Connect with us
Pubblicità

Trento

I servizi sociali strappano il bambino ad un papà. Il drammatico video

Pubblicato

-

Straziante è il video che da qualche giorno il CCDU, Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani ha messo in rete a sostegno di un padre di Gallura che sta lottando per riavere suo figlio. (le immagini sono forti, avvertiamo i lettori)

Cinque minuti di urla di un bambino che implora piangendo e ansimando di rimanere con il suo papà.

Non è possibile, nel 2017, che un minore possa vivere un trauma del genere, portato via di peso con la forza come se avesse fatto qualcosa di male. Ma lui non è colpevole.

Pubblicità
Pubblicità

È solo la vittima di una separazione conflittuale o meglio di una situazione che sarebbe dovuta andare diversamente.

Il filmato inizia con le terribili urla di Elia (nome di fantasia). Il motivo dell’allontanamento? Pare che qualche professionista abbia scritto «contaminazione e condizionamento del pensiero del piccolo da alienazione genitoriale con sentimenti di rifiuto, rabbia, aggressività verso la figura materna…».

Queste poche parole sono tratte dalla relazione peritale che ha contribuito a formulare la decisione del Giudice riguardo al futuro di Elia.

Pubblicità
Pubblicità

Le domande sorgono spontanee: Si poteva evitare ad Elia, come a tanti altri bambini questo trauma? L’allontanamento è davvero l’unico strumento in caso di alienazione genitoriale? E infine l’alienazione è davvero provabile?

Non è possibile dare una risposta univoca a queste tre questioni, ma senz’altro anche se si facesse l’ipotesi che un genitore fosse alienante, il bambino certamente non è una tabula rasa, bensì un essere vivente con una sua volontà e personalità anche se in via di formazione che vanno protette, ma soprattutto rispettate. Invece di allontanare il minore si potrebbe sostenere il genitore alienato a ritrovare la strada che lo possa avvicinare al figlio e allo stesso tempo aiutare il genitore alienante a lasciare più spazio all’altro.

Come è possibile che se sono gli adulti ad essere reputati incompetenti, siano i figli a pagare? Inoltre quali sono le evidenze scientifiche che provano che gli allontanamenti familiari creino migliori genitori e figli?

La mancanza di risposte a tutte queste domande lascia uno spazio di azione senza regole definite ampliando la potenza dei giudizi e diminuendo la certezza che una data decisione possa essere davvero la cosa migliore per il minore e la sua famiglia.

Il video finisce con il piccolo Elia che viene preso con la forza, lancia un ultimo urlo straziante: “papà mi cercherai!” e la porta dell’auto del Servizio Sociale viene di colpo chiusa dando inizio ad un silenzio cupo e doloroso.

La crescita dell’individuo, soprattutto nell’infanzia, ha bisogno di sicurezza, di ritmi temporali, di luoghi familiari, di odori conosciuti e di persone amate come riferimento.

Con gli allontanamenti per alienazione genitoriale, tutto questo all’improvviso scompare, gettando il minore in un caos emotivo estremamente pericoloso che inizia con il trauma della separazione. Da ricerche scientifiche emerge come la deprivazione da istituzionalizzazione sia riconosciuta come specifica condizione di rischio evolutivo nell’elenco dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) in rapporto alla relazione di attaccamento.

Infine l’Articolo 12 della Convenzione sui diritti del fanciullo e l’adolescente recita: Ogni bambino ha il diritto di esprimere la propria opinione e lo Stato deve garantire che tale opinione venga presa in considerazione dagli adulti”.

Ripensando alle grida strazianti del video, anche se durante la perizia vi è stata l’audizione del piccolo Elia, evidentemente il vero ascolto non è stato davvero fatto.

D.ssa Marica Malagutti – Psicoterapeuta – Psicodramma Psicoanalisi  –Psicologa Forense –Specializzazione in Diritti Umani Cooperazione allo Sviluppo

https://www.youtube.com/watch?v=hHlfhODf6OU&sns=em

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]

Categorie

di tendenza