Connect with us
Pubblicità

Trento

Via ai 116 licenziamenti del SAIT.

Pubblicato

-

Non sono servite le proteste dei sindacati che hanno anche incontrato i consiglieri provinciali dentro il palazzo della Regione giovedì pomeriggio. E durante l’incontro non è passata inosservata la mancanza degli assessori all’industria e alla cooperazione.

Alla fine i licenziamenti del SAIT sono comunque arrivati. Una brutta pagina per la cooperazione trentina. In 116 sono stati messi alla porta. La comunicazione è partita ieri. Una procedura che era stata annunciata solo alcuni mesi fa, a febbraio per la precisione. Si tratta di un quinto del personale. All’origine della drastica decisione, un bilancio gravato da costi eccessivi. A differenza di altre realtà che, nello stesso settore, crescono e assumono.

Una scelta che la dirigenza ha giustificato come necessaria a fronte dei costi della struttura che si ripercuoterebbero negativamente sul prezzo dei prodotti, di un fatturato fermo a 300 mln di Euro da un paio d’anni e della richiesta delle famiglie cooperative più grosse di ridurrei costi per cercare di rispondere alla concorrenza e contrastare la chiusura di punti vendita. La Lega Nord per voce del suo segretario Maurizio Fugatti dopo aver sentito i sindacati ha depositato un’interrogazione alla giunta provinciale per fare luce sulla possibile esternalizzazione di lavoro ad una cooperativa esterna.

Pubblicità
Pubblicità

Fugatti chiede alla giunta quanti finanziamenti ad oggi ha ottenuto dalla Provincia il SAIT  e se si possa confermare l’utilizzo di società esterne da parte del Sait a copertura dei posti lasciati scoperti dagli ex dipendenti, quale il costo di tale operazione e quale il contratto eventualmente in essere con tali società; Quali interventi ad oggi sono stati intrapresi dalla Provincia a tutela degli ex dipendenti e quante sono oggi le famiglie cooperative presenti sul territorio trentino (dati accostati agli ultimi 4 anni).

«Non sappiamo se ai precedenti punti vi siano da aggiungere ulteriori criticità legate alla gestione del Consorzio e alla mancanza di politiche innovative, – si legge nella premessa del documento interrogativo di Maurizio Fugatti –  ma ciò che parrebbe certo – stante le informazioni in nostro possesso – sarebbe l’atteggiamento poco professionale e umano mostrato dai vertici a seguito del drastico annuncio nei confronti dei lavoratori; per non parlare di decisioni che se vere solleverebbero gravi illeciti aziendali. Stiamo parlando delle segnalazioni in merito all’utilizzo di società esterne da parte del Sait per coprire il posto di coloro che sono stati lasciati a casa che pare siano anche oggetto di ispezioni da parte dell’ispettorato del lavoro provinciale».

E ancora: «Possiamo capire che se quanto denunciato corrispondesse a verità, la vicenda assumerebbe ancor più contorni imbarazzanti e gravi dei quali il Consorzio dovrà prendersi ogni responsabilità. Si licenzia per ridurre i costi e nel frattempo ci si appoggia a società esterne per coprire la mancanza di personale? Una follia che non può avere scusanti; se non quella di favorire alcuni a discapito di altri. In attesa di comprendere la vicenda, vorremo però sapere il piano industriale presentato dal Consorzio, le intenzioni dello stesso per il futuro nonché le sorti degli ex dipendenti. E, visto quanto accaduto, sarebbe opportuno verificare nel dettaglio come Sait ha impiegato in questi anni le risorse».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona
    Da qualche giorno è stato varato dal Governo un bonus , il reddito di libertà destinato alle donne vittima di violenza. Reddito di Libertà, cos’è Si tratta di un una misura molto attesa visto che... The post Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo
    Con l’arrivo della stagione estiva l’attenzione è puntata verso il turismo. Per questo, al fine di stimolare gli spostamenti, il Decreto Sostegni Bis prevede finanziamenti alle Regioni destinati al rimborso delle spese mediche ai turisti.... The post Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla
    Con la pandemia è emersa l’esigenza di trovare una nuova organizzazione del lavoro che cercasse di riadattare l’esperienza, trasferendo fuori dalla sede operativa la maggior parte delle attività lavorative. Questo processo ha iniziato a delineare... The post Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla appeared first […]
  • Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce
    Il particolare periodo storico ha spinto molte attività a cercare soluzioni alternative per la vendita dei propri prodotti, una di queste è sicuramente l’apertura delle vetrina digitale con le vendita online. Qualsiasi imprenditore desideri aumentare... The post Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis
    Nei contributi a fondo perduto previsti dal Bonus affitto 2021 sono previsti nuovi beneficiari grazie all’ampliamento della platea dettata dal Decreto Sostegni Bis. Bonus affitto 2021, come funziona Definito dal Decreto Rilancio, il bonus affitto... The post Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis appeared first on Benessere Economico.
  • Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro
    La Commissione Europea sta lavorando ad un pacchetto di norme che limiterebbe la circolazione di contanti nei Paesi membri. Il pacchetto che potrebbe entrare in vigore nel 2024, propone di fissare in tutta Europa un... The post Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • In Italia arriva la prima Beach SPA marina: un’offerta turistica naturale e consapevole
    Gli elementi naturali caratteristici della spiaggia del Salento legati all’acqua salina del mare e all’aria estiva, diventano dei veri percorsi benessere all’interno di una spa che nasce direttamente sulla costa, in spiaggia, all’aria aperta. Un’idea unica per chi ama il mare e l’aria aperta, ma non vuole perdere tutte le conseguenze rigenerati e vitalizzanti tipiche […]
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]

Categorie

di tendenza