Connect with us
Pubblicità

Lo sport in provincia

Atletica Leggera, campionati italiani: Il GS Valsugana rosa è quarto in italia

Pubblicato

-

Sulla nuova pista del campo scuola di Modena (pista inaugurata proprio in occasione di questa manifestazione) si è disputata la finale scudetto tra le migliori società in Italia a livello maschile e femminile.

Della partita era anche il GS Valsugana con la squadra femminile, che si presentava con l’undicesimo posto in graduatoria al termine delle prove di qualificazione di maggio e giugno, con l’obbiettivo dichiarato di un piazzamento tra le prime otto e quindi la salvezza.

Il regolamento della manifestazione prevede 8 punti al primo classificato, 7 punti al secondo, fino all’assegnazione di 1 punto all’ottavo. Al termine delle 20 specialità dell’atletica e delle due giornate di gare, si sommano tutti i punteggi e ne scaturisce la classifica finale del campionato.

PubblicitàPubblicità

La prima giornata di gare, non favorevole alla squadra perginese, fa registrare comunque ottimi risultati, tra cui spiccano la vittoria nei 400m della olimpionica e campionessa europea U23 Latiseva Cudare Gunta con 53”14, il secondo posto nel salto triplo di Santa Matule con 12,91m, il sesto di Chiara Pedrini nella stessa gara, il settimo posto di Noa Ndimuwwanko nel lancio del martello con 51,44m, il settimo posto nel salto in alto di Kaupe Jolanta con 1,68m e il buon piazzamento di Vissa Sintayehu nei 1500. Purtroppo la 4×100 perde il testimone in ultima frazione e vengono persi punti preziosi. Al termine della prima giornata, al giro di boa, il GS Valsugana si trova al nono posto con 22 punti.

La seconda giornata si presenta favorevole. Si comincia subito bene con la vittoria della Latiseva nei 200m (23”27), la vittoria di Lauma Griva (pure lei finalista ai recenti Mondiali di Londra) nel salto in lungo con la misura di 6,51m e il terzo posto della Matule con 5,90 nella stessa gara.

Medaglie e punti importanti arrivano subito dopo, dal lancio del giavellotto con Sirma Katrina (47,59m, secondo posto) e dall’azzurrina U23 Luisa Sinigaglia che si prende il bronzo con un lancio da 44,72.

Vissa Sintayehu combatte negli 800m e chiude al sesto posto, mentre Gloria Ava nel disco arriva nona.

La staffetta finale della 4×400 con Zenari-Vissa-Kaupe-Lazzara chiude la due giorni al 12°. La classifica finale dice 60 punti e 4° posto finale!

“Il 4° posto rappresenta un risultato storico – racconta il Presidente Andreatta – . Risultato frutto di programmazione, sacrifici e impegno di società, di tutte le ragazze e dei tecnici. Siamo molto soddisfatti e, oggi, festeggiamo questo traguardo. Da domani si ricomincia a lavorare per il 2018.Un grazie agli sponsor privati, alle istituzioni locali e provinciali per il sostegno “

Soddisfatto anche il Direttore Tecnico Mattia Gasperini. “Sapevamo di avere una squadra competitiva, ma che potesse valere un 4° posto non ce lo aspettavamo. Complimenti alle ragazze e ai loro allenatori: Yuriy Kryklya, Giorgio Bertotti, Cornelio Giavedoni, Marc Mantoani, Ugo Lucin».

Poi Gasperini esterna una speranza: “Con questo risultato, speriamo di poter meritare una pista nuova a Pergine, la terza città del Trentino e ora con una società al quarto posto in Italia, ci si allena su una pista che ha 30 anni, praticamente si corre sull’asfalto e pure dissestato. La settimana scorsa abbiamo presentato in Comune un progetto per il suo rifacimento. Costo dell’intervento: 500.000 euro. Tra i 5-6 milioni di euro che sembrano essere destinati a nuove piscine e stadi di calcio faraonici, credo che 500.000 euro per il rifacimento della pista di Pergine, considerati i risultati e i numeri di tesserati che l’atletica perginese riesce a registrare, sia giusto trovarli. Altrimenti si può chiudere qui: se non ci si può allenare, le società muoiono”.

“Ma oggi siamo felici per il risultato e per i numerosi ragazzi che si stanno iscrivendo nelle file del GS Valsugana”aggiunge Gasperini che ricorda che sono aperte da poco le iscrizioni per la nuova stagione. (www.gsvalsugana.itgsvalsugana@tin.it per le info).

A precisa domanda il direttore tecnico risponde: “A Pergine una bella Finale Oro? Perche’ no, la società e la struttura organizzativa c’è, manca solo la pista”. Il GS Valsugana dopo la Diatec Trentino e l’Aquila Basket in termine di risultati è la terza realtà regionale in continuo miglioramento sia tecnico che organizzativo. 

(foto Colombo/Fidal)

Pubblicità
Pubblicità

Lo sport in provincia

Maronato trionfa su Manica nella Coppa “Città della Pace”

Pubblicato

-

Alessandro Maronato trionfando in finale su Marco Manica conquista l’edizione 2019 della Coppa “Città della Pace” andata in scena martedì sera sui campi da tennis della Baldresca a Rovereto.

Il tradizionale appuntamento estivo organizzato dal Tennis Club C10, ha visto darsi battaglia gli atleti protagonisti del positivo campionato di serie D1 disputato dal club.

I due gironi preliminari hanno promosso alla fase finale ad eliminazione diretta Alessandro Maronato, Gianluca Caputo, Franco Rizzi e Marco Manica.

Pubblicità
Pubblicità

Nella prima semifinale Maronato prevaleva abbastanza agevolmente su Caputo per 4-1 4-0, mentre nella parte bassa del tabellone Manica e Rizzi davano vita ad un incontro spettacolare in cui Manica si imponeva solamente al tie-break della terza frazione di gioco.

Dopo aver vinto il primo set per 4-3 e perso il secondo per 4-0, Manica riusciva a contenere Rizzi nel finale aggiudicandosi il tie-break per 8-6. La finale, dopo un avvio equilibrato, evidenziava tutto il valore di Maronato, che nonostante le buone soluzioni di gioco di Manica, si imponeva col punteggio di 4-1 4-0, bissando il successo dello scorso.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Lo sport in provincia

Su channel Valsugana on line la sesta puntata di «Atletica Magazine»

Pubblicato

-

Non solo Atletica in questa sesta puntata di «Atletica Magazine» su Channel Valsugana

La nostra redazione è andata infatti a trovare la nazionale di Rugby che si sta preparando nella struttura di Pergine Valsugana per i mondiali che si disputeranno in Giappone.

Ma i ritiri delle squadre blasonate hanno poi delle vere ricadute sul territorio?

PubblicitàPubblicità

A questa domanda risponderà l’amministratore delegato dell’APT Valsugana Stefano Ravelli che è stato ospite in studio.

In questa puntata vedremo anche il servizio dedicato alla finale oro a squadre disputata a Firenze il 15 e 16 giugno che ha visto protagonista anche l’unica squadra trentina; il G.S. Valsugana.

A seguire i risultati della Caldonazzo Lake Running, l’affascinante gara giunta alla sua seconda edizione e una breve telefonata con Aldo Andrei che sta preparando i campionati europei juniores in sardegna

Non mancherà il momento nostalgia che riguarda una clamorosa tripletta che tre grandissimi atleti italiani hanno portato a termine in un’Europeo che per l’Italia ha dato grandi soddisfazioni.

Qui puoi vedere la playlist con tutte le puntate

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Lo sport in provincia

«Yes We Camp»: 4° edizione da record

Pubblicato

-

Giugno è tradizionalmente il mese in cui finisce la scuola, e, per molte famiglie, si presenta il “problema” di far trascorrere le giornate ai propri figli, avendo entrambi i genitori problemi di lavoro, e non sapendo a chi affidare la propria prole.

Nel periodo estivo sono parecchie le associazioni che si occupano di essere da collante tra le famiglie ed i ragazzi, offrendo una varietà di proposte sportive.

Ma, per chi volesse continuare a praticare lo sport nazional/popolare, vale a dire il gioco del pallone, da quattro anni a questa parte può farlo, partecipando al campo estivo, “Yes We Camp”, organizzato dall’Associazione SportivaLove Soccer”, che tradotto letteralmente significa “Amo il Calcio.”

Pubblicità
Pubblicità

Yes We Camp, è una iniziativa calcistica ludico ricreativa e formativa per ragazzi e ragazze dai 6 ai 14 anni, giunta alla quarta edizione.

L’iniziativa, nasce nel veronese, ma per volontà del suo ideatore e fondatore Giordy Gasparini, si è espansa nel territorio trentino, nello specifico, in vallalagarina.

Da quest’anno, oltre a Mori, si è aggiunta la sede di Borgo Sacco, quartiere del comune di Rovereto.

Alla fine di una intensa giornata d’allenamento, abbiamo sentito l’ideatore di Yes We Camp Giordy Gasparini.

Vogliamo fare il punto di questa edizione, targata 2019?

«Yes We Camp, quest’anno si svolge in quattro località, due a Verona, due in trentino, precisamente a Mori, e da questa edizione, si è aggiunta l’altrettanto splendida location di Borgo Sacco, quartiere della città della Quercia. 250 partecipanti distribuiti sulle quattro località»

Giordy, come fondatore di Love Soccer, ti sei dato una sorta di mission ?

«Lo scopo della nostra associazione è quello di far trascorrere ai ragazzi al termine della scuola tre settimane in serenità giocando a calcio e praticando lo sport preferito. In un clima sereno, controllato e di divertimento».

Qui, i ragazzi praticano solo calcio, o è loro proposto altre attività sportive ?

«Ogni Camp, segue un programma giornaliero frutto di uno studio condiviso con altri allenatori, il programma prevede due allenamenti giornalieri sul campo, contornato da un ricco programma dedicato al tempo libero, questo varia da giorno a giorno, attività collaterali sono il nuoto, il tennis tavolo, il calcio balilla, ed il bingo».

Vi piacerebbe espandervi ancora più a nord ?

«Sicuramente con la nostra passione ed il nostro lavoro sappiamo di andare incontro a molte famiglie che hanno la necessità di far trascorrere ai propri figli delle settimane al termine della scuola, ed in effetti ci stanno arrivando molte richieste, quindi l’intenzione è di far crescere ed espandere il progetto».

Puoi dirci da chi è composto il tuo staff tecnico ?

«Lo staff è composto da allenatori con patentino Uefa B, e vengono affiancati in ogni località da animatori in grado di coinvolgere i ragazzi a 360 gradi. Vorrei spendere una parola per il Capo Allenatori, che è Renato Marangoni, lui è un allenatore con patentino UEFA B, che ha allenato per molti anni l’ Hellas Verona, conosciuto ed apprezzato anche in trentino, per aver guidato e vinto il campionato Juniores Elite qualche anno fa con l’Alense, e lavora nei Camp del Real Madrid in Italia, dunque una figura di rilievo e di esempio per i nostri ragazzi».

Ci sono delle novità per chi partecipa ai vostri Camp ?

«La novità principale è rappresentata da Bazuka goal abbiamo stipulato un accordo con questa azienda che produce delle porte da calcio assolutamente innovative in quanto sono trasportabili, leggere sicure, si aprono velocemente, ma sono soprattutto antinfortunistiche in modo da salvaguardare salute ed integrità fisica dei ragazzi. E’ in corso di svolgimento il secondo turno, ma ci sono ancora possibilità di iscriversi per il terzo turno».

Chi volesse farlo, cosa deve fare ?

«Abbiamo un sito internet che è www.yeswecamp.it l’iscrizione si può fare direttamente on-line. Sul sito troverete tutte le info, come il programma della giornata, il menù del catering, le info su cosa portare, sugli orari, ma vi rimando al sito che è estremamente esaustivo. Chi volesse, può contattare il numero 375 5439987, o mandare una email a nfo@yeswecamp.it

Da quest’anno avete adottato un motto per far capire cosa ai ragazzi ?

«Il motto è chi si diverte vince sempre ed è diventato il nostro slogan ed è stampato sui nostri volantini ed iniziative. I ragazzi devono capire che la vittoria non è lo scopo principale nel praticare una qualsiasi disciplina sportiva».

a cura di Salvatore Mercurio.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza