Connect with us
Pubblicità

Lo sport in provincia

Basket, vigilia playoff Trento-Sassari. Buscaglia: «Atmosfera eccitante»

Pubblicato

-

A 48 ore dal via dei quarti di finale, in piazzetta Lunelli l’atmosfera è già elettrica in vista dei play-off di Legabasket. 

Mentre i tifosi affollano l’Aquila Basket Store per assicurarsi un posto al PalaTrento per le gare di venerdì  (ore 20.45, ticket qui http://bit.ly/vsSassari12-05-17, diretta Sky Sport 2) e domenica (ore 20.45, ticket qui http://bit.ly/vsSassari14-05-17, diretta Rai Sport), coach Maurizio Buscaglia legge la sfida con il Banco Di Sardegna Sassari nella tradizionale conferenza stampa di presentazione della match in programma presso la sala meeting del quartier generale aquilotto. Fattore campo, con quota 2.000 tagliandi già bruciata a poche ore dal via della prevendita libera, ritmo della gara, con Sassari che si presenta al match come squadra dal pace factor (soli 70,0 possessi medi a partita) più basso della lega, e profondità del roster sardo sono alcuni dei temi toccati del tecnico bianconero nella sua analisi pre-partita.

MAURIZIO BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO)

Pubblicità
Pubblicità

“Inizio a presentare questa serie parlando del quarto posto che siamo riusciti ad agganciare proprio al termine della regular season, perché le ottime condizioni con cui arriviamo a sfidare Sassari sono figlie di tutto il lavoro fatto nell’arco di una regular season vissuta in crescendo, e poi coronata con un ottimo girone di ritorno che ci è valso questo piazzamento di grande nobiltà. Entriamo nella serie con grande entusiasmo, e con la consapevolezza che esserci guadagnati il fattore campo ha un valore relativo dal punto di vista tecnico, ma può esserci di grande sostegno dal punto di vista emozionale. Quel pizzico di pressione in più che in questi casi giocare in casa ti mette addosso, sarà infatti ampiamente compensato dalla straordinaria spinta che avremo dal PalaTrento nell’impattare gara 1. Il nostro pubblico è stato straordinario domenica contro Avellino, e l’eccitazione che si respira con l’avvicinarsi della sfida mi fa solo immaginare che tipo di sostegno potremo avere contro Sassari. 

Dal punto di vista tecnico la serie sarà giocata da due squadre che hanno fatto molto bene nel girone di ritorno anche perché sono progressivamente riuscite a consolidare le rispettive filosofie di gioco. Credo quindi che sarà decisivo riuscire a imporre il proprio ritmo, il proprio stile di gioco, la propria pallacanestro, piuttosto che come ciascuna squadra si preparerà contro l’avversario.  In campionato, nonostante avessimo giocato due buoni incontri, abbiamo perso entrambe le partite disputate per ragioni differenti, che ci hanno insegnato molto per crescere. La gara d’andata, soprattutto, è stata uno dei due-tre momenti che ci sono stati più utili per capire come migliorare. Ora speriamo di poter mettere a frutto tutto questo per far sì che il risultato sia differente. 

Il roster di Sassari? E’ profondissimo e completo in ogni reparto: hanno tiro, creatività dal palleggio e playmaking con Stipcevic e Bell, esterni pericolosi in ogni aspetto del gioco con Lacey e D’Ercole, con Lighty e De Vecchi, hanno un pacchetto lunghi che può farti male sia tirando da fuori che attaccando il post basso. La forza della Dinamo, insomma, non la scopriamo certo oggi. Però noi abbiamo fiducia nel lavoro che abbiamo fatto, sia dal punto di vista tecnico che fisico, e siamo pronti a giocare questi quarti di finale per vincere, perché questo è l’obiettivo che tutti hanno quando arriva il momento di giocare i play-off”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza