Connect with us
Pubblicità

Trento

Allarme per il cavalcavia di Ravina in stato di deperimento e a rischio crollo

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

A lanciare l’allarme sono stati i consiglieri comunali della lega Nord che nei giorni scorsi, durante un giro ricognitivo sul territorio, si sono soffermati ad osservare attentamente la parte sottostante del cavalcavia di Ravina, manufatto oramai storico del territorio, facente parte della Strada Statale 12 dell’Abetone e del Brennero e presente in prossimità del ponte sul fiume Adige che collega Trento con l’omonimo rione cittadino.

Guardando attentamente l’opera, risultano evidenti (foto) i segni di molte infiltrazioni d’acqua nella stessa struttura, con conseguenti e preoccupanti distaccamenti di materiale laterizio.

In alcuni punti, rimane ben visibile e tutta arrugginita la rete di armatura interna del cavalcavia.

Fortunatamente, allo stato attuale non risulta interessata da distaccamenti di materiale laterizio la parte sovrastante la rotatoria fra via del Ponte e via Al Desert, ma ciò non toglie che rimanga alta la preoccupazione per le condizioni strutturali di un’opera che oramai comincia a sentire il peso del tempo e necessiterebbe indiscutibilmente di un urgente intervento di manutenzione.

La paura è che il deperimento del calcestruzzo, con la conseguente ossidazione dell’acciaio di armatura, possa provocare a lungo termine la riduzione della resistenza statica della struttura, soprattutto in caso di eventi sismici di un certo rilievo.

Sulla questione abbiamo sentito, sulla scorta delle foto, un parere tecnico di Antonio Bonvecchio, ingegnere strutturista, iscritto all’ordine degli ingegneri di Trento dal 1988, docente di topografia, abilitato per costruzioni e tecnologia delle costruzioni.

Pubblicità
Pubblicità

«Consiglio di inviare queste foto – esordisce Bonvecchio – all’ufficio strade della Provincia autonoma di Trento, è necessario infatti iniziare subito un’ opera di bonifica dalla ruggine per l’armatura in acciaio e di ripristino del copri ferro in malta speciale per la struttura in calcestruzzo, è inoltre pericoloso il degrado nel punto di congiunzione della travata stradale sulla mensola del pilastro»

Considerati i recenti e tristi episodi a livello Nazionale, che hanno visto il cedimento di alcuni manufatti laterizi presenti sulla rete stradale Italiana e che in alcuni casi hanno prodotto delle vittime inermi questi segnali di degrado vanno tenuti nella giusta considerazione,  «altrimenti va a finire come per i viadotti in Piemonte, Lombardia e Abruzzo»termina l’ingegner Bonvecchio.

Le competenze sulla strada sono però dello Stato probabilmente con delega alla provincia.

Ma la Lega nord 15 giorni fa ha deciso di depositare un’interrogazione al sindaco Andreatta nella quale chiede di chi sia la competenza inerente la manutenzione dell’opera laterizia un oggetto e se e quali provvedimenti intenda attuare l’Amministrazione Comunale, al fine di ripristinare l’integrità strutturale dell’opera e verificarne la resistenza statica.

Pubblicità
rel="nofollow"Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Giudicarie e Rendena7 ore fa

Morto Luigi Cantonati il 53 enne travolto dal legname 10 giorni fa

Trento10 ore fa

Oggi la visita del sindaco a Villazzano

Spettacolo10 ore fa

Cinemart prosegue con “Jane by Charlotte”

Piana Rotaliana11 ore fa

“AgriLazzera 2023”: macchinari e attrezzature per l’agricoltura e il giardinaggio in mostra a Lavis

Trento11 ore fa

Dolomiti Pride 2023, la sfilata sarà a Trento il 3 di giugno

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Molveno: viabilità limitata in centro storico per tutta la settimana prossima

Bolzano11 ore fa

Tragico scontro tra un camion e una macchina, morta una persona

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Si è svolta la sessione forestale annuale del Comune di Cles: in montagna si torna alla normalità, ma c’è preoccupazione per l’espansione del bostrico

Trento11 ore fa

Itea, redditi più bassi e utenze domestiche? Fdi: «Pronti a sostenere qualsiasi iniziativa di aiuto da parte dell’Amministrazione Comunale»

Rovereto e Vallagarina12 ore fa

Ancora una vettura in fiamme, è successo a Besenello

Trento12 ore fa

Coronavirus, il report settimanale dei contagi in Trentino

Trento12 ore fa

Foglio di via per 3 anni per un nigeriano pregiudicato

Trento13 ore fa

Blitz in via Ghiaie della Polizia di Stato: denunciati 4 nordafricani per spaccio, due dei quali espulsi

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Iscrizioni in forte crescita al Liceo Russell: +28% rispetto all’anno scorso

Alto Garda e Ledro16 ore fa

Perde il controllo dell’auto e si ribalta in un vigneto, ferito un 21 enne

Trento1 settimana fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Offerte lavoro1 settimana fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena3 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento2 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza