Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Concerto Nek a Trento: polemiche per la mancanza di sicurezza.

Pubblicato

-

Egregio Direttore

Buongiorno, domenica ho partecipato a Trento al concerto di Nek ottimo artista ma dopo oltre 200 concerti alle spalle posso dire che non ha funzionato nulla. L’artista è bravo e merita il successo che ha, ma  a parte la pioggia di cui non ha colpa nessuno quello che mi ha colpita è stata la cattiva gestione della sicurezza.

Premetto che molte persone erano arrabbiate e deluse perché avendo pagato un biglietto non sono riuscite a vedere praticamente nulla perchè dopo appena due minuti si sono avvicinate al palco 2/3 ragazzine per fare delle foto all’artista a cui è seguita una marea di gente che si è accalcata davanti al palco non permettendo a chi aveva pagato il biglietto magari anche con sacrifici di non vedere nulla.

Immagino che la Show Time e Radio Italia siano informate visti i due prossimi eventi di Renga e di Gabbani. Quello che però mi ha colpito di più e stato il  farci lasciare i tappi delle bottiglie all’entrata e poi permettere ombrelli di ogni genere e dimensione e stampelle passare come niente fosse. A un certo punto gli ombrelli e le stampelle di una persona davanti a me si sono messe a roteare, una bambina in piedi su una sedia perché non vedeva a rischiato di prendersela in piena facci, credo sia stata una vera fortuna che non si sia fatto male nessuno.

Nei corridoi così detti per la sicurezza erano posizionate anche alcune carrozzine con disabili che naturalmente nessuno si è preoccupato di spostare.  Una ragazza vicino a me ha avuto un attacco di panico per fortuna risolto grazie all’intervento di una dottoressa che era vicina insomma mai ho visto un concerto così mal gestito. A un certo punto ma ormai troppo tardi è solo perché la gente chiedeva la restituzione del biglietto che aveva pagato la sicurezza si è mossa e ha cercato di far tornare la gente ai propri posti ma ormai era troppo tardi.

Nek infastidito ha detto ora li lasciate qui dovevate pensarci prima e a quel punto la folla ammassata davanti ha esultato alla sua affermazione. Ora io mi chiedo in una città come Trento la mia Trento si prepara un evento di questo tipo e non sa gestire la  situazione? Per fortuna almeno per quello che so io non si è fatto male nessuno ma ci siamo andati molto vicino.

Se poi si fanno pagare i biglietti come posto a sedere con varie tariffe non è giusto non poter vedere nulla potevano fare biglietto a prezzo unico in piedi e uno sapeva cosa trovava. Io adoro la musica e andrò a vedere sia Renga che Gabbani sperando non si verifichi più la stessa cosa. Mi auguro sia stata solo una sottovalutazione dei rischi e che questo non accada più perché poi se si male qualcuno è troppo tardi.

 Cinzia Grandelis 

4 Comments

4 Comments

  1. MATTEO

    2 Agosto 2017 at 10:02

    La colpa di tutto è stata soprattutto dello stesso Nek, gli uomini della sicurezza stavano rimandando a fatica al posto tutti quei tanti maleducati che si sono piazzati davanti al palco, fregandosene se impedivano la visuale a tutti gli altri! Nek ha preso a male parole la sicurezza dicendo di lasciar stare i furbetti maleducati…
    A quel punto ovviamente la sicurezza ha lasciato perdere…
    Anch’io ho acquistato un biglietto in prima fila da 57 euro ben 4 mesi fa per vedere poco e male e stare deluso durante un concerto tanto atteso!!!
    Mai visto gente più esaltata e menefreghista, si sono piazzate davanti a disabili, gente adulta, bambini, con telefonini sempre alzati, facendo dirette su Facebook, spingendo e Nek ha appoggiato questo!

  2. Rosi

    3 Agosto 2017 at 18:54

    Per due persone che si lamentano bisogna farne un dramma.La sicurezza c’era eccome ma ci sarebbero dovuti essere un centinaio di uomini per fermare tanti ragazzini e molte ma molte persone maleducate. Purtroppo si sa che Trento è diventa uno schifo di città. Le persone sempre più arroganti maleducate e sporche

  3. Elisa

    3 Agosto 2017 at 22:20

    È solo un cantante pieno di soldi come tutti i cantanti italiani. Che non sanno fare altro che cantare e poi diciamoci la verità. Tutti questi cantanti italiani non sono il massimo

  4. Mauro

    5 Agosto 2017 at 16:02

    Forse era meglio farlo allo stadio Briamasco questo concerto

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Spotify crea playlist personalizzate per i propri animali domestici: l’obiettivo è alleviare stress e ansia
    A casa durante le pulizie o sotto la doccia, in palestra mentre ci si allena e si fatica, ed in macchina alla radio con i brani preferiti: la musica sembra accompagnare e addolcire da sempre le giornate, diventando spesso colonna sonora di momenti importanti ed indimenticabili della nostra vita. In molti casi, le canzoni a […]
  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]

Categorie

di tendenza