Connect with us
Pubblicità

Trento

Trento, nuove regole della provincia sulle cave di porfido

Pubblicato

-

Entra nel vivo la riforma del settore estrattivo. La Giunta provinciale, su proposta del vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi, ha approvato oggi una delibera contenente le regole che devono essere recepite nei disciplinari di concessione delle cave di porfido, in particolare per quanto riguarda l’individuazione della percentuale di materiale grezzo da lavorare con ricorso a propri dipendenti.

Superata la fase delle consultazioni, diamo il via alla fase operativa dell’applicazione della legge – sottolinea Olivi – . Tutte le regole che abbiamo individuato per la gestione delle concessioni hanno come obiettivo imprimere una svolta qualitativa a questo settore strategico per il Trentino, nella consapevolezza che la grande maggioranza delle cave sono beni pubblici e necessitano di una cornice comune entro cui operare. Abbiamo voluto una legge che valorizzasse la capacità di fare impresa, contrastando l’eccessiva frammentazione, e che tutelasse i lavoratori e la loro professionalità. Non si tratta solo di regole comuni, lo sappiamo bene: dobbiamo anche impegnarci per stare sui mercati e per aprirne di nuovi. Ma le regole sono indispensabili per incoraggiare lo sviluppo delle buone prassi, la costruzione di una filiera omogenea, forte, riconoscibile. Ora la palla passa agli attori del sistema: è la filiera territoriale nel suo complesso, a doverle applicare, nella prassi, nei comportamenti. Crediamo però che l’ottimismo, a questo punto della partita, sia legittimo: l’impegno che abbiamo registrato lungo l’iter che ha portato all’approvazione della normativa e poi ora al varo delle nuove regole per le concessioni ci fa ben sperare”.

PubblicitàPubblicità

Vediamo di riassumere brevemente i contenuti della decisione assunta oggi dalla Giunta provinciale. La recente modifica della legge ha introdotto alcune regole per le nuove concessioni di porfido, relativamente alla lavorazione in proprio del materiale “grezzo”, e alla sua tracciabilità, al fine di favorire la qualità della filiera produttiva, la qualità del lavoro e dell’occupazione, la trasparenza dei processi di utilizzo di beni pubblici e la  tutela dei giacimenti.

Analoghe regole, trattandosi di beni pubblici, vengono introdotte per le concessioni in essere, tenendo conto dei principi di ragionevolezza e prevedibilità. Per la lavorazione in proprio del grezzo viene chiaramente prevista una certa gradualità nella loro introduzione, e si tiene sostanzialmente conto della durata residua della concessione (prima o dopo il 1° gennaio 2022).

Nel dettaglio:

Pubblicità
Pubblicità

– i concessionari titolari di concessioni pubbliche di porfido, con scadenza successiva al 1 gennaio 2022, devono lavorare con ricorso a propri dipendenti una percentuale di materiale grezzo pari almeno al 50%, per il biennio dal 1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2020, e di almeno l’80% dal 1 gennaio 2021 fino alla scadenza della concessione;

– i concessionari titolari di concessioni pubbliche di porfido, con scadenza entro il 1 gennaio 2022, dal 1 gennaio 2019 e fino alla scadenza della concessione, devono lavorare con propri dipendenti una percentuale di materiale grezzo pari almeno al 50 %, ovvero, qualora la loro organizzazione aziendale non sia adeguatamente strutturata per garantire la lavorazione con propri dipendenti, devono ricorrere a contratti che prevedono la solidarietà retributiva e contributiva.

Pubblicità
Pubblicità

Per la tracciabilità del grezzo, in caso di suo trasferimento, è prevista la pesatura e la comunicazione al comune delle quantità di grezzo cedute, del soggetto a cui viene ceduto, e del luogo di destinazione.

Queste disposizioni entrano in vigore 2 mesi dopo la sottoscrizione dei disciplinari da parte delle ditte, tenuto conto che i comuni hanno 4 mesi di tempo – dal 1 marzo scorso (data di entrata in vigore della legge) – per le modifiche dei disciplinari, e le ditte hanno 1 mese di tempo per la sottoscrizione dei disciplinari medesimi (in teoria quindi il primo ottobre 2017).

Sulla delibera è stato acquisito il parere del Consiglio delle autonomie, favorevole con alcune osservazioni, fra le quali è stata accolta quella relativa ad un posticipo di 6 mesi del termine di introduzione dei primi obblighi di lavorazione in proprio del grezzo (dal 1 luglio 2017 al 1 gennaio 2018).

Sui sistemi di pesatura e comunicazione sono stati anche acquisiti i pareri, previsti in legge, delle associazioni di categoria (Industriali e Artigiani), che si sono espresse favorevolmente.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]

Categorie

di tendenza