Connect with us
Pubblicità

Voce - Fiemme e Fassa

Accoglienza Flop: una famiglia nigeriana sparisce dalla casa messa a disposizione da privati.

Pubblicato

-

Era stato presentato in pompa magna con tanto di incontro con i cittadini e con la benedizione del parroco del paese di Verla di Giovo, l’arrivo di una famiglia di cinque persone nigeriane arrivata 45 giorni.

La famiglia, richiedente protezione internazionale, era stata accolta in un appartamento di proprietà di una famiglie del paese.«È importante conoscere come stanno le cose – aveva dichiarato il sindaco di Giovo, Vittorio Stonfer (foto) – per poter ragionare con la propria testa senza seguire dicerie. L’amministrazione ha ritenuto opportuno seguire una famiglia della nostra comunità che ha deciso di accogliere, stando loro vicini in questo percorso di inserimento»

Ancora più trionfalistica la dichiarazione di Claudia Di Dino di Cinformi: «il loro inserimento sarà seguito da operatori, dovranno frequentare dei corsi di italiano, ma la parte più importante la potranno fare le persone che accolgono, la comunità intera: ci sono tre bambini che verranno inseriti a scuola e c’è un papà che se riuscirà a lavorare sarà una grande cosa». 

Pubblicità
Pubblicità

In realtà le cose poi sono andate in modo diverso. La famiglia – secondo alcuni testimoni – ha abbondato la casa in tutta fretta senza dire nulla a nessuno.

Alcune segnalazioni di cittadini ci informano che tutti i membri della famiglia nigeriana se ne sono andati senza dir nulla ai dirigenti provinciali, alla croce Rossa e a Cinformi. L’unica cosa che hanno fatto è stato inviare un sms ai proprietari della casa facendo presente che se ne sono andati in Francia, perché in Trentino non ritenevano di avere le adeguate possibilità lavorative/ sociali per integrarsi.

Chi denuncia il fatto si chiede come hanno potuto fare a lasciare il Trentino senza soldi e senza documenti. Sembra che il padre dei proprietari dell’appartamento portasse ogni giorni a Lavis la famiglia di migranti a fare la spesa in macchina (per risparmiare dei soldi si dice) e che la PAT inviasse a casa interpreti, mediatori cultuali, psicologi ecc ecc per cercare l’integrazione della famiglia. Cinformi aveva anche organizzato un progetto – sostenuto dai contribuenti trentini – per aiutare i figli piccoli ad integrarsi. Il capo famiglia era un farmacista, la moglie un’infermiera in attesa del terzo figlio, chi denuncia pone una domanda: «in una nazione come la Nigeria dove crediamo che gli analfabeti superino la maggioranza della popolazione, un laureato e una infermiera non siano proprio bisognosi…»

Pubblicità
Pubblicità

Sta di fatto che la famiglia, che ora è in Francia, è sparita senza dire nulla, lasciando i debiti da pagare alla comunità trentina dopo averla sfruttata per bene. Forti sono anche i dubbi su come la famiglia abbia potuto sostenere le spese di viaggio per andare in Francia, è chiaro che probabilmente la situazione economica della famiglia non era così disperata, oppure in Trentino ci sono associazioni occulte e fuori legge che aiutano i migranti a passare le frontiere italiane. «Soldi buttati nei tombini – incalzano i segnalatori del caso – siamo stufi di pagare e subire le scelte di politici e funzionari che decidono contro il parere della maggior parte dei cittadini».

 

Pubblicità
Pubblicità

2 Comments

2 Comments

  1. Graziano

    5 Luglio 2017 at 15:51

    Però è bello che anche i nigeriani considerino l’Italia un posto dal quale andarsene…

  2. Teresa

    6 Luglio 2017 at 18:21

    Quando è una mamma ad essere iperprotettiva o inadeguata le si toglie il figlio con un provvedimento del Tribunale. Ora si dovrebbe allontanare al più presto il Servizio Sociale e sanzionare l’amministrazione per non aver saputo garantire il benessere psicologico di questa famiglia , soffocandola di attenzioni tanto da indurla a scappare di nascosto!!!!??????

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]

Categorie

di tendenza