Connect with us
Pubblicità

Trento

Evacuazione di Piazzo, esercitazione riuscita

Pubblicato

-

Fortissime precipitazioni, esondazione del Rio Molini di Nogaredo (rio Cavazzino) alla confluenza con il Rio Molini di Piazzo (Rio Piazzo o rio Daiano) che scorrono sul territorio di Villa Lagarina interessando la frazione di Piazzo; distacco di una frana sopra la località Daent e in Val Morela, blocco della viabilità, delle linee telefoniche e dell’elettricità, numerosi diversivi introdotti ad arte da una “talpa”, il vigile del fuoco complementare Italo Todeschi: allarmi prontamente fronteggiati dal Piano di protezione civile comunale che, con a capo la sindaca di Villa Lagarina Romina Baroni, ha portato in salvo i cittadini di Piazzo.

Le emergenze erano simulate e facevano parte dell’esercitazione di protezione civile che ha coinvolto l’intera frazione di Piazzo, con conseguente evacuazione della popolazione.

Ecco la cronaca degli eventi e delle conseguenti contromosse attuate dalla macchina dei soccorsi, il tutto comunicato attraverso una sorta di diretta Facebook dalla sede municipale. Ospiti-osservatori presso il Centro operativo comunale anche alcuni amministratori dei comuni dell’Alta Vallagarina e, per un saluto, l’assessore provinciale alla protezione civile Tiziano Mellarini.

Pubblicità
Pubblicità

Ore 7.45: a seguito della comunicazione di allerta da parte del Servizio prevenzione rischi, che nella notte annunciava fenomeni temporaleschi diffusi e intensi, con grandine e raffiche di vento, viene convocato dalla sindaca Romina Baroni il Centro operativo comunale (Coc) in servizio continuativo con l’attivazione del gruppo di valutazione e del gruppo delle funzioni di supporto per esaminare la situazione. Si stanno infatti già verificando inondazioni presso l’abitato di Piazzo e aree limitrofe, con possibili danni a popolazione, beni e cose. I vigili del fuoco guidati dal comandante Gianni Gasperotti presidiano già i corsi d’acqua e cominciano a far evacuare le famiglie la cui abitazione si trova in prossimità del rio Molini di Piazzo.

Ore 8.50: l’intensità delle piogge determina una probabile colata detritica che potrebbe colpire Piazzo. La sindaca, sentito il Coc e il Dipartimento di protezione civile del Trentino, ordina l’evacuazione di Piazzo. Le forze di protezione civile eseguono l’ordinanza con punto di raccolta individuato presso la scuola elementare di via Stockstadt am Rhein. Nel frattempo la viabilità risulta problematica su tutto il territorio con chiusura di molte strade. I vigili del fuoco, già sul posto dal momento del preallerta, intensificano la presenza, suonano le campane della chiesa della frazione e i veicoli con altoparlante percorrono le vie invitando la popolazione a lasciare la propria abitazione per raggiungere il punto di raccolta. Gruppi di pompieri a piedi “battono” l’intero paese suonando a ogni campanello e bussando a ogni porta.

Alle 9.15 una frana si muove da Val Morela: evacuata anche l’area a valle (zona ai Giardini, cartiera, bocciodromo). Sono interrotte le linee telefoniche e manca la luce. Il Centro operativo comunale viene alimentato con generatore. La provinciale 20 è interrotta in località Maso Tiaf. Si simula un ferito in località Daiano, prontamente recuperato da vigili del fuoco e croce rossa. Diversi abitanti di Piazzo raggiungono il piazzale della chiesa della frazione per poi dirigersi al Crm dove, con fuoristrada e furgoni dei Vigili del fuoco, vengono poi trasportati alla scuola elementare e censiti uno per uno.

Pubblicità
Pubblicità

Alla scuola è allestito anche il centro di smistamento dei vigili del fuoco, coordinati dal vice-ispettore del distretto della Vallagarina Lodovico Delaiti, che spiega: «Il primo allarme ha coinvolto circa 70 uomini con i corpi dei volontari di tutta la destra Adige, di Rovereto e della sinistra Adige fino a Besenello; successivamente l’allarme ha coinvolto tutti i corpi del distretto, da Folgaria ad Ala». Il centro di smistamento è in costante contatto con il Coc, ma separato perché: «Non dobbiamo intasare la Sala operativa dove opera la sindaca e, inoltre, noi dobbiamo vedere direttamente uomini e mezzi disponibili sul posto».

Ore 11.16 cessato allarme. L’esercitazione si conclude positivamente e il Centro operativo comunale raccoglie le relazioni dei responsabili delle funzioni di valutazione e di supporto per valutare, assieme al funzionario del Dipartimento di Protezione civile provinciale ingegner Andrea Rubin Pedrazzo, tutte le criticità emerse. La sindaca Romina Baroni: «Ringrazio anzitutto i 70 cittadini (sui 430 totali ndr.) che hanno preso parte attiva all’evacuazione e naturalmente tutte le forze in campo: 97 vigili del fuoco di 16 corpi della Vallagarina, 14 volontari della Croce rossa, i Carabinieri della locale stazione di Villa Lagarina, i forestali della stazione di Mori, 10 volontari dell’Associazione Borgoantico che ha curato la ristorazione, tutto il personale tecnico e amministrativo comunale impegnato. La simulazione è andata molto bene: il Piano di protezione civile deve tradurre in procedure ciò che la autorità devono fare e questa esercitazione ha chiarito ancora meglio come possa bastare un minuto per salvare una vita. Importante, in questi casi, è sapere chi fa cosa».

Pubblicità
Pubblicità

Il gruppo di valutazione è composto da: Romina Baroni sindaca; Paolo Broseghini segretario comunale; Gianni Gasperotti comandante corpo Vvf; Andrea Giordani responsabile servizio tecnico; Flavio Zandonai delegato del sindaco alla protezione civile.

Le funzioni di supporto coinvolgono: ufficio patrimonio con Ennio Pederzini; funzione materiali e mezzi, Stefano Cappelletti; funzione viabilità e vigili urbani, Vigilio Baldessarini; funzione censimento danni a persone e cose, ufficio anagrafe, Shara Fait e Karin Manzolli; funzione sanità, assistenza sociale e veterinaria, assessore Serena Giordani; funzione assistenza alla popolazione, assessore Andrea Miorandi; funzione di coordinamento con la Protezione civile e altri centri operativi, funzioni comunicazione e telecomunicazioni vicesindaco Marco Vender.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]

Categorie

di tendenza