Connect with us
Pubblicità

Trento

Stillicidio di locali pubblici nei pressi di Piazza Dante: anche la caffetteria della biblioteca fa causa al Comune

Pubblicato

-

E’ uno stillicidio la moria dei locali pubblici nei pressi di Piazza Dante, a causa del degrado e insicurezza della zona. Nei giorni scorsi la denuncia verso il Comune da parte di gestori del bar Liberty «perché non si è messo in sicurezza il parco come promesso», poi l’annuncio dei titolari del bar pasticceria Al Parco «Ce ne andiamo. Qui ormai non si può più lavorare, non ci sentiamo tutelati».

Ora anche la caffetteria della biblioteca comunale in via Roma, sempre nelle vicinanze della ormai famigerata piazza, fa causa al Comune di Trento per inadempimento contrattuale.

«Le criticità sono diverse a partire dal vistoso calo dell’utenza, alla mancanza di presidio della struttura che comporta numerosi furti e degrado all’interno dello stabile, oltre all’inutilizzabilità protratta dei servizi sanitari, alle quali si aggiungono le norme rigide all’interno delle quali poter operare», questa la denuncia accorata che ho raccolto  – spiega il consigliere provinciale Claudio Cia – da Flavio Marconcini, che da dieci anni ha in gestione il bar interno alla biblioteca, nel Palazzo ex Gesuiti».

Pubblicità
Pubblicità

Caratteristiche e prestigio della struttura, affluenza e natura dell’utenza, erano punti chiave che caratterizzavano l’offerta avanzata nell’ambito della procedura concorsuale. Nell’ultimo periodo – e in particolare nell’ultimo triennio – la situazione dello stabile ha però subito notevoli e gravose modificazioni.

Viene quindi chiamato a rispondere il Comune di Trento che avrebbe omesso di presidiare adeguatamente la struttura della Biblioteca comunale, o comunque di dotarsi di sistemi di vigilanza idonei, con conseguente proliferazione di episodi di microcriminalità.

Tutti i media hanno in più occasioni raccontato con dovizia di particolari la situazione di degrado della biblioteca, con sporcizia, affluenza di persone poco interessate ai servizi, presenza di ubriachi, spacciatori, e nullafacenti che bivaccano nei corridoi o dormono davanti ai distributori automatici di bevande. «Il Comune poi – interviene ancora Cia – non avrebbe garantito la funzionalità e il presidio dei servizi sanitari annessi all’esercizio bar interno che sono rimasti inutilizzabili per diversi periodi protratti nel tempo e che sono stati e sono tuttora utilizzati in maniera del tutto impropria anche da soggetti estranei all’utenza della biblioteca in una situazione di latente e vistoso degrado».

Pubblicità
Pubblicità

La situazione viene confermata anche sondando gli umori tra i clienti dell’esercizio, che hanno accettato anche di compilare un questionario in forma scritta, rivelando ancor più nel dettaglio le circostanze che avrebbero provocato il progressivo degrado della struttura bibliotecaria di via Roma, realizzata con notevole investimento di risorse, provocando l’allontanamento dell’utenza, soprattutto di quella studentesca.

Nel 2012 l’inaugurazione della nuova Lettere, nel 2015 lo spostamento della sezione ragazzi da via Roma alla Palazzina Liberty e ora l’apertura della nuova Buc, hanno comportato un logico calo di utenza all’esercizio nella sede centrale.

Pubblicità
Pubblicità

Quando il titolare del locale ha chiesto di poter ampliare l’offerta alla clientela, per esempio utilizzando il giardino per qualche evento, o di poter tenere aperto alla domenica in occasioni particolari, proprio per vivacizzare il locale e garantire un afflusso di clientela atto anche a scoraggiare potenziali soggetti disturbatori, il Comune si sarebbe limitato a dire che il contratto non lo prevedeva e che si trattava di iniziative incompatibili con il particolare pregio dell’immobile… lo stesso immobile che però è stato abbandonato a se stesso.

«Per locali pubblici in circostanze simili è stato consentito di realizzare ad esempio “Happy Hour” anche se il bando di gara prevedeva espressamente il divieto per tali iniziative, – aggiunge il consigliere provinciale di Agire –  non si comprende quindi l’accanimento del Comune verso la struttura presso la biblioteca di via Roma, che chiede solo di poter lavorare.

Per tutto questo il titolare ha scelto di avanzare richiesta di risarcimento al Comune di Trento per inadempimento contrattuale e ha avviato un procedimento davanti all’Organismo di mediazione Forense. La vicenda finirà però davanti al Giudice, poiché il Comune avrebbe rifiutato la mediazione».

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]

Categorie

di tendenza