Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Autostrada A31 della Valdastico, Trentino svegliati – di Paolo Farinati

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

si sblocca una grande incompiuta…”. Così inizia l’interessante, ampio e approfondito articolo di oggi ( martedì 19 settembre ) de Il Sole 24 Ore, dedicato all’autostrada A31 della Valdastico. La compagnia spagnola Abertis, titolare attraverso A4Holding anche del tratto autostradale Brescia – Padova e dei tratti della A31 a nord e a sud, nonché delle relative concessioni ottenute dal Governo italiano, nelle scorse settimane ha fatto giungere al Ministero delle Infrastrutture ( MIT ) il progetto definitivo dei 17,8 km autostradali da Piovene Rocchette a Valle d’Astico.

Il primo e sin qui il più importante investimento di Abertis in Italia, pari a 1,3 Mld di Euro, coperti interamente dalla società concessionaria catalana. La risposta del MIT dovrebbe arrivare nella prima primavera 2018. Dopodiché si darà il via al progetto esecutivo, agli espropri e alle attività collaterali, che precederanno i lavori stimati in circa sei anni.

Ma la ferma volontà degli spagnoli è quella di non fermarsi al primo tratto, ma di concludere l’importante opera autostradale con il collegamento in Trentino con la A22. Il raccordo con l’Autobrennero è ritenuto fondamentale per l’economia del Nord-Est, con una crescita del PIL del Triveneto del 2% all’anno nei dieci anni successivi alla conclusione dei lavori.

Pubblicità
Pubblicità

Questo conferma una verità spesso rinnegata e tradita, ovvero che le vie di comunicazione, da che c’è storia dell’uomo, hanno sempre ed ovunque portato ulteriore benessere, nuove conoscenze, crescita culturale e pace sicura. Un contagio quindi indiscutibilmente virtuoso, al contrario dei muri fisici e ideologici che hanno fatto spesso scoppiare guerre tra diverse comunità.

E il Trentino cosa fa ? Da anni, troppi anni, la nostra politica locale si è sempre opposta all’opera in discutendo. Per questioni di sostenibilità economica e ambientale, per una scelta teorica in favore della ferrovia, per timori di un’invasione economica veneta. Opinioni rispettabili, ma facilmente smontabili. La sostenibilità economica sarebbe garantita interamente da denari spagnoli, quella ambientale dai notevoli progressi della tecnologia nella costruzione di gallerie ( vedi ad esempio quella vicina a noi di Martignano ) e di smaltimento dei fumi.

La ferrovia è competitiva sulle lunghe tratte, quali il TAV ad alta capacità ad esempio, capace di caricare tra l’altro anche migliaia di camion, quantomeno nel tratto Monaco di Baviera – Verona. Mentre nel trasporto delle merci sui tratti brevi la gomma rimarrà sempre più competitiva, sia per la comodità di spostamento e di carico – scarico, che per i notevoli abbattimenti nell’inquinamento con i nuovi motori ibridi se non tra poco totalmente elettrici. Per quanto riguarda il timore di un’invasione economica veneta, ciò non potrà che essere positiva per noi consumatori, ma pure per possibili nuovi insediamenti produttivi, di cui abbiamo molto bisogno sia ora che in futuro.

Pubblicità
Pubblicità

Specialmente in Vallagarina, da sempre area produttiva principale del Trentino, ma che in questi anni di crisi sta soffrendo non poco. Ricordiamoci che il 65% delle “ buste paga “ di Rovereto e della Vallagarina dipendono dal settore produttivo, industriale e artigianale assieme. Un’uscita della A31 della Valdastico in Vallagarina aprirebbe per la nostra comunità opportunità occupazionali e di crescita complessiva, quindi anche del commercio e del turismo ( ! ), di dimensioni storiche. Potremmo dar vita a nuovi e innovativi capitoli di benessere, i nostri giovani avrebbero occasioni di studio e di lavoro oggi sconosciute. In sintesi, il collegamento della Valdastico con l’Autobrennero in Vallagarina darebbe alla stessa un vantaggio competitivo in termini di location, ovvero di possibili nuovi insediamenti anche produttivi, venendosi a realizzare sul nostro territorio l’incontro di due assi autostradali nord – sud e est – ovest di livello nazionale ed europeo.

E il Trentino cosa fa ? Avrà il coraggio e la determinazione di farsi protagonista di questa opportunità storica ? Saprà affrontare il necessario confronto con il Governo, con Abertis e con la Regione Veneto con lungimiranza e con responsabilità ? C’è bisogno di una visione di lungo termine, pur nel rispetto di valori che sin qui hanno fatto del Trentino una terra e una comunità capace e spesso invidiata, e non solo per le risorse di cui dispone.

Accanto al Governo del Trentino auspico un ruolo propositivo di quello della nostra città di Rovereto e di tutti i Comuni lagarini. Ricordino, questi ultimi, che nei secoli trascorsi il benessere delle nostre comunità è sempre derivato dall’operosità delle stesse e dai rapporti che queste hanno saputo costruire con coraggio e con saggezza con altri popoli, spesso lontani, ma uniti a noi via via da vie di comunicazione sempre migliori ( fiume Adige, strade, ferrovia del Brennero ect. ). Ne è derivato anche un benessere culturale, con istituzioni di cui tuttora andiamo fieri e che rappresentano certamente ancora oggi un valore riconosciuto.

Svegliamoci dunque, tutti, indistintamente. Rovereto e la Vallagarina sappia tornare protagonista positivo della storia e dello sviluppo del nostro amato Trentino. Quest’ultimo non tema alcuna invasione, né veneta e nemmeno spagnola. Il nostro futuro, anche e soprattutto dei nostri giovani, dipende solo da noi e dal nostro saper cogliere le giuste opportunità.

Paolo Farinati

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento20 minuti fa

Sabato la festività di S. Barbara: in piazza Duomo i Vigili del fuoco volontari

Arte e Cultura35 minuti fa

Venerdì 2 inaugurazione della mostra «Cinque percorsi d’arte si incontrano» in sala Thun

Valsugana e Primiero44 minuti fa

“Frontiere-Grenzen”, il Premio letterario internazionale delle Alpi, finisce qui la sua avventura culturale

Italia ed estero58 minuti fa

Agrigento: litiga col cardiologo e gli spara, fermato un 47 enne

Italia ed estero58 minuti fa

Tragedia Ischia, la procura indaga per gli allarmi inascoltati: le autorità competenti sapevano del rischio

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Rocambolesco incidente al tornante sopra l’abitato di Denno: coinvolti un autoarticolato e due vetture

Trento2 ore fa

Spaccio: 3 denunce e 17 segnalazioni per uso personale. Fra di loro anche un 14 enne

Italia ed estero2 ore fa

Guerra, Tajani: “La Nato proteggerà i Balcani e i vicini dell’Ucraina”. Ue propone tribunale per crimini russi

Trento2 ore fa

Levata di scudi tra Fp Cgil e Muse: «Ancora una volta si rimbalzano le responsabilità»

Trento2 ore fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

L’UPT di Cles sabato 3 dicembre presenta “Scuola aperta” per illustrare il nuovo programma formativo

Italia ed estero2 ore fa

Manovra, Meloni convoca i sindacati: “Servono misure che combattono disuguaglianze. Avanti con la mobilitazione”

Io la penso così…3 ore fa

Calcio giovanile troppo violento, anche sulle tribune

Hi Tech e Ricerca3 ore fa

Il cloud riduce del 76% i costi informatici: Esakon protagonista al Forum N.A

Tecnologia4 ore fa

Cybersecurity: lunedì la conferenza dedicata alla sicurezza delle infrastrutture e dei dati digitali

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento7 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza