Connect with us
Pubblicità

Il Punto da Bruxelles

Pacchetto rifiuti: pietra miliare per un’economia del riciclaggio

Pubblicato

-

Migliorare la gestione dei rifiuti è una grande priorità per l’Unione europea. Martedì in Parlamento europeo abbiamo fatto un importante passo in avanti in questa direzione, approvando a grande maggioranza il cosiddetto ‘pacchetto rifiuti’, costituito da quattro direttive riguardanti la gestione dei rifiuti.

Obiettivo principale di questo ambizioso progetto legislativo è aumentare, entro il 2030, la quota dei rifiuti riciclati in Europa dal 44% al 70% e fissare un tetto del 5% per i rifiuti destinati alle discariche. Con il nostro voto, siamo riusciti a migliorare la proposta della Commissione, che aveva indicato una quota del 65% per quanto riguarda i rifiuti da riciclare entro il 2030 e un limite del 10% per quelli destinati alle discariche.

Con le direttive votate martedì, abbiamo posto una pietra miliare per una gestione più efficiente dei rifiuti. Si tratta del primo passo nella direzione di un’economia circolare, dove la maggioranza dei prodotti e materiali vengono riciclati e riutilizzati più volte.

Pubblicità
Pubblicità

Le direttive che abbiamo votato in Parlamento europeo riguardano principalmente la gestione dei rifiuti domestici e delle piccole imprese, che costituiscono circa l’8% dei rifiuti totali dell’Unione europea.

Secondo le statistiche, nel 2014 il 44% dei rifiuti municipali dell’Unione è stato riciclato o destinato al compostaggio. Un passo in avanti rispetto a dieci anni fa, quando questa quota era solo del 31%. In Italia le percentuali sono simili a quelle europee: nel 2014 sono stati riciclati a livello comunale circa il 45% dei rifiuti, mentre la percentuale di rifiuti interrati è stata del 34%.

L’interramento dei rifiuti è sicuramente economico, ma costituisce un reale pericolo per l’ambiente e per la salute dei cittadini. Servono metodi e strutture meno dannose, come, ad esempio, gli inceneritori.

Pubblicità
Pubblicità

Ad oggi, la percentuale di rifiuti riciclata in Europa varia in maniera consistente da Stato membro a Stato membro: in Italia la quota è del 45%, in Germania del 66%, in Austria del 56% e in Croazia del 17%. Obiettivo della nostra proposta di regolamento è eliminare questa disparità, definendo in maniera chiara degli standard comuni europei.

Lo stesso vale per le discariche. Nel 2014, Austria, Belgio, Danimarca, Germania, Paesi Bassi e Svezia non hanno praticamente fatto ricorso alle discariche per quanto riguarda i rifiuti domestici. Lo stesso non si può dire, purtroppo, per Cipro, Croazia, Grecia, Lettonia e Malta, che hanno destinato più di tre quarti dei loro rifiuti alle discariche.

Le conseguenze di una cattiva gestione dei rifiuti non conoscono frontiere nazionali. Per questo lavoriamo per un’armonizzazione a livello europeo.

A beneficiare di una migliore gestione dei rifiuti non saranno solo l’ambiente e la salute pubblica, ma anche l’economia. I rifiuti, infatti, possono e devono essere visti come una fonte di reddito. Secondo alcuni studi, le proposte contenute nelle direttive che abbiamo approvato potrebbero far crescere fino al 7% il Pil europeo e creare fino a 1 milione di posti di lavoro.

Riutilizzare gli scarti paga. Gli esempi sono tanti. Si pensi ai telefoni cellulari: se il 95% di questi fosse raccolto per riciclarne i componenti, si potrebbe generare fino a 1 miliardo di euro di introiti.

Dopo il nostro voto in Parlamento, dovremo ora negoziare il testo con il Consiglio dell’Unione europea. Condurremo questi negoziati con lo scopo di salvaguardare gli obiettivi ambiziosi che abbiamo definito e forti della consapevolezza che le nostre proposte ci consentiranno di consegnare un’Europa migliore ai nostri figli e ai nostri nipoti.

A cura di Herbert Dorfmann, Europarlamentare eletto nel collegio del Trentino Alto-Adige

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • AVA&MAY: home decor e candele dai profumi esotici
    A chi non piacciono le candele? A chi non piace entrare in casa e sentire subito il profumo fresco di pulito e di casa? Quanto si parla di candele, profumi e prodotti per la casa, si va subito a pensare ad Ava&May, un brand relativamente giovane ma di altissima qualità e dai prodotti con profumi […]
  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]

Categorie

di tendenza