Connect with us
Pubblicità

Voce - Val di Non & Sole

Dimissioni comitato grandi eventi Val di Sole: vittimismo ingiustificato

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Stiamo assistendo in questi giorni alla raffica di dimissioni da parte dell’intero Comitato grandi eventi Val di Sole.

La motivazione? Una interrogazione di Claudio Cia, con la quale ha chiesto alla Giunta provinciale se corrisponda al vero l’inserimento in organico di una persona fiduciaria del direttore, portata nel comitato dal precedente ambiente di lavoro dello stesso direttore, e se questa modalità di assunzione è contemplata.

«Ora le dimissioni del Comitato in segno di “protesta” contro le terribili richieste, – spiega il consigliere Claudio Cia  – con le prime prese di posizione della politica, tra le quali il presidente della Comunità di Valle che parla di attacchi «del tutto gratuiti e immeritati» seminando il panico​ laddove paventa la messa a repentaglio dell’intera organizzazione degli eventi «per quattro interrogazioni ingiustificate​» (in realtà due…)».

Pubblicità
Pubblicità

Al consigliere preme ricordare che l’interrogazione è lo strumento attraverso il quale il consigliere esercita le funzioni di controllo sulla Giunta provinciale, o su enti collegati alle istituzioni provinciali e che ricevono corposi finanziamenti pubblici. «Spesso la Giunta non risponde,  – afferma ancora Cia – o risponde in ritardo e comunque con risposte spesso del tutto evasive, manifestando una certa volontà di eludere ogni forma di legittimo controllo».

«Già parecchi mesi fa avevo sollevato strane coincidenze avendo rimarcato l’avvenuta assunzione a chiamata all’interno di istituzioni della Val di Sole e finalizzate alla promozione turistica,  – aggiunge il consigliere di Agire – anche con pubblico denaro, di parenti o persone fiduciarie di assessori provinciali o legati a partiti politici che in quel territorio imperano. Avevo anche chiesto l’elenco del personale dipendente che mi è stato negato con motivazione di mancanza di diritto di accesso trattandosi le società sopra menzionate di “soggetti di natura giuridica privata” anche se finanziate con denaro pubblico».

Secondo Claudio Cia «nessuno si dimette se non c’è un motivo». «Quindi due sono le possibilità: o qualcuno ha la coda di paglia e cerca di abbandonare il campo prima possibile, abbastanza improbabile nel nostro paese, o è un’operazione che mira a rafforzare i margini di azione del Comitato in questione, che lanciando un SOS vittimistico raccoglierà copiosi segnali di “fiducia, sostegno e vicinanza” dai propri padrini istituzionali».

Pubblicità
Pubblicità

Nell’interrogazione –  sottolinea Cia – non si è mai messo in discussione il lavoro svolto, «ma ho chiesto informazioni circostanziate su modalità di selezione, compensi, assunzioni…»

«E’ quindi un vittimismo del tutto fuori luogo, assolutamente non giustificato,  – termina la nota di Cia – che cerca di distogliere l’attenzione dall’oggetto delle interrogazione spostandolo sui risultati, peraltro mai messi in discussione dal sottoscritto, ottenuti dal Comitato. Tutto ciò certifica comunque come certi ambienti siano del tutto sordi e incapaci di cogliere messaggi di disagio dal territorio».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina2 ore fa

Meraviglioso Natale in Vallarsa: ecco tutto il programma di dicembre

Arte e Cultura3 ore fa

Natale al Mart: ecco tutte le aperture di dicembre

Italia ed estero3 ore fa

Continuano gli sgomberi degli abuvisi in tutta Italia, Piantedosi: «Strategia per legalità e riqualificazione dei territori»

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

Ex Alpe: approvato il Progetto Esecutivo

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Imbocca la pista chiusa e finisce sull’erba: sciatore 20 enne finisce al santa Chiara

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Italia ed estero5 ore fa

Abusivismo edilizio, i dati in Italia secondo il rapporto Bes

Alto Garda e Ledro5 ore fa

L’assessore Bisesti in visita alla sezione montessoriana della scuola primaria Zadra di Riva del Garda

Trento5 ore fa

Tedesco e certificazione linguistica: prosegue la collaborazione tra Provincia e Conferenza permanente dei Ministri dell’istruzione tedeschi

Fiemme, Fassa e Cembra6 ore fa

“Sport di cittadinanza”, a Tesero il terzo appuntamento

Trento16 ore fa

Frontale a Cadine, un’auto si ribalta. Feriti entrambi i conducenti

Trento16 ore fa

Celebrata in piazza Duomo Santa Barbara: 6.140 i Vigili del fuoco in servizio nella Provincia di Trento

Val di Non – Sole – Paganella18 ore fa

Cambia il sistema di raccolta dei rifiuti a Cavedago

Val di Non – Sole – Paganella19 ore fa

Tra le vie di Romeno, Malgolo e Salter per ammirare i presepi realizzati da adulti e bambini

Val di Non – Sole – Paganella19 ore fa

Val di Non, gli impianti di risalita (per ora) restano chiusi

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Io la penso così…2 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento4 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Trento4 giorni fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento3 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza