Connect with us
Pubblicità

Trento

Orso aggredisce uomo ai laghi di Lamar.

Pubblicato

-

Attorno alle 19, nella zona dei laghi di Lamar, Angelo Metlicovec idraulico di Cadine, classe 1948, ha subito un attacco da parte di un orso. Soccorso dai Vigili del fuoco, il ferito è stato trasportato con un elicottero al pronto soccorso dell’ospedale Santa Chiara di Trento, dove è stato medicato. Le sue condizioni non sono gravi, è stato ferito agli arti inferiori e alle braccia, forse nel tentativo di difendersi.

L’uomo stava facendo una passeggiata nel bosco di Predera, sopra il lago di Terlago, con il suo cane quando si è imbattuto in un orso. Ha dapprima cercato di difendersi, riportando ferite al braccio e alla gamba, e successivamente, approfittando della distrazione che il cane ha causato all’orso, si è gettato in un dirupo. Dalle prime notizie pare che l’orso abbia attaccato l’uomo alle spalle prendendolo poi alle gambe e cominciando a trascinarlo via. 

Tempestivamente soccorso dai Vigili del fuoco, è stato trovato in un lago di sangue ed stato trasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento dove è attualmente ricoverato. Le sue condizioni non destano preoccupazioni. Il ricoverato è completamente sotto shock. L’unità cinofila dei Forestali si è recata immediatamente sul luogo dell’aggressione per i primi accertamenti.  È stato lo stesso 69 enne a chiamare con il cellulare i soccorsi.  L’attacco probabilmente è stato portato da KJ2 lo stesso orso che ha ridotto in fin di vita due anni fa Vladimir Molinari.

PubblicitàPubblicità

Ribadiamo che come scritto e confermato da molti forestali e scritto nel nostro articolo pubblicato in data 16 luglio ( qui l’articolo) gli orsi in Trentino superano le 120 unità. A dirlo sono le stesse guardie forestali, alcune delle quali lo hanno confermato nuovamente ieri. 

Con quello di ieri sera gli attacchi all’uomo da parte dell’orso sono 5. Il primo era avvenuto in val Rendena nel 2014 dove l’orso Daniza aveva aggredito Daniele Maturi. Il 30 maggio del 2015 toccò a Marco Zadra vedersela brutta nei boschi di Zambana, ed infine l’attacco a Vladimir Molinari dove l’orso lancio il suo attacco per uccidere. Solo alcuni giorni fa sempre in val Rendena un motociclista si era scontrata sulla strada che porta a Pinzolo con un’orsa con i due suoi piccoli finendo all’ospedale. Centinaia invece le incursioni nelle aziende agricole che hanno portato alla morte di decine di animali sbranati dagli orsi in Trentino.

Le spese che, fino ad ora,  la provincia di Trento ha risarcito ad agricoltori e allevatori sfiorano i 2 milioni di euro. Altri due milioni sarebbero le risorse pubbliche impiegate nella gestione del progetto Life Ursus per il personale, i corsi di formazione, la campagna pubblicitarie e la ricerca. 

Pubblicità
Pubblicità

“Seguiamo con grande rammarico e preoccupazione per la salute della persona coinvolta gli esiti, per fortuna non gravi, di questo nuovo attacco ad un uomo da parte di un orso. E’ urgente che il Governo si faccia carico dell’approvazione della norma di attuazione da noi depositata da più di un anno, unica strada che può consentirci di rimuovere gli esemplari pericolosi. In questo momento le nostre squadre forestali stanno intensificando il monitoraggio della zona teatro. Lo scopo immediato è mettere in sicurezza tutta l’area e raccogliere campioni biologici che ci permettano di identificare il soggetto al fine di decidere sui provvedimenti da adottare. Domattina alle 8 ho convocato un vertice in Provincia con il Servizio foreste e fauna per concordare i passi successivi. Nel frattempo il presidente Rossi ha immediatamente informato il ministro all’ambiente Gian Luca Galletti dell’accaduto, anche se la Provincia ha le idee chiare sul da farsi: l’approvazione della norma di attuazione con la possibilità di rimuovere i soggetti pericolosi dal nostro territorio”. Così l’assessore provinciale Michele Dallapiccola dopo avere fatto visita alll’uomo che nel tardo pomeriggio di oggi è stato ferito da un orso in località Lamar.

 

Pubblicità
Pubblicità

Click to comment

0 Comments

  1. luca Arcana

    23 Luglio 2017 at 10:37

    aspettiamo il governo e anche il morto. bravi quelli che hanno messo in pericolo chi vive in montagna e chi ci va in vacanza coi figli. ultimo colpo a sicurezza ed economia di luoghi in cui ne avevano davvero bisogno, per soddisfare l’ego e la supebia di qualche politico e gruppo di pazzi.
    grazie dal profondo del cuore.
    ps.attacco avvenuto di giorno sotto i mille metri credo….fantastico, giusto quando i bambini giocano al parco.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza