Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

G7 Taormina: le «vacanze» dei capi di Stato sono finite

Pubblicato

-

Si è concluso il G7 di Taormina e come ogni evento di tale portata è l’ora di tirare le somme.

Dopo 2 giorni di pranzi e cene di gala, i capi di stato dei 7 paesi più industrializzati al mondo, sono tornati al loro rispettivo Paese.

Il risultato del G7? Probabilmente è tornato a casa con i capi di Stato perché a quanto pare anche questa volta risulta nullo.

Pubblicità
Pubblicità

Trump non si è mosso di un centimetro dalle sue idee sul clima, la Merkel si è scagliata contro Trump proponendo un’Europa senza interferenze americane, Theresa May ha invece pensato al divorzio con l’UE cercando di ingraziarsi Trump.

Ed in tutto in questo il migliore rimanenti, Paolo Gentiloni.

Il nostro Presidente del Consiglio ha dichiarato che il G7 è stato molto utile, che tutti i capi di stato vogliono lavorare per un progetto comune e che Trump sembrerebbe si stia avvicinando con calma alle idee europee sul clima.

Pubblicità
Pubblicità

In tale contesto si inserisce come sempre Salvini che attacca il governo sostenendo che sia stato deciso un blocco navale per impedire ai migranti di sbarcare in Sicilia e dichiarando quindi che è possibile fermare l’onda migratoria che da anni ormai sta creando l’emergenza nel nostro Paese.

La verità è che il capo della polizia, Franco Gabrielli, ha firmato una direttiva che prevede lo smistamento delle navi verso altri porti. Infatti anche la normale navigazione è stata bloccata nelle vicinanze di Taormina e durante il weekend sono stati registrati sbarchi di migranti a Cagliari, Vibo Valentia e Bari.

Ennesimo gioco politico di un governo per cui sono più importanti i Capi di Stato in vacanza a Taormina (perché questo è il G7) rispetto ai molti italiani esasperati dall’emergenza migranti e soprattutto dei migranti stessi.

Perché a quanto pare la vera faccia di questo governo in rispetto ai migranti non è salvare questa povera gente bensì lucrare e approfittarsi della situazioni attraverso le cooperative e per ingraziarsi sua maestà Merkel insieme all’Unione Europea.

Durante il summit si è discusso di clima, Brexit, immigrazione e cybersecurity inoltre si sono confrontati  sulla minaccia nucleare della Corea del Nord e sul conflitto in Siria e la conseguente emergenza umanitaria. Tutti gli argomenti citati sopra sono stati discussi dai Capi di Stato nelle sessioni di lavoro che sono durate ben 7 ore, calcolando tutti gli argomenti e le 7 delegazioni ogni Capo di Stato ha avuto possibilità di esprimersi su ogni argomento per un tempo minore ai 10 minuti.

Ultima considerazione ma non per importanza: le ferie a Taormina dei Capi di Stato e relative delegazioni sono a spese dello Stato ospitante, ossia l’Italia, indovinate un po’ chi ce li mette i soldi?

A cura di Nicholas Loss

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza