Connect with us
Pubblicità

Voce - Val di Non & Sole

Ville d’Anaunia si rifà il look: budget di 1000 euro alle Consulte per abbellire i paesi

Pubblicato

-

VILLE D’ANAUNIA – Mille euro per migliorare e rendere più attrattivo il look di ogni paese e quartiere. Con l’arrivo della bella stagione, il Comune di Ville d’Anaunia ha assegnato il “tesoretto” alle neoelette Consulte delle Frazioni e dei Colomei.

Agli undici organismi attivati negli scorsi mesi è stato chiesto di proporre all’amministrazione un progetto da realizzare sul proprio territorio.

Per ogni idea è stato fissato un importo massimo di mille euro, “con l’obiettivo – sottolinea l’assessore con delega alle identità delle frazioni, Gloria Concinidi promuovere la partecipazione civica al mantenimento del patrimonio pubblico e incentivare i cittadini a curare e abbellire i centri”.

Pubblicità
Pubblicità

Ogni Consulta è dunque invitata a presentare una proposta per la realizzazione di piccole opere di abbellimento della Frazione o del Colomel, da realizzare a partire dal prossimo maggio.

Per stabilire quale iniziativa portare avanti, alle Consulte è stata data la possibilità di lanciare più proposte online, affinché siano i cittadini a votare la migliore attraverso il portale “Dimmi” predisposto dal Consorzio dei Comuni, come ha già fatto il gruppo di Tassullo.

Si tratta del primo banco di prova per le gli organi composti da tre “custodi”, che dopo la nomina all’interno delle assemblee nei rispettivi paesi si sono già confrontati con l’amministrazione su problematiche e opportunità che interessano i residenti delle varie zone.

Ogni progetto di abbellimento redatto dalle Consulte dovrà presentare la descrizione dell’idea, il programma di mantenimento e le modalità di ripristino e sgombero a fine stagione.

Nel progetto dovranno inoltre essere indicati i materiali, le attrezzature e gli spazi che si rendono necessari per la realizzazione e la posa delle opere, nonché una prima previsione di spesa.

Ogni idea potrà essere elaborata congiuntamente ad altri ambiti territoriali e, al termine dell’iniziativa, le spese sostenute dovranno essere rendicontate e giustificate.

Particolare rilevanza – evidenzia Conciniriveste l’indicazione delle modalità che si intendono adottare per il coinvolgimento di associazioni e semplici cittadini nella realizzazione delle opere finanziate. Un aspetto fondamentale per la graduale diffusione di una “cultura della cura” degli spazi pubblici e privati”.

I progetti andranno presentati alla giunta entro 30 giorni: una volta ricevuto parere positivo, la Consulta potrà procedere alla realizzazione delle opere.

L’assessore competente è a disposizione per un confronto sui progetti, in particolar modo per le proposte che riguardano spazi solitamente curati dal Comune, come ad esempio le aiuole. Andranno infatti concordati gli interventi di competenza del cantiere comunale e della Consulta.

Pubblicità
Pubblicità

Voce - Val di Non & Sole

Mele, il progetto ipogeo di Melinda approda al Parlamento Europeo

Pubblicato

-

Una delegazione di rappresentanti delle maggiori realtà produttrici di mele in Trentino, insieme all’assessora provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli, sarà a Bruxelles lunedì 4 marzo per presentare al Parlamento europeo il progetto ipogeo realizzato da Melinda.

Ad accoglierli i deputati europei Paolo De Castro e Herbert Dorfmann.

Il progetto ipogeo, il sistema unico al mondo di conservazione delle mele in grotte sotterranee, realizzato da Melinda a Tassullo, in Val di Non, sarà protagonista di un evento al Parlamento europeo in programma lunedì 4 marzo.

Pubblicità
Pubblicità

Una delegazione di rappresentanti del mondo melicolo trentino formata dai cda di Melinda e La Trentina, Apot e Assomela, insieme all’assessora provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli, al direttore di Trentino Marketing Maurizio Rossini e al vicepresidente della Federazione Bruno Lutterotti, presenteranno questo innovativo sistema di conservazione delle mele presso il Parlamento Europeo.

All’incontro interverranno Michele Odorizzi e Paolo Gerevini, presidente e direttore generale di Melinda, Franco Paoli, direttore del reparto lavorazione e conservazione, e Alessandro Dalpiaz, direttore di Apot.

Ad accogliere e guidare il gruppo trentino ci saranno i deputati del Parlamento europeo Paolo De Castro e Herbert Dorfmann, che, a seguire, aggiorneranno i partecipanti sulle più importanti novità relative alla riforma della Politica Agricola Comunitaria e dell’Organizzazione Comune di Mercato per il settore Ortofrutticolo.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Monclassico: grave 79enne azzannato dal cane

Pubblicato

-

Momenti di grande paura per un settantanovenne di Monclassico lunedì mattina (31 dicembre): il malcapitato intervenuto per liberare una gallina dalla presa del lupo cecoslovacco appartenente al figlio, è stato azzannato al viso e alle braccia.

Il 79enne  ha riportato lesioni al volto e accompagnato dapprima all’ospedale di Cles, è stato poi trasferito a Trento dove è stato trattenuto in ospedale; le sue condizioni sono gravi, ma non è per fortuna in pericolo di vita.

La chiamata al 112 è pervenuta poco prima delle  12.

Pubblicità
Pubblicità

L’aggressione è avvenuta all‘esterno dell’abitazione di famiglia. Il lupo cecoslovacco appartiene al figlio ed è abituato a stare anche con l’anziano.

Sembra che lunedì mattina il cane avesse afferrato una gallina; a quel punto l’uomo è intervenuto istintivamente per  strappargliela dalla bocca.

Sembra sia questo il gesto che ha fatto scattare il lupo cecoslovacco: il cane ha azzannato l’anziano al volto e alle braccia. Solo l’intervento del proprietario avrebbe poi evitato che la situazione degenerasse e potesse accadere il peggio.

L’ambulanza è intervenuta tempestivamente e l’uomo è stato trasportato all’ospedale di Cles per le cure del caso.

valutate le lesioni riportate dal 79enne, è stato deciso un trasferimento all’ospedale Santa Chiara di Trento, soprattutto per permettere agli specialisti di valutare l’entità delle ferite riportate al volto

L’anziano è stato quindi trattenuto in ospedale in osservazione. Sul posto dell’aggressione, sono intervenuti i carabinieri di Cles

Il lupo cecoslovacco è stato quindi affidato al suo proprietario,che lo ha messo nel suo recinto.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Voce - Val di Non & Sole

Pia Laviosa Zambotti e le altre: dalla terra allo spazio cercando l’umano

Pubblicato

-

FONDO-CLES –  Un progetto dedicato a Pia Laviosa Zambotti, con incontri previsti a Fondo e Cles nei mesi di febbraio e marzo, rivisiterà la figura dell’archeologa e studiosa anaune in quanto donna che ha saputo emanciparsi attraverso lo studio in un contesto culturale, sociale e politico prevalentemente maschile. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza