Connect with us
Pubblicità

Voce - Val di Non & Sole

Festeggiati i 50 anni del Centro Studi Val di Sole

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

I festeggiamenti del 50° anniversario della Fondazione del Centro Studi Val di Sole, che hanno caratterizzato tutto il 2017 con una serie di iniziative e manifestazioni, hanno visto il loro clou in due giornate, sabato 16 e domenica 17 settembre.

Nel pomeriggio di ieri, presso il teatro di Dimaro, l’assessore Carlo Daldoss, ha partecipato ad una cerimonia caratterizzata da un’intervista agli ultimi tre presidenti dell’associazione, seguita dalla proiezione del video “Il Centro Studi per la Val di Sole” girato dalla Fondazione Museo storico del Trentino e dalla Premiazione dei quattro migliori componimenti del Concorso di scrittura per ragazzi “Scritti e leggende della Valle di Sole tra memoria e Fantasia”.

Il Centro Studi è stato testimone ed interlocutore della trasformazione del territorio solandro. Per questo oggi ha incontrato la sua comunità per pianificare l’attività dei suoi prossimi decenni. Per l’assessore Daldoss, che ha portato anche i saluti del presidente Ugo Rossi “Il Centro Studi rappresenta un aspetto indentitario importante di questa terra. Se nel ’67 iniziò un percorso di emancipazione economica, oggi le nostre comunità si devono interrogare su come interpretare la straordinarietà dei nostri tempi e su cosa mettere in atto, considerando l’importanza dell’aspetto economico ma anche e soprattutto il valore del fare comunità, della coesione, del volontariato, della partecipazione, del mettere a disposizione il proprio tempo per il bene comune”.

Pubblicità
Pubblicità

Il teatro di Dimaro ha ospitato dunque la cerimonia del 50° anniversario della Fondazione del Centro Studi Val di Sole, caratterizzata da un’intervista del giornalista Paolo Magagnotti agli ultimi tre presidenti, Udalrico Fantelli, Federica Costanzi e Marcello Liboni, che hanno ripercorso con le loro testimonianze, la storia del Centro Studi; dopo l’intervista, è stato proiettato il video “Il Centro Studi per la Val di Sole” girato dalla Fondazione Museo storico del Trentino e sono stati premiati i quattro migliori componimenti del Concorso di scrittura per ragazzi “Scritti e leggende della Valle di Sole tra memoria e Fantasia” al quale hanno partecipato piu di 200 ragazzi delle Alta e Bassa Val di Sole.

Al termine della cerimonia, è stata consegnata una spilla commemorativa e un attestato di merito a quanti hanno rivestito un ruolo negli organismi dell’Associazione. “Questo 50° – ha affermato Daldoss – non è solo un traguardo ma deve essere una ripartenza. Il Centro Studi rappresenta un aspetto indennitario di questa terra e racconta la quotidianità di una valle, è figlio della vita vissuta tra sofferenze e soddisfazioni”. L’assessore quindi, riferendosi al precedente appello dell’attuale presidente Marcello Liboni, ha auspicato che l’archivio storico, realtà che metterà al sicuro l’enorme patrimonio culturale della Val di Sole, diventi presto una realtà. “Un obiettivo realizzabile – ha spiegato l’assessore – per il quale la Provincia darà il supporto necessario”. Da qui l’auspicio di Daldoss: “Nel ’67 iniziò un importante percorso verso l’emancipazione economica. Oggi le nostre comunità si devono interrogare su come interpretare i nostri tempi e su cosa mettere in atto, considerando l’importanza dell’aspetto economico ma anche e soprattutto il valore del fare comunità, della coesione, del volontariato, della partecipazione, del mettere a disposizione il proprio tempo per il bene comune”.

L’associazione “Centro Studi per la Val di Sole”, fondata nel 1967 e con sede a Malè, svolge attività di raccolta di documentazione sulla vita solandra del passato attraverso la storia, il folklore, l’arte, il paesaggio, e, specificatamente, sulle attività silvo-pastorali, gli ambienti rurali e la civiltà di montagna.

Pubblicità
Pubblicità

Questa lunga attività si è concretizzata negli anni con la pubblicazione di libri di argomenti attinenti le materie di studio, la raccolta di tesi di laurea di argomento solandro, la pubblicazione di una rivista quadrimestrale che raggiunge gli oltre 1.100 soci in tutto il mondo, convegni, conferenze, serate, ma soprattutto con la realizzazione del Museo della Civiltà Solandra, aperto al pubblico nel 1979 e da allora costantemente arricchito di nuove acquisizioni.

Al Centro Studi si devono anche la realizzazione e la gestione del Museo di Peio “La Guerra sulla porta” e della biblioteca storica presso il palazzo della “Torraccia” a Terzolas.

I festeggiamenti del 50°, che hanno caratterizzato tutto il 2017 con una serie di iniziative e manifestazioni, hanno visto il loro clou in questi due giorni, iniziati nella serata di sabato 16 settembre, con il concerto del Coro Sasso Rosso – Val di Sole e l’inaugurazione di due mostre, la prima, delle 107 pubblicazioni realizzate in questi 50 anni dal Centro Studi e la seconda, una selezione di immagini che rappresenta il patrimonio di fotografie del territorio raccolto e preservato in questi anni.

Il Centro Studi è stato testimone e interlocutore della trasformazione di questo territorio. Per questo oggi ha incontrato la sua comunità per pianificare l’attività dei suoi prossimi decenni.  Il patrimonio della storia solandra rimarrà indelebile grazie al Centro Studi. Il valore di questa realtà sta nell’approfondimento di una pluralità di argomenti e nel fatto di riferirsi ad una valle intera.

Un progetto alto e ambizioso che celebra oggi un risultato importante. Il merito va soprattutto ai soci e alla loro responsabilità nei confronti del proprio territorio. Responsabilità, che unita ad altri ingredienti come l’impegno, passione, studio, risulta indispensabile per costruire il futuro di questa associazione.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
rel="nofollow"Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Alto Garda e Ledro1 ora fa

Rolex finisce negli oggetti smarriti del comune, la polizia Locale però scopre che è un falso

Trento1 ora fa

Vigili del fuoco volontari, la nuova sede a Ravina nei pressi dell’uscita A22

Trento2 ore fa

Corte dei Conti, nominato l’ex Commissario del Governo, Gianfranco Bernabei

Italia ed estero2 ore fa

Piccolo miracolo in Siria, neonata trovata viva tra le macerie

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Alla Csen Arena di Cavareno arrivano i campi da padel

Le ultime dal Web2 ore fa

Il web si scatena: chi è e perché nelle ultime ore viene nominato Frank Hoogerbeets?

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

“Predaia Arte & Natura”: aperte le iscrizioni alla quinta edizione del simposio di scultura

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

L’eresia della giovinezza: una serata dedicata a Sylvano Bussotti nelle sale della mostra “Eretici. Arte e vita”

Tecnologia3 ore fa

Wired Next Fest Trentino: presentato stamattina il nuovo festival

Trento3 ore fa

Patt in assemblea, Marchiori: «Parleremo con i candidati presidenti»

Trento3 ore fa

Il carnevale a Trento: ecco il programma di tutte le manifestazioni

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

La bimba ha fretta di nascere: parto in ambulanza lungo la strada statale 240

Trento4 ore fa

Autonomia differenziata: positivo il giudizio di Maurizio Fugatti

Arte e Cultura5 ore fa

Anno accademico del Bonporti: Bisesti al concerto di inaugurazione

Trento5 ore fa

Sanità trentina: nel 2022 i medici gettonisti sono stati 90

Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento2 giorni fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena6 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza