Connect with us
Pubblicità

Trento

Padre Eusebio Iori, il frate trentino che amava l’Europa

Pubblicato

-

TRENTO – A trentotto anni dalla scomparsa e alla vigilia del centenario della sua nascita, il Trentino è tornato a rendere omaggio a padre Eusebio Iori, frate Cappuccino di origini revodane, cappellano militare, noto, tra le altre cose, per aver promosso il restauro della chiesa di San Lorenzo a Trento, costruito la “colonia internazionale” dedicata a De Gasperi a Candriai, sul Monte Bondone, ed essersi impegnato per la rifusione della “campana Maria Dolens” e il riconoscimento della personalità giuridica della Fondazione Opera Campana dei Caduti, a Rovereto.

Un protagonista per l’Europa“, si intitolava così l’iniziativa di sabato 12 agosto, che aveva come obiettivo ricordare la dedizione di padre Eusebio Iori per il nostro territorio, mettendone in luce anche gli importanti valori europeisti, attuali più che mai.

Il Tempio Civico di San Lorenzo di Trento è stato teatro dell’incontro organizzato dall’Associazione Italia-Austria di Trento e Rovereto, in collaborazione con la Fondazione Opera Campana dei Caduti e l’Associazione Nazionale Alpini di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Numerose le autorità presenti, tra le quali, il reggente della Fondazione, Alberto Robol, il presidente dell’Associazione Italia-Austria, Fabrizio Paternoster, il vice-sindaco di Trento, Paolo Biasioli, il presidente dell’ANA di Trento, Maurizio Pinamonti, e Giuseppe Mascotto, rappresentante dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia Sezione Borgo Valsugana, accompagnato da una delegazione numerosa della Guardia di Finanza.

Nell’ottima cornice musicale offerta dal Brass Ensemble del Corpo Musicale Città di Trento, la serata si è aperta con la Santa Messa, presieduta da S.E. mons. Lauro Tisi, arcivescovo di Trento, ed è stata poi seguita dagli interventi del cappellano militare capo della Guardia di Finanza, mons. Mario Mucci, e da padre Giorgio Valentini, anche lui già cappellano della Guardia di Finanza.

Di padre Iori va riscoperta soprattutto l’attualità del pensiero, inteso come modello culturale da rilanciare in un’Europa più coesa e in un ambito di pace,

Pubblicità
Pubblicità

ha sottolineato il presidente dell’Associazione Italia-Austria, Fabrizio Paternoster.

Gli hanno fatto eco le altre autorità intervenute, che hanno messo l’accento sull’intensa attività profusa a intrattenere rapporti transfrontalieri svolta da padre Iori, anche lui cappellano della Guardia di Finanza.

In un’epoca in cui, purtroppo, i “costruttori di muri” stanno alzando la voce in Europa e nel mondo, la vita e l’impegno di padre Eusebio Iori testimoniano quanto sia importante, invece, abbattere i muri e costruire ponti.

A tal proposito, di Iori si ricordano in particolare gli incontri annuali al Brennero nella notte di Natale, dove militari italiani, austriaci, francesi, inglesi e americani, partecipavano alla messa in un clima di fraternità o anche l’istituzione di centri educativi e colonie estive internazionali, dedicate a giovani di vari paesi europei, bambini malati o figli di italiani emigrati all’estero.

Inoltre, a Iori, nominato reggente della Campana dei Caduti di Rovereto, si deve la rifusione della Campana nel 1964.

Nulla è perduto con la Pace. Tutto può essere perduto con la guerra,

queste le parole scolpite sul manto bronzeo della Campana – monito più che mai attuale per le generazioni di oggi e di domani.

 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza