Connect with us
Pubblicità

Trento

Garanti dei detenuti e dei minori: la «miracolosa» moltiplicazione delle istituzioni

Pubblicato

-

«Al di là di ragioni politiche per cui qualcuno può volere istituire il Garante dei detenuti si evidenzia il rischio di distruggere l’attuale “Difensore-civico-Garante-dei-minori”, cioè una figura del tutto diversa, unitaria, e per giunta già operativa da molti anni» – lo ha spiegato oggi nel suo intervento in consiglio provinciale Claudio Cia di Agire.

Secondo il consigliere provinciale se venisse approvato questo ddl, il Garante dei minori nascerebbe per effetto di uno smembramento dal Difensore-civico-Garante-dei-minori, senza che vi sia alcuna seria ragione di smembrare questa istituzione.

«Questo ddl vuole solo costituire due nuovi uffici, due poltrone da riempire, due posizione di rendita. Insomma, una “miracolosa” moltiplicazione delle istituzioni. Se proprio vogliamo potenziare l’ufficio della difesa civica, lo si potenzi, – aggiunge ancora Cia –  mantenendolo razionalmente un ufficio unitario ed incrementando le risorse umane al costo, ad esempio, di un funzionario, o persino di due, che sono comunque molto meno impattanti, sui costi delle istituzioni, di un Garante dei minori (semi)autonomo, con probabilmente uno o due funzionari e chissà cos’altro e un Garante dei detenuti».

Pubblicità
Pubblicità

Secondo Cia sono 6 i punti negativi della riforma che non convincono per nulla. 

1 – Si appesantisce il procedimento, in quanto presumibilmente i cittadini dovranno passare previamente dal Difensore civico, e poi recarsi dal Garante dei minori. E’ paradossale che la politica lavori per rendere deliberatamente complessi e potenzialmente gravidi di conseguenze procedimenti ed istituti che hanno sempre funzionato senza particolari intoppi. E questo lo si fa per creare un nuovo incarico, una nuova poltrona. E’ chiaro che non necessariamente dovrà sorgere un conflitto tra Difensore civico e Garante dei minori, ma è altrettanto chiaro che la lacerazione di un istituto unitario favorisce seriamente conflitti interni ad un sistema di garanzia che da decenni opera come sistema unitario.

2 – Il ddl oggi in discussione “uccide” in maniera insensata un Garante dei minori che funziona, ma poi lo risuscita sotto altra veste, con costi maggiorati. Il garante, resuscitato come soggetto semi-autonomo, comporta un aumento dei costi del servizio senza una ragione, o con un evidente risultato: quello di creare un’altra posizione di rendita a favore di una nuova istituzione.

Pubblicità
Pubblicità

3 – Sui costi va poi detto che il ddl è formulato in maniera molto vaga, là dove specifica che sarà il Difensore civico a disporre delle risorse del caso a favore del Garante dei minori. Considerato che il Difensore civico dipende dal Consiglio provinciale, immagino che il Difensore civico non potrà dare risorse economiche, ma dovrà dare risorse di altra natura. Si riconosce implicitamente che il Garante dei minori viene creato nonostante il Difensore civico sia un ufficio già perfettamente strutturato per gestire la garanzia dei minori, al punto che i funzionari del Difensore civico rappresentano risorse perfettamente adeguate per la garanzia dei minori. Dunque la vantata specializzazione del Garante dei minori stesso è un pretesto.

4 – Va sottolineato inoltre che non ci sono i numeri per dare da lavorare ad un funzionario. Al momento le pratiche riguardanti minori raggiungono la cifra di punta di 64 unità all’anno. Non avrebbe senso neppure se le pratiche raddoppiassero, perché il Difensore civico ha gestito numeri assoluti impressionanti con un numero di dipendenti pari a quelli che ha attualmente. In ogni caso le indicazioni contenute nelle relazioni annuali dicono che basterebbe inserire presso il Difensore civico-Garante dei minori un funzionario in più in organico, per gestire numeri molto elevati di pratiche.

5 – E’ plausibile ipotizzare che il Garante dei detenuti sarà impegnato ben poche ore in settimana, ciononostante assorbendo risorse in misura sproporzionata rispetto a ciò che farà. Nella relazione del 2005 la cons. Borgonovo Re, riferendosi in maniera implicita anche ai minori, che lei già tutelava come Difensore civico, affermava: “Non si comprende quindi la necessità per istituire una figura di difensore ad hoc per una specifica categoria di persone che porterebbe inutili costi e duplicazioni”.

6 – Lo stesso PD e UPT, oggi ancora sui banchi della maggioranza, nel 2009 affermavano che questa frattura fra Difensore civico e Garante dei minori non è giustificata. La relazione al ddl specificava i vantaggi della soluzione proposta: “un risparmio di spesa ed organizzativo mantenendo inalterate le possibilità di intervento in materia di minori ed adolescenti”. Si era anche detto di quel ddl (poi approvato) che “il disegno di legge riporta in capo al difensore civico tutte le prerogative del garante dell’infanzia e non è quindi una rinuncia alla base ideale su cui poggiava la figura, bensì un intervento di mera riorganizzazione e razionalizzazione

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza