Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

La violenza sulle donne e il silenzio della sinistra – di Alessia Ambrosi

Pubblicato

-

In Italia si può assistere ad un curioso fenomeno: qualunque rappresentante femminile della sinistra, in Italia come in Trentino, dalla Presidente della Camera scendendo ai vari livelli istituzionali, si caratterizza per le più varie battaglie femministe: da quelle più ovvie a quelle meno comprensibili, raggiungendo e, a volte, oltrepassando, anche la soglia del ridicolo, come nel cambio di tutta la cancelleria della Camera (a spese dei contribuenti naturalmente) per sottolineare che IL Presidente con lei era divenuto LA Presidente..

Gli Italiani avranno modo di esprimersi anche su questo tra pochi mesi alle elezioni!

Quello che però appare francamente incredibile e fa’ inorridire è come, di fronte al peggior crimine che una donna possa trovarsi a dover subire nella vita, quello della violenza di uno stupro, nessuna rappresentante della sinistra, Boldrini in testa, esprima commenti o lanci accuse. Forse perché i protagonisti sono nella stragrande maggioranza appartenenti alla categoria di cui le loro politiche dissennate hanno riempito il nostro Paese sino nelle più remote valli?

Pubblicità
Pubblicità

Eh sí, perché i dati sono incontrovertibili: su 22.864 episodi di violenza sessuale consumati tra il 2010 e il 2014 in Italia il 61% dei 16.797 casi dei quali sono stati identificati i responsabili è stato commesso da cittadini italiani e il restante 39% da cittadini stranieri. Considerando che gli stranieri sono circa l’8% della popolazione, la loro propensione alla violenza sessuale è quindi circa 5 volte maggiore di quella degli italiani. Tra le etnie più violente e che hanno commesso più stupri troviamo romeni e marocchini (fonte Viminale).

Guarda caso, due dei ragazzi o meglio ragazzini responsabili dello stupro di Rimini, che si sono costituiti a seguito delle immagini diramate dalle forze dell’ordine, sono proprio dei marocchini. Un terzo componente è stato catturato successivamente per strada, mentre il quarto, il capo del branco, che stava fuggendo in Francia è stato arrestato stamane.

Quest’ultimi sono di origine congolese e nigeriana. Uno del gruppo è persino un richiedente asilo. Tre di loro già noti alle forze dell’ordine, provengono dalla zona di Vallefoglia, dove su quindicimila residenti, ben il 40 per cento ‘non è autoctono’. E già questo la dice lunga! Quel che mi stupisce della “banda dello stupro” è la ferocia e la brutalità delle loro azioni criminali.

Pubblicità
Pubblicità

Pestaggi, stupri, rapine.

A donne e uomini più grandi di loro, che imploravano pietà. Una banda tra l’altro composta da ragazzini di 15, 16, 17anni con un “capo” ventenne.

Costoro rappresentano il livello culturale della gente che ” importiamo”, accogliamo e manteniamo, che la sinistra accecata da un finto perbenismo malato ci impone!  E il loro sadico modo di agire evidenzia nettamente la meschina e bassissima considerazione che questi orchi nutrono per l’essere #femminile.

La medesima considerazione che tutto il MONDO ISLAMICO ha per la donna. Non è gente degna di stare nel nostro Paese e di sicuro non potranno mai far parte della nostra società, perché l’ultima cosa che vogliono è INTEGRARSI con noi. La loro è una cultura troppo diversa dalla nostra!

Ma personalmente, di fronte a tutto questo, c’è  una cosa che da donna mi indigna ancora di più e che mi fa imbestialire!
Assodato che dinanzi a certi fatti gravissimi non dovrebbe esistere colore politico, perché non è questione di partiti o forze politiche, ma è questione di umanità, mi indigna la mancata presa di posizione da parte delle donne della maggioranza trentina e della maggioranza al governo, Boldrini in prima linea. Questo menefreghismo e questa indifferenza denunciano la linea politica fallimentare sostenuta da queste donne e gli effetti perversi del loro malato buonismo e della loro falsa tolleranza!

Sono sempre pronte, quando fa loro comodo, a sbandierare diritti a destra e a sinistra per futili motivi, arrivando addirittura ad imporre un incomprensibile linguaggio di genere o a portare l’educazione alla “relazione di genere” nelle scuole. Ricordo quando a Natale 15 componenti del direttivo dell’Intergruppo e Parlamento per le donne, i diritti e le pari opportunità, hanno regalato a deputati e deputate un libro sul “linguaggio di genere” per ebbene sì, grande priorità, spiegare perché è giusto dire Ministra e non Ministro, Prefetta e non Prefetto e così via. Insomma LA Presidenta Boldrini ha dettato da perfetta maestrina le sue priorità e i “compiti per casa”.

Ma poi quando davvero dovrebbero dimostrare il loro femminismo e scendere a difesa delle donne vittime di stupro, tacciono. E il loro silenzio, insieme alla mancanza di una presa di posizione e di un briciolo di solidarietà dimostrata, feriscono quasi al pari della brutale violenza. (Nella foto LA Presidente della Camera on.Boldrini che, insieme alle rappresentanti della sinistra trentina nasconde il proprio lato umano e femminile dietro una chiara ed evidente linea politica fintoperbenista, malata e fallimentare).

Alessia Ambrosi – segretaria Sezione Lega Nord Valle dei Laghi

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze
    Dopo anni di pressione dell’Unione Europea, Whasington cede e apre la possibilità di una tassa digitale globale per le multinazionali del web. Di cosa si tratta e come funziona L’accordo parla di un’imposta minima del... The post Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze appeared first on Benessere Economico.
  • Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano
    Con il nuovo Decreto varato dal Governo, esce anche il nuovo Portale del Reclutamento per la Pubblica Amministrazione, un luogo rivoluzionario dove si incontrerà domanda e offerta di lavoro pubblico. Di cosa si tratta All’interno... The post Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano appeared first on […]
  • Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo
    L’Italia rincorre la strada per la ripresa e cresce la fiducia dei consumatori che si riavvicina ai livelli pre-pandemia. I dati vengono confermati dall’Istituto nazionale di statistica, Istat che racconta di un’Italia più fiduciosa e... The post Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo appeared first on Benessere Economico.
  • Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti
    In previsione della chiusura del primo semestre del Cashback fissata per il 30 giugno 2021, gli utenti che hanno dato vita a movimento sospetti riceveranno un avviso. Cashback, il rimborso In quella data gli utilizzatori... The post Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti appeared first on Benessere Economico.
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]
  • Tempo di vacanze: conoscete già l’Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
    A Monguelfo si trova un eccezionale luogo di benessere e relax, dove ci si dedica ai piaceri della bella vita. Gli spazi inondati di luce e la piacevole sensazione di essere a proprio agio sono frutto dell’arte dell’accoglienza che si respira dal primo momento durante le vacanze in Val Pusteria all’Hotel Alpen Tesitin. La posizione […]

Categorie

di tendenza