Connect with us
Pubblicità

Trento

Coperte le buche di via Franceschini. Se la strada privata è di uso pubblico la responsabilità della manutenzione è del comune.

Pubblicato

-

Solo una settimana fa, venerdì 21 luglio, il nostro quotidiano aveva documentato attraverso numerose fotografie lo stato di incuria e pericolosità di Via Franceschini a Trento. (qui l’articolo).

Stamane gli operai del comune si sono messi al lavoro tappando le voragini e le buche sparse in tutta la carreggiata. Ma ci sarebbero altre situazioni critiche che sono ridotte come via Franceschini se non peggio. I residenti di Via Pancheri sono anni che chiedono il ripristino della carreggiata. Intorno ai possibili lavori da eseguire ruota una polemica di chi, all’interno del comune dichiara che le strade private non sono di competenza del comune.

In questo caso a smentire il comune è una sentenza della cassazione sez. VI-3, ordinanza 07/02/2017 n° 3216 che spiega che una strada privata ma di uso pubblico deve essere curata con la manutenzione comunale.

Pubblicità
Pubblicità

Nella vicenda in esame, l’attrice aveva citato in giudizio il Comune per ottenere il risarcimento dei danni sofferti per le lesioni patite in seguito ad una caduta, su una strada dissestata. Il Tribunale adìto aveva accolto la domanda, ma di parere contrario è stata la Corte d’appello, la quale ha ritenuto non accettabile la richiesta di risarcimento, in quanto la caduta della signora era avvenuta su una strada di proprietà privata, e non comunale.

Gli eredi della vittima, deceduta nelle more del giudizio, hanno impugnato la sentenza d’appello, sulla scorta di tre censure. Di particolare interesse è il terzo motivo, che gli Ermellini hanno ritenuto fondato, in cui è stato evidenziato che, seppur il luogo del sinistro era di proprietà privata, esso era comunque di uso pubblico, dunque il Comune aveva l’obbligo di provvederne alla relativa manutenzione. Pertanto, la sentenza d’appello sarebbe stata formulata in violazione degli artt. 2, D.Lgs. 285/92 e 22, comma 5, 1 2248/1865, non essendo stato tenuto conto della responsabilità dell’amministrazione comunale.

A tal riguardo, la Suprema Corte, ha rilevato, come più volte già espresso (Cass.,Sez. 3, Sentenza n. 23562 dell’11 novembre 2011, Rv. 620514) in precedenza,  che il Comune deve provvedere alla manutenzione delle strade, nonché delle aree limitrofe alle stesse, atteso che è comunque obbligo dell’ente verificare che lo stato dei luoghi consenta la circolazione dei veicoli e dei pedoni in totale sicurezza. Infatti, se il Comune consente alla collettività di utilizzare un’area di proprietà privata, per il pubblico transito, si assume anche l’obbligo di accertarsi che la manutenzione dell’area e dei relativi manufatti non venga trascurata. Ciò costituisce un preciso dovere della P.A., integrando gli estremi della colpa, determinandone, altresì, la responsabilità per gli eventuali danni causati all’utente dell’area, non essendo rilevante la circostanza che la manutenzione spetti al proprietario dell’area medesima (Sez. 3, Sentenza n. 7 del 04/0112010, Rv. 610958).

Pubblicità
Pubblicità

Nel caso in oggetto, la Corte territoriale aveva rigettato la domanda, sul presupposto che l’area in cui si era verificato l’evento, non era comunale, ma di proprietà privata, non tenendo conto dell’obbligo di manutenzione a carico degli enti proprietari di strade.

Orbene, la Cassazione ha accolto il ricorso limitatamente al terzo motivo, statuendo che il giudice di rinvio, nel riesaminare la domanda, dovrà attenersi al seguente principio di diritto:”E’ in colpa la pubblica amministrazione la quale né provveda alla manutenzione o messa in sicurezza delle aree, anche di proprietà privata, latistanti le vie pubbliche, quando da esse possa derivare pericolo per gli utenti della strada, né provveda ad inibirne l’uso generalizzato. Ne consegue che, nel caso di danni causati da difettosa manutenzione d’una strada, la natura privata di questa non è di per sé sufficiente ad escludere la responsabilità dell’amministrazione comunale, se per la destinazione dell’area o perle sue condizioni oggettive, l’amministrazione era tenuta alla sua manutenzione”.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]

Categorie

di tendenza