Connect with us

Trento

Estate in Trentino con il latte protagonista

Pubblicato

-

A partire dal  9 luglio, cinque eventi in Trentino per conoscere da vicino cosa si nasconde dietro la produzione dell’oro bianco della montagna e di tutti i suoi gustosi derivati. La seconda edizione di “Latte in Festa” accompagnerà grandi e piccini lungo l’intero processo produttivo di questo prezioso alimento, dagli alpeggi alla tavola, tra malghe, degustazioni e laboratori caseari.

Negli alpeggi del Trentino si producono circa 70 mila quintali di latte, un alimento di alta qualità perché nasce in montagna, nelle malghe in quota, dove gli animali si nutrono ogni giorno solo di erba fresca, fiori e acqua pura di sorgente.

Un mondo autentico, genuino, come lo sono i prodotti che generosamente offre – e dietro ai quali vi è l’esperienza, la passione, il lavoro manuale, l’attenzione, ma anche la fatica che malgari e allevatori dedicano ogni giorno nelle oltre 300 malghe in attività.

Pubblicità
Pubblicità

A questo aspetto rilevante della cultura e della tradizione contadina di montagna, un autentico patrimonio di saperi, sapori ed esperienze, è dedicata la seconda edizione di Latte in Festa.

Il progetto è curato da Trentino Marketing con il coinvolgimento di numerosi partner del territorio: le Apt Valsugana e Tesino, Trento – Monte Bondone – Valle dei Laghi, Val di Non, Valli di Sole – Peio e Rabbi; San Martino di Castrozza – Passo Rolle – Primiero e Vanoi, le Strade dei Formaggi e della Mela, Latte Trento, il Consorzio Trentingrana e la Federazione trentina degli allevatori.

Cuore dell’iniziativa – finalizzata a sensibilizzare, insieme agli ospiti, anche il territorio ad un maggior consumo di latte trentino e dei suoi derivati –  saranno i cinque eventi in programma in altrettanti weekend nel corso dell’estate: a Passo Vezzena (8-9 luglio), sul Monte Bondone (15-16 luglio), in Val di Non (22-23 luglio), in Primiero (28-30 luglio) e in Val di Rabbi (16-17 settembre).

Ogni appuntamento proporrà un ricco calendario di laboratori, degustazioni dei prodotti lattiero caseari, insieme ad attività per famiglie nell’ambiente unico delle malghe in quota.

A Passo Vezzena si incontreranno le esperienze dei malgari di due territori contigui, la Valsugana e l’altipiano di Lavarone – Alpe Cimbra, per dare vita alla prima edizione di una festa in cui i più piccoli saranno coinvolti nella produzione diretta del burro e di una caciottina, mentre ad attendere le mamme ci sarà l’angolo della bellezza con una serie di trattamenti per il relax, realizzati ovviamente con prodotti a base di latte.

Ci saranno anche incontri formativi, concorsi di pittura e un’escursione in mountain bike fino a malga Costalta, lungo il “sentiero dell’orso”, per assistere alla mungitura delle mucche. Da non perdere, ovviamente, le delizie de “la Locanda del Malghese”, presso il punto di ristoro al centro del “Villaggio del Latte“, a cura della Condotta Slow Food Valsugana – Lagorai.

Altra novità di questa seconda edizione è Latte in Festa sul Monte Bondone dove, guidati da Accompagnatori di Media Montagna, si potranno raggiungere malga Albi e malga Brigolina per osservare i malgari nelle fasi di mungitura, trasformazione e lavorazione del latte. Chi invece preferisce rimanere a Vasòn, presso piazza Padre Riccardo potrà partecipare alle iniziative inserite nel “Villaggio Latte in Festa”: laboratori ludico/didattici e dimostrazioni offerte dai produttori lattiero/caseari, con possibilità di acquistare e degustare i prodotti del nostro territorio. Alle Viote, infine, ci sarà una insolita gara di fienagione tra squadre miste formate da almeno due donne e due falciatori che si sfideranno nel tagliare e rastrellare un prato 10 m x 10 m.

In Val di Non saranno i pascoli dei Pradièi, località sull’altopiano dell’alta valle da cui è possibile ammirare un paesaggio unico a 360°, ad accogliere la seconda edizione dell’evento. Lungo la ciclopedonale dell’Alta Val di Non nel tratto fra Romeno e Sarnonico sarà allestito un mercato “in bianco” con corner tematici per conoscere il latte e il suo mondo, con la possibilità di acquistare, degustare e assaggiare i formaggi di Caseifici e malghe della Val di Non, dolci al latte, gelati e frappè artigianali, yogurt e frullati e molti altri prodotti oltre alle specialità di alcuni produttori della Strada della Mela e dei Sapori delle Valli di Non e di Sole. E nell’angolo cosmesi ci si potrà sottoporre a peeling al fieno e trattamenti linfodrenanti con crema al latte e al miele.

Infine l’appuntamento in Val di Rabbi dove presso le Terme si potrà approfondire l’uso del latte come trattamento di bellezza, provandone i benefici sulla propria pelle.

Anche in questa edizione saranno i prati del Plan a vestirsi di bianco, con un percorso emozionante che stimolerà i cinque sensi. I Caseifici Presanella di Mezzana e Cercen di Terzolas presenteranno e proporranno in degustazione i loro prodotti, su tutti il Casolétdella Val di Sole. Le varie malghe saranno in vetrina in località Plan per presentare i loro formaggi d’alpeggio, in un racconto vivo che è storia e presente della vita in montagna. A circa mezz’ora di cammino dal Plan, malga Fratte accoglierà i visitatori per incontrare da vicino il mondo delle malghe.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]

Categorie

di tendenza