Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Giostre per soli disabili: un esempio sbagliato per l’inclusione

Pubblicato

-

Egregio Direttore

negli ultimi tempi si sta assistendo alla nascita di parchi giochi inclusivi che dovrebbero favorire l’ingresso e l’utilizzo degli stessi ai bambini disabili. Nonostante questa possa all’apparenza essere una buona notizia, in realtà le soluzioni adottate per costruire questi parchi sono di fatto un esempio lampante anti-inclusivo.

Tanto per fare un esempio basti pensare alle altalene a cestello per carrozzine. Già perché mettere in un parco cose per disabili e cose per normodotati è il modo migliore per aumentare le divisioni e non per rendere inclusivi questi luoghi.

Pubblicità
Pubblicità

Non si può accettare che vi siano giostre esclusivamente per disabili e adatte solo ai bambini normodotati, espedienti come questi anche se ben mascherati da buone intenzioni, risultano però assolutamente controproducenti ai fini dell’inclusione dei disabili. Con la differenziazione delle giostre si alzano muri e non si rende l’ambiente più adatto a tutti.

Bisogna poi fare un’altra considerazione che non si ferma solo alle giostre in quanto tali, ma ai luoghi in cui queste sono istallate. Perché piazzare una giostrina per disabili in un area piena di barriere architettoniche non è solo una grande presa per i fondelli, ma può rappresentare un vero e proprio pericolo per chi vedendo quelle istallazioni creda di muoversi in un ambiente a misura di disabile. Questo è quello che è accaduto a Campi Bisenzio, dove è stata istallata una giostra per disabili al Parco che ha provocato molteplici incidenti di cui uno molto grave dove sono dovuti intervenire pompieri e ambulanza. Proprio questo recente incidente ha poi decretato fortunatamente la chiusura della giostra.

Non si può assolutamente tollerare che parchi spacciati per essere a misura di disabili si rivelino poi, non solo non inclusive, ma anche pericolose per i bambini e per i genitori. Già, perché un parco a misura di disabile deve essere concepito anche per i genitori disabili che vogliono accompagnare i propri figli al parco e non solo per i bambini con disabilità.

Pubblicità
Pubblicità

Questo dei parchi giochi è solo uno dei tanti esempi di falsa inclusività che affliggono il nostro paese. Le barriere architettoniche di cui si parla da decenni ormai, sono purtroppo sempre lì a ostacolare la vita di chi è più bisognoso, ma quello che lascia ancora più allibiti è il paradosso di questi interventi che dovrebbero portare a fare dei passi avanti sul tema dell’inclusione, mentre in realtà fanno solo retrocedere ulteriormente una situazione che è già piuttosto grave in tutto il nostro paese.

Per quanto riguarda il tema dell’inclusione e della disabilità in Italia c’è ancoro molto, moltissimo, da fare e non mi stancherò mai di ripeterlo. Ne parliamo spesso e fino a quando non si vedranno dei progressi seri, non smetterò mai di esporre le mie critiche che sono anche frutto di continui appelli di disabili o familiari degli stessi che si trovano in grosse difficoltà proprio a causa di situazioni come quella di cui vi ho parlato oggi.

Lettera Firmata

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza