Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Tutti i misteri di George Soros il «pirata» della finanza amico di Prodi.

Pubblicato

-

Finalmente, da un po’ di tempo, si parla di George Soros.

Ci provano, i pompieri di professione, come Alan Friedman, e tanti altri a scherzare sui “complottisti“, ma il tempo di prenderci tutti per fessi è finito.

Anche riviste prestigiose come Limes dedicano pagine e schemi per illustrare l’incredibile mole di attività politiche più o meno occulte del cosidetto “filantropo”.

Pubblicità
Pubblicità

Sarebbe allora bene ricordare che c’era chi denunciava questo personaggio almeno 20 anni orsono, vedendo chiaramente la sua influente presenza dietro i radicali di Marco Pannella ed Emma Bonino. Questo minuscolo partito che si è sempre battuto, tra le altre cose, per l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, raccoglieva sempre immense quantità di quattrini per le sue costose campagne, proprio attraverso burattinai come il noto finanziare.

Il Corriere Economia del Corriere della Sera del 20 ottobre 1997, in uno schema che conservo tuttora, indicava “dove George Soros ha speso di più” (“enti antiabolizionismo droga“, “marijuana libera per scopi medici“, “concessione del passaporto USA agli immigrati stranieri“, “ridurre il numero dei carcerati”...), e “come ha guadagnato di più” (speculando sulla sterlina inglese nel 1992, sulla lira italiana nello stesso anno, sulle valute asiatiche nel 1997).

Per questi motivi, concludeva l’articolo, Soros è considerato un pirata della finanza, un pericoloso destabilizzatore, da Alexander Lukashenko, presidente della Bielorussia, Franjo Tudjman, presidente della Croazia e Muhamed Mahatir, primo ministro della Malaysia.

Pubblicità
Pubblicità

Non così, invece, per il nostro Romano Prodi, che insieme all’economista Stefano Zamagni, allora responsabile dell’ Ulivo per le politiche sociali e le risorse umane, due anni prima, nel 1995, aveva conferito proprio a George Soros la laurea honoris casa in economia.

Repubblica del 31 ottobre 1995 esordiva così: “George Soros sorride a tutti. Manovra dodici miliardi di dollari, anche se dice che per vivere gli bastano venti milioni. La sua grande fortuna sono le manovre sulle valute. E’ un filantropo, spende miliardi per il Terzo Mondo e i paesi dell’ ex-comunismo: predica la “società aperta” del suo maestro Karl Popper… Soros è uno dei più grandi finanzieri del mondo e ieri a Bologna, nella più antica università del mondo, gli hanno dato la laurea honoris causa. In economia. Festa di professori, banchieri, industriali. Ma anche un abbozzo di contestazione. Succede che uno dei Creso della terra sia attaccato, nella città pur sempre “rossa”, dalla destra, ex o neofascista, che lo accusa di essere uno speculatore, l’ alfiere di un capitalismo senza scrupoli e senza patrie”.

Pubblicità
Pubblicità

Può stupire rileggere oggi questi fatti e ricordare non solo che Soros venne premiato da Romano Prodi pur avendo speculato sulla lira, ma anche che le sue frequentazioni italiane fossero, oltre a Prodi e Zamagni, i radicali Bonino e Pannella.

Non stupisce invece riconoscere la continuità e la coerenza con cui Soros e i radicali si battono da decenni per gli stessi scopi: non sono ancora oggi impegnati, i radicali, nel lottare per la droga libera, l’immigrazione come bene in sè, le amnistie?

A scorrere i giornali di quegli anni, benchè centellinate, si trovano altre informazioni: si scopre per esempio che Soros finanziava un “Progetto sulla morte”, legato alla diffusione dell’eutanasia, insieme a Hugh Hefner, patron di Playboy; che foraggiava progetti nel campo dell’ingegneria genetica, della clonazione e del lavaggio del cervello; che fu firmatario e propagandista, nel 1998, di una lettera manifesto al segretario generale dell’Onu Kofi Annan, in cui, insieme a Dario Fo, Nicoletta Braschi, Luigi Manconi, Stefano Rodotà ed altri, protestava contro una “guerra globale alle droghe” che “sta provocando più mali dello stesso abuso di stupefacenti” (Repubblica, 8/6/1998).

Tornando al 1995, in quell’anno usciva in Italia, per l’editore fiorentino Ponte alle Grazie, la sua autobiografia: “Soros su Soros”. In essa il finanziere – presentandosi scherzosamente come il tipico esponente di un mondo occulto e segreto che ama agire dietro le quinte, facendo ogni tanto cucù quasi per prendersi gioco delle vittime -, andava al cuore del suo concetto di agognata “società aperta”: una società per lui ideale, in cui “amici, vicini di casa, mariti e mogli diventano, se non intercambiabili, almeno prontamente rimpiazzabili da sostituti“; in cui i legami tradizionali divengono “di carattere contrattuale“, con una conseguente “crisi delle relazioni“, di quelle relazioni come il vicinato, la parentela, la religione, la patria… che appartengono ad una “società organica” da archiviare e dimenticare per sempre.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]

Categorie

di tendenza