Connect with us
Pubblicità

Trento

Tragedia Trento: quando lo specchio si rompe i padri uccidono i figli

Pubblicato

-

È a dir poco agghiacciante il figlicidio e suicidio di Gabriele Sorrentino, un uomo, scrive la stampa, che aveva problemi finanziari e doveva fare il rogito per l’acquisto di un appartamento di lusso.

Due bambini colpiti con un martello.

Simbolicamente parlando, si può porre attenzione alla funzionalità dello strumento di morte utilizzato da Sorrentino: un martello serve per piantare chiodi e per fare questo li si appiattisce.

Pubblicità
Pubblicità

I figli e sottolineo che questo può essere solo un’ipotesi, avrebbero potuto, nella mente del padre, essere un ostacolo alla sua realizzazione finanziaria e personale e allo stesso tempo l’elemento per il quale dover essere perfetto.

Il padre ha appiattito i figli proprio come chi pianta un chiodo al muro.

Sorrentino si suicida perché ha realizzato l’orrore di cui è stato artefice o perché l’immagine di brava persona è stata infranta dalla sua stessa mano?

Pubblicità
Pubblicità

Questa è una domanda a cui purtroppo non si può rispondere, ma che in generale è importante porsi per evitare altre tragedie. Gabriele e la moglie avevano un Suv della Volvo e l’appartamento che avrebbero dovuto acquistare del un valore di un milione e 200 mila euro.

Come facevano un brooker finanziario ex carabiniere fino al 2014, e una veterinaria ad avere possibilità economiche per l’acquisto di un tale immobile?

Le uniche ipotesi sono un’eredità o qualche strategia finanziaria e proprio forse quest’ultima, alla fine non realizzata. Il sogno di avere una vita agiata era solo di Gabriele, di entrambi o uno dei due voleva accontentare l’altro?

Anche la morte di Sorrentino fa pensare, buttarsi giù da una rupe è gettarsi nel vuoto. Quando si è in alto, se non ci sono gli strumenti per volare, si precipita. Se non ci sono i soldi, i sogni di agiatezza precipitano e si distruggono.

Sembra che il figlicidio in Italia purtroppo sia in aumento e che questa atroce azione sia realizzata dai padri quasi il doppio delle volte rispetto alle madri.

Perchè un padre uccide i propri figli? Le situazioni possono essere molteplici, ma alla base è la minaccia della propria potenza e nel momento in cui realizzano quello che hanno fatto si suicidano.

Quale malessere può sottostare ad un figlicidio? La depressione che può mascherarsi o può nascondersi dietro a comportamenti maniacali come molto lavoro, ambizione economica e di una vita agiata. Questo tipo di persone spesso nascondono le proprie difficoltà emotive e quando i problemi aumentano si isolano, si chiudono nella loro solitudine perché per loro non solo è quasi impossibile chiedere aiuto, ma anche e soprattutto non possono rivelare agli altri la propria parte fragile.

Se non esprimono perfezione si sentono impotenti e potrebbero colpire persone che da loro dipendono. Anche la mitologia greca ci può venire in aiuto per approfondire dal punta di vista simbolico questa tragedia. Crono, (Lo Scorrere) il figlio più giovane di Urano e Gea (Il Cielo stellato e la Terra) si unisce a Rea (Colei da cui tutto scorre) e prima che i loro figli raggiungessero le ginocchia della madre li divorava per timore di perdere il proprio potere.

Come prevenire queste tragedie? Senz’altro separare il valore inestimabile ed unico della persona dal suo lavoro e dai soldi, insegnare alle nuove generazioni che non esistono le famiglie del Mulino Bianco, che la perfezione non è una carriera lavorativa, tanti soldi e una famiglia impeccabile agli occhi degli altri. La perfezione è fatta dalle nostre meravigliose imperfezioni che se condivise e accettate dagli altri creano vita e amore.

Purtroppo nella realtà di oggi le cose sono diverse, ricordo infatti una giovane donna che ho seguito molti anni fa che si è rivolta a me perché confusa e ansiosa, faticava dormire alla notte. Il suo compagno sembrava un uomo perfetto, una buona carriera professionale, gentile e simpatico, un bell’uomo, ma i soldi sparivano da casa.

Poco tempo dopo la signora oltre a tante cose, scoprì un elenco infinito di siti di scommesse a cui accedeva il suo compagno. Durante la separazione il problema sollevato non era tanto il comportamento di lui, quanto la violazione della privacy di lei. È più difficile rompere lo specchio della perfezione rispetto al fatto di condividere le proprie difficoltà.

Dentro la famiglia, sarebbe essenziale che tutti ci ascoltassimo: quante delle frasi che rivolgiamo a un coniuge, a un figlio, sono di apprezzamento e non di critica distruttiva? Quanto sappiamo festeggiare un evento positivo, invece di fare regolarmente l’elenco di tutte le mancanze, i difetti e i limiti dell’altro? Quanto sappiamo sostenere un uomo, in crisi profonda, padre o marito o figlio che sia, cercando insieme il frammento di azzurro, lo spazio di cambiamento e di speranza, anche nel cielo più nero? Dando risposte concrete e non vuote parole?

Quando la disperazione e l’angoscia del domani, per povertà, perdita del lavoro, solitudine, colpiscono parti importanti della società è necessario riconoscere i segni. Impegnarsi per ridurre molte delle ingiustizie sociali modificabili. E non usare la parola “raptus” per eliminare indignati il dolore e la disperazione dal nostro orizzonte di sguardo.

D.ssa Marica Malagutti – Psicoterapeuta – Psicodramma Psicoanalisi  – Psicologa Forense – Specializzazione in Diritti Umani Cooperazione allo Sviluppo

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza