imprese e lavoro producono effetti positivi su tutto, già Reagan lo testò. Se lo Stato ti chiede il 55% di tasse ti sembra un furto, sopra il 60% è un’estorsione fiscale. Per diminuire le tasse bisogna riorganizzare lo Stato: ogni entità fondata da uomini deve subire una riorganizzazione ogni dieci anni, ma se si saltano i primi due decenni i risultati sono stupefacenti dopo trent’anni”, ha aggiunto.

“Seconda moneta nazionale, la Lira” – Berlusconi richiama anche la necessità di una “seconda moneta nazionale aggiuntiva”. “Io sono figlio della guerra e ricordo le Am-lire – ha spiegato -. Per uscire dalle crisi si stampa moneta, da imprenditore dico che è lievito per economia, dobbiamo stampare una moneta nostra. Diranno che è una idea folle. Ho già in mente il nome della moneta. Qualcuno ha detto la chiameremo Silvia, invece la chiameremo Lira”.

Ma Berlusconi chiede agli italiani di arrivare al 40% dei consensi per così governare il paese insieme a Salvini e Meloni.  Quota che il centrodestra potrebbe raggiungere tenendo conto che il cavaliere in ogni campagna elettorale ha sempre guadagnato un 10% negli ultimi 5 mesi. 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]

Categorie

di tendenza