Connect with us
Pubblicità

Voce - Val di Non & Sole

A Cles «Patablock»: salti e acrobazie con contorno di «Tortei»

Pubblicato

-

Ritorna per il 4° anno consecutivo la seguita manifestazione “Patablock” Street Boulder Contest e Tortei de Patate, che avrà luogo a Cles sabato 22 e domenica 23 luglio, come in calendario nella splendida cornice dell’estate clesiana di “Fiori e Colori”.

Innanzitutto, per i profani, in sintesi la spiegazione di cosa accade durante queste giornate: si tratta di esibizioni di arrampicata, slacklines (acrobazie sulla fune), monociclo, parkour (scalata libera di muri, pareti, monumenti, ecc.), danza aerea (acrobazie in aria con tessuti) e bike trial.

Organizzato dall’Associazione “Smarano Climbing” in collaborazione con la Pro Loco ed il Comune di Cles, questo evento ha un programma ancora più ampio e divertente rispetto agli anni scorsi.

Pubblicità
Pubblicità

Ma non si tratterà solo di esibizioni: nella giornata di domenica si svolgerà una gara vera e propria con tanto di premi, tra i quali anche uno speciale premio per la foto più bella che sarà postata su Instagram.

Il contest della gara sarà molto impegnativo per i climbers: arrampicate su blocchi preparati appositamente, archi monumentali, scale e muri a secco.

E non solo: nel corso delle giornate stand gastronomici dove poter gustare, appunto, i deliziosi “Tortei de patate”; musica con dj set; per le famiglie, messi a disposizione dall’Associazione AM.IC.A., giochi per i più piccoli con gonfiabili, truccabimbi e bolle di sapone.

Per i neofiti che vogliono avvicinarsi a queste discipline, parete di arrampicata artificiale con insegnanti della Sat di Cles, a livelli di difficoltà adatti a tutti.

Pubblicità
Pubblicità

Evento nell’evento: domenica mattina alle 11,00 da “TrentinoInJazz2017” accompagnamento musicale di gran classe con la “Diapason Sax Connection” bravissimi artisti che allieteranno il pubblico suonando jazz, swing & funk in Corso Dante.

Partecipano al Patablock le atlete dell’Associazione “Nasoallinsù” acrobazie con tessuti aerei, i “Brutal Team Unicycle” evoluzioni in monociclo; il team “Spider Slacklines” acrobazie su high-line sospesa e su trick-lines; gli “Shadow Runner” di Cles ci mostreranno parkour acrobatico; e per finire il campione di MTB freestyle Daniele Fantelli di Dimaro ed il suo speciale show di bike trial.

Per tutta la durata di Patablock, il paese, allestito appositamente per questo scopo, sarà una grande palestra a cielo aperto per tutti i partecipanti che vorranno cimentarsi in queste spericolate discipline: per i presenti, quindi, un bel pieno di “emozioni forti”.

Pubblicità
Pubblicità

Voce - Val di Non & Sole

Mele, il progetto ipogeo di Melinda approda al Parlamento Europeo

Pubblicato

-

Una delegazione di rappresentanti delle maggiori realtà produttrici di mele in Trentino, insieme all’assessora provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli, sarà a Bruxelles lunedì 4 marzo per presentare al Parlamento europeo il progetto ipogeo realizzato da Melinda.

Ad accoglierli i deputati europei Paolo De Castro e Herbert Dorfmann.

Il progetto ipogeo, il sistema unico al mondo di conservazione delle mele in grotte sotterranee, realizzato da Melinda a Tassullo, in Val di Non, sarà protagonista di un evento al Parlamento europeo in programma lunedì 4 marzo.

Pubblicità
Pubblicità

Una delegazione di rappresentanti del mondo melicolo trentino formata dai cda di Melinda e La Trentina, Apot e Assomela, insieme all’assessora provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli, al direttore di Trentino Marketing Maurizio Rossini e al vicepresidente della Federazione Bruno Lutterotti, presenteranno questo innovativo sistema di conservazione delle mele presso il Parlamento Europeo.

All’incontro interverranno Michele Odorizzi e Paolo Gerevini, presidente e direttore generale di Melinda, Franco Paoli, direttore del reparto lavorazione e conservazione, e Alessandro Dalpiaz, direttore di Apot.

Ad accogliere e guidare il gruppo trentino ci saranno i deputati del Parlamento europeo Paolo De Castro e Herbert Dorfmann, che, a seguire, aggiorneranno i partecipanti sulle più importanti novità relative alla riforma della Politica Agricola Comunitaria e dell’Organizzazione Comune di Mercato per il settore Ortofrutticolo.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Monclassico: grave 79enne azzannato dal cane

Pubblicato

-

Momenti di grande paura per un settantanovenne di Monclassico lunedì mattina (31 dicembre): il malcapitato intervenuto per liberare una gallina dalla presa del lupo cecoslovacco appartenente al figlio, è stato azzannato al viso e alle braccia.

Il 79enne  ha riportato lesioni al volto e accompagnato dapprima all’ospedale di Cles, è stato poi trasferito a Trento dove è stato trattenuto in ospedale; le sue condizioni sono gravi, ma non è per fortuna in pericolo di vita.

La chiamata al 112 è pervenuta poco prima delle  12.

Pubblicità
Pubblicità

L’aggressione è avvenuta all‘esterno dell’abitazione di famiglia. Il lupo cecoslovacco appartiene al figlio ed è abituato a stare anche con l’anziano.

Sembra che lunedì mattina il cane avesse afferrato una gallina; a quel punto l’uomo è intervenuto istintivamente per  strappargliela dalla bocca.

Sembra sia questo il gesto che ha fatto scattare il lupo cecoslovacco: il cane ha azzannato l’anziano al volto e alle braccia. Solo l’intervento del proprietario avrebbe poi evitato che la situazione degenerasse e potesse accadere il peggio.

L’ambulanza è intervenuta tempestivamente e l’uomo è stato trasportato all’ospedale di Cles per le cure del caso.

Pubblicità
Pubblicità

valutate le lesioni riportate dal 79enne, è stato deciso un trasferimento all’ospedale Santa Chiara di Trento, soprattutto per permettere agli specialisti di valutare l’entità delle ferite riportate al volto

L’anziano è stato quindi trattenuto in ospedale in osservazione. Sul posto dell’aggressione, sono intervenuti i carabinieri di Cles

Il lupo cecoslovacco è stato quindi affidato al suo proprietario,che lo ha messo nel suo recinto.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Voce - Val di Non & Sole

Pia Laviosa Zambotti e le altre: dalla terra allo spazio cercando l’umano

Pubblicato

-

FONDO-CLES –  Un progetto dedicato a Pia Laviosa Zambotti, con incontri previsti a Fondo e Cles nei mesi di febbraio e marzo, rivisiterà la figura dell’archeologa e studiosa anaune in quanto donna che ha saputo emanciparsi attraverso lo studio in un contesto culturale, sociale e politico prevalentemente maschile. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza