Connect with us
Pubblicità

Voce - Alto Garda e Ledro

«Restel de Fer»: al via martedì 20 giugno la nuova viabilità

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

RIVA DEL GARDA – Manca poco all’attesa «rivoluzione» della viabilità nella zona nota come «Restel de Fer»: a cavallo del fine settimana si sta installando la segnaletica verticale (provvisoriamente coperta); quindi, nella notte tra martedì 20 e mercoledì 21 giugno (con inizio dei lavori in serata) sarà realizzata la segnaletica orizzontale, ridisegnando la viabilità di tutta la zona delimitata da via Padova, viale Rovereto, via Brione e via Filanda, comprendente le vie Treviso, Restel de Fer, Vicenza, Udine, Gorizia, Belluno, Longa e Confalonieri, con in più posti auto regolamentari, vie pedonali e ciclabili.

Si tratta di una zona in cui le strade hanno una larghezza limitata, con gravi problemi di convivenza tra auto, pedoni e biciclette, e ripercussioni rilevanti sulla vivibilità e sulla sicurezza, e non infrequenti casi di blocco, anche per i mezzi di pronto intervento.

I problemi si presentano in particolare durante la stagione estiva, per la presenza di numerose attività ricettive che richiamano un elevato numero di veicoli, tra cui tanti pullman.

La soluzione che sarà realizzata, che costituisce un approfondimento di dettaglio del PUM, il Piano urbano della mobilità (redatto su incarico del Comune dall’ing. Francesco Seneci), è stata perfezionata e modificata con il contributo dei residenti e dei titolari delle attività ricettive, che l’Amministrazione comunale ha incontrato in una apposita serata, lo scorso 16 dicembre nella caserma dei vigili del fuoco in viale Rovereto, e successivamente con una serie di incontri con singoli, per concordare la soluzione migliore a nodi puntuali della complessa viabilità della zona.

La soluzione prevede che la gran parte delle strade diventi a senso unico (solo via Longa e via Belluno rimangono a doppio senso), scelta inevitabile per ricavare i necessari posti auto (in linea rispetto all’asse stradale) e i passaggi ciclabili e pedonali, così da risolvere i problemi di sicurezza e vivibilità di oggi.

La nuova organizzazione viaria sarà realizzata con segnaletica orizzontale bianca, a norma del Codice della Strada, in vista di un periodo di verifica e di valutazione che si concluderà alla fine dell’anno; dopo il quale – sentiti nuovamente residenti e operatori – si procederà, così come già stabilito oppure con le modifiche che si riterranno opportune, alla realizzazione della segnaletica definitiva, colorata.

Pubblicità
Pubblicità

La via ciclopedonale sarà distinta in modo netto e visibile con una pavimentazione dedicata di colore rosso. Questa soluzione sarà riportata anche in tutti gli incroci, così da contribuire a ridurre la velocità dei veicoli. Nella soluzione-tipo, quella realizzata nella maggior parte dei casi, ci saranno quindi una via carrabile a senso unico con transito anche delle biciclette nella medesima direzione, su un lato i posti auto in linea, sull’altro lato la via ciclabile per la direzione opposta e la corsia pedonale, separata. Il tutto è studiato anche per evitare che la zona possa accogliere traffico di passaggio.

L’area sarà quindi oggetto di una nuova ordinanza che metterà nero su bianco il complesso della nuova regolamentazione, sosta dei veicoli compresa, così da permettere alla polizia locale di intervenire nei casi di sosta non regolare e intralcio alla circolazione, oggi nel periodo estivo tutt’altro che infrequenti, così come richiesto da residenti e operatori.

Uno dei problemi più gravosi, la difficile convivenza con i tanti pullman diretti alle strutture ricettive, sarà risolto con un percorso obbligato ricavato sulle direttrici adatte: i pullman, quindi, accederanno all’area unicamente da via Longa e da via Restel de Fer. Per questi mezzi l’allungamento del percorso è nella maggior parte dei casi pressoché nulla o al massimo minima.

Per poter eseguire l’intervento di realizzazione della segnaletica orizzontale, le strade interessate saranno pulite martedì 20 giugno, sicché sulle stesse strade sarà fatto divieto di sosta ancora in giornata (a questo proposito, si ricorda che a poca distanza, in via Treviso, è stato realizzato l’anno scorso un parcheggio pubblico di 150 posti, gratuito). Dalla sera e per tutta la notte saranno eseguiti i lavori (in questo orario per limitare al massimo le ripercussioni su viabilità e parcheggio).

Nel caso di imprevisti, sempre possibili, eventuali interventi di completamento saranno eseguiti nella sera-notte successiva. Gli operatori della zona saranno informati individualmente e riceveranno la piantina della zona con la nuova viabilità.

L’intervento è realizzato con la collaborazione del Corpo di polizia locale intercomunale.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

Andalo, cambia il sistema di conferimento dei rifiuti da parte delle aziende

Italia ed estero11 ore fa

Addio al bonus 18enni, i fondi a spettacoli ed editoria

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

L’intera Val di Non imbiancata: Vigili del Fuoco al lavoro

Trento13 ore fa

Ordine Infermieri: «Restituire ai pazienti la vicinanza dei familiari significa restituire un diritto umano»

Trento13 ore fa

La decorazione natalizia della polizia di Stato sul grande abete in piazza Duomo

Trento14 ore fa

Weekend dell’Immacolata, neve in esaurimento. Domenica traffico da bollino nero

Musica14 ore fa

Isera, Palazzo de’ Probizer: Agorart Ensemble in concerto

Fiemme, Fassa e Cembra15 ore fa

Nuovo ospedale di Cavalese: una grande proposta per i bisogni della comunità

Trento15 ore fa

Superato il limite della decenza: ora rubano i vasi di rame dai cimiteri

Trento15 ore fa

Neve in Trentino, la situazione della viabilità alle ore 10.30

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

A Spormaggiore arriva il “Consiglio comunale dei ragazzi”

Trento16 ore fa

5 centimetri di neve a Trento, in azione la macchina comunale. Nel pomeriggio in arrivo la pioggia

L'Editoriale16 ore fa

In Trentino centrodestra ancora favorito. La leadership cambia a favore di Fratelli d’Italia

Trento17 ore fa

Arrivano i turisti: la stagione invernale si apre con successo

Italia ed estero17 ore fa

Dal 12 al 16 dicembre mobilitazioni nazionali contro la manovra di bilancio: le motivazioni

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…1 settimana fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Io la penso così…5 giorni fa

Sono fan dei Maneskin…ma quando si esagera non va bene

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento3 giorni fa

Circonvallazione ferroviaria Trento: pian piano la verità viene a galla

Trento3 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web4 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Meteo2 giorni fa

Da giovedì sera sul Trentino torna la neve anche a quote basse

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza