Connect with us
Pubblicità

Voce - Giudicarie

A Madonna di Campiglio si sono riunite le 109 Asuc del Trentino

Pubblicato

-

Nella splendida cornice della Piana di Nambino a Madonna di Campiglio, si è svolta l’ottava edizione della Festa provinciale delle 109 Amministrazioni Separate dei Beni di Uso Civico (Asuc) del Trentino, riunite nell’Associazione provinciale delle Asuc del Trentino.

Festa che è coincisa col trentesimo di fondazione dell’Associazione provinciale, che riunisce oltre 500 Amministratori Asuc ed è presieduta da Roberto Giovannini, presidente dell’Asuc di Rizzolaga nel Pinetano.

La giornata di ieri ha fatto emergere forte il ruolo delle Asuc e, i vari interventi hanno stilato il “decalogo” delle Asuc, fatto di principi «coerenza, fedeltà, passione, amore, professionalità, lavoro, fatica, onestà, rispetto, attenzione, solidarietà e lealtà.» E azioni «difendere, mantenere, custodire, usare ma non abusare, godere, far prevalere il bene comune, mettere passione per consegnare le proprietà comune alle nuove generazioni».

Pubblicità
Pubblicità

Don Romeo Zuin, parroco di Madonna di Campiglio, nell’omelia ha ricordato «scopo delle Asuc è mantenere e custodisce un patrimonio collettivo, formato da beni custoditi con amore e professionalità. Voi abitate in questa realtà che fa prevalere il bene comune e fa capire che se si sta insieme e si lavora insieme, si porta avanti il bene della società. Noi siamo qui a godere delle cose che ci fanno capire quanto siamo fortunati a vivere in questo ambiente, che ci è stato consegnato da chi ci ha preceduto. Tocca a noi custodire questo patrimonio perché non venga rovinato, dobbiamo metterci passione, lavoro e fatica e far prevalere il bene comune».

Infine ha detto «abbiamo l’obbligo di consegnarlo alle nuove generazioni, facendo passare idee, convinzioni e valori».

Mauro Iob, ha letto la preghiera per le Comunità titolari di beni collettivi scritta da don Floriano Pellegrini, regoliere del Maso di Coi.

Pubblicità
Pubblicità

Sono intervenuti Massimo Ferrazza, presidente dell’Asuc di Fisto proprietaria della Piana di Nambino, Luca Vidi delegato del sindaco di Pinzolo Michele Cereghini e Stefano Moltrer rappresentante del Consorzio dei Comuni trentini, auspicando «il territorio ci chiede di proseguire in questo lavoro importante per il paesaggio e le nostre Comunità».

Il segretario Rodolfo Alberti ha dato la parola al presidente provinciale delle Asuc Roberto Giovannini che ha detto «siamo consapevoli delle difficoltà burocratiche che ostacolano non poco il nostro modo di amministrare, su questo aspetto prestiamo la massima attenzione. Stiamo lavorando con proficui e ottimi rapporti con gli Assessori della Provincia di Trento, col Consorzio dei Comuni, il Dirigente e i Funzionari degli Enti Locali.» Ha ricordato «abbiamo partecipato a diversi incontri informativi sulle ASUC e sostenuto i Comitati per la nascita di nuove Asuc, che a breve saranno oltre le 109 attuali».

Giovannini ha avuto parole dure verso la Consulta per la Riforma del Terzo Statuto affermando «i suoi membri hanno dichiarato di non conoscere le Proprietà collettive e di ignorare il ruolo storico che queste hanno avuto per la nostra Autonomia. Attendiamo di sederci al “tavolo” del Regolamento della Legge Provinciale 10 febbraio 2017 sulle cave».

Poi le note positive «abbiamo sottoscritto con il Consorzio dei Comuni e l’Associazione Cacciatori il Protocollo d’intesa sulla biodiversità per importanti miglioramenti ambientali, confermando il nostro insostituibile ruolo nella tutela del paesaggio, nella conservazione dell’ambiente e della società». Infine ha aggiunto «c’è una novità importante, nel trentesimo di fondazione dell’Associazione apriremo un ufficio centrale con un esperto, questo ci consentirà di dare un servizio qualificato e univoco alle Asuc trentine, favorendo la più facile evasione delle molte procedure burocratiche in capo alle singole Asuc. Questo passo importante è nato grazie alla sensibilità dell’assessore provinciale Carlo Daldoss e si affianca alla nuova piattaforma web che prenderà vita a breve.».

Roberto Filippini presidente della Consulta Nazionale delle Proprietà collettive ha illustrato la “Legge nazionale delle Collettive approvata il 30 maggio 2017 dal Senato, di questo ringrazio il senatore Franco Panizza, lui ci ha aiutato molto. Ora aspettiamo a breve l’approvazione della Camera».

Mauro Iob è intervenuto presentando la Legge in corso di approvazione e riprendendo un comma della stessa ha detto «le Asuc hanno personalità giuridica di diritto privato e autonomia statutaria».

Roberto Filippini ha ricordato il sostegno finanziario «alle città terremotate di Amatrice e Campi di Norcia, affinché due proprietà collettive possano riavviarne l’attività e per mantenere le popolazioni sul loro territorio».

A seguire i saluti di Zefferino Castellani presidente delle Regole di Spinale e Manez, dei Consiglieri provinciali Mario Tonina, Pietro De Godenz, Lorenzo Ossana e Beppe Detomas. Il senatore Franco Panizza ha detto «in Senato nella discussione della Legge ho sentito solo lodi sperticate alla gestione dei beni collettivi in Trentino».

L’assessore agli Enti Locali della Provincia Carlo Daldoss ha chiuso gli interventi affermando «l’uso dei Beni collettivi gestiti da Asuc e Comuni portano a una particolare cura del territorio e conciliano al meglio esigenze, bisogni e diritti delle nostre Comunità. Dobbiamo impegnarci a tutelare questo bene e conciliarlo con l’uso che se ne fa. L’importante per tener vive le nostre montagne e le nostre Comunità, così da non assistere al loro abbandono». In conclusione l’assessore Daldoss ha detto «dovete riuscire a reinterpretare il vostro ruolo in chiave moderna, in collaborazione con i Comuni».

A Massimo Ferrazza presidente dell’Asuc di Fisto è andato un riconoscimento per aver ospitato l’8a Festa delle Asuc trentine. Una targa è andata all’ex-presidente dell’Associazione Nicoletta Aloisi «per il lavoro e l’impegno profuso per le Asuc del Trentino».

A chiudere l’ottava edizione della Festa delle Asuc trentine il pranzo tipico del ristorante la Contea di Bolbeno.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza