Connect with us
Pubblicità

Trento

Maxi truffa Cappelletti: Ora l’ Apss chiede la restituzione di 181 mila euro a 40 disabili trentini.

Pubblicato

-

La storia è ormai risaputa, si parla di Maria Angelica Cappelletti, l’ex funzionaria dell’APSS condannata per la maxi truffa di 5 milioni di euro ai danni dell’Apss.

La Cappelletti aveva erogato a 40 soggetti disabili dei rimborsi dai mille ai 12 mila euro che secondo la delibera del tribunale «sembravano essere di importo a prima vista eccedente rispetto a quanto previsto dalle norme vigenti».

Le indagini portarono alla scoperta di rimborsi di spese non coerenti, o in eccedenza ai limiti. Rimborsi che «costituiscono un indebito oggettivo» – viene scritto nella delibera – «e risulta quindi doveroso per l’Amministrazione attivare le procedure di recupero».

Pubblicità
Pubblicità

Ieri, in una conferenza stampa, è stato sollevato il problema dai consiglieri Cia, Fugatti, Bottamedi e Bezzi che in proposito hanno presentato un’interrogazione.

Ricordiamo che la maxi truffa perpetrata ai danni dell’APSS della Provincia di Trento era balzata agli onori della cronaca il 15 giugno 2011, quando fu eseguito l’arresto della ex dipendente, Maria Angelica Cappelletti.

Era inimmaginabile, allora, che dall’APSS, con la sua solida catena di comando, apparati di controllo e sistemi informatici d’avanguardia, qualcuno potesse sottrarre con tanta disinvoltura, tra il 2007 e il 2011, circa 5 milioni di euro, almeno tanti sono stati quelli accertati.

Pubblicità
Pubblicità

In concomitanza con l’arresto, la Procura della Repubblica dispose il sequestro di tutta la documentazione inerente le pratiche di rimborso agli assistiti, oggetto di indagine. In data 1° aprile 2016 il nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Trento, riconsegnò all’APSS quella documentazione sottoposta quindi ad attento esame.

Ciò che in assenza di riscontro documentale era emerso in prima ipotesi, con la disponibilità della documentazione, le posizioni già individuate come “anomale”, ahimè, trovarono conferma. Emerse che ben 40 siano gli utenti a cui sono stati erogati dei rimborsi per spese che in alcuni casi risultano “non coerenti”, addirittura illogiche, come pare di capire; in altri casi, invece, sono stati riconosciuti rimborsi superiori rispetto a quanto previsto dalle norme vigenti.

Non è ancora stato reso pubblico l’oggetto dei rimborsi e non è dato sapere se ci sia stata tacita complicità o buona fede da parte dei beneficiari.

Sta di fatto che tali rimborsi costituiscono per l’APSS “un indebito oggettivo” (quando la prestazione è eseguita in forza di un titolo inesistente o inefficace, ex art. 2033 c.c.) tanto da indurla ad attivare, con delibera n. 5 del 12 gennaio 2017, procedure di recupero.

I quattro consiglieri, attraverso il deposito dell’interrogazione chiedono alla giunta provinciale come mai a distanza di anni si è proceduto alla richiesta di restituzione di contributi erogati dall’APSS nei confronti di soggetti disabili come da deliberazione dell’APSS n. 5 del 12 gennaio 2017 solo ora; in quanti hanno già provveduto ai rimborsi di quanto indebitamente ricevuto; chi erano i dirigenti preposti al controllo dell’ex dipendente M.A.C., quale qualifica rivestivano – e rispettiva indennità – al tempo dei fatti, e quale quella che ricoprono attualmente con rispettiva indennità e se tra il 2007 e il 2011, i dirigenti da cui dipendeva l’operato dell’ex dipendente M.A.C, hanno ricevuto premi di produzione per obiettivi raggiunti? In tal caso quantificarne l’ammontare.

I consiglieri provinciale chiedono anche di visionare i documenti che riguardano gli importi che i disabili devono restituire, a cosa si riferiscono i “rimborsi di spese non coerenti”, o in eccedenza ai limiti, rispetto a quanto previsto dalla normativa provinciale vigente tempo per tempo” e da cosa è costituito “un indebito oggettivo”.

Ora quindi la provincia autonoma di Trento intende recuperare da 40 disabili il 3,62 % di una truffa da 5 milioni.

Gli uffici della provincia autonoma di Trento immediatamente dopo la fine della conferenza stampa dei consiglieri in merito alle lettere di richiesta di rimborso trasmesse ad alcuni cittadini disabili dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari nelle ultime settimane hanno precisato che «Si tratta dell’avvio di un procedimento amministrativo volto a verificare le giustificazioni di spesa in relazione a quanto erogato da una ex dipendente coinvolta in un’inchiesta giudiziaria, un atto dovuto dal momento che Apss amministra risorse pubbliche con l’obbligo di rendicontazione puntuale. Nei giorni scorsi sono state inviate le lettere con le quali Apss ha chiesto ai cittadini la documentazione amministrativa e la motivazione delle spese rimborsate. Nello stesso tempo nei confronti della persona che ha erroneamente e in maniera arbitraria erogato quanto non dovuto verranno altresì intraprese azioni legali anche per danno d’immagine».

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza