Connect with us
Pubblicità

Trento

Profughi Cavedine, la sindaca sapeva del loro arrivo da 22 giorni, le minoranze: «ha mentito alla comunità»

Pubblicato

-

Qualche giorno a Cavedine sono arrivati, all’insaputa di tutti, 8 profughi ospitati nella casa di proprietà del Villaggio del Fanciullo SOS in centro al paese. (qui l’articolo)

Questo arrivo ha destato grande sorpresa nella popolazione, visto e considerato che nessuno se lo aspettava, perché niente è stato detto dagli amministratori e soprattutto dalla Sindaca Ceschini, che su un media locale ha dichiarato «di essere stata all’oscuro di tutto in quanto il dottor Fedrigotti l’avrebbe chiamata solo martedì 21 febbraio per comunicare l’arrivo dei profughi, quindi solo 72 ore prima».

Pare quindi che nel lasso di tre giorni di tempo la sindaca non sia riuscita ad avvisare né i consiglieri comunali, né tanto meno la popolazione, quasi Cavedine fosse una metropoli da 5 milioni di residenti.

Pubblicità
Pubblicità

L’affermazione della sindaca ha messo in allarme le minoranze del comune, con in testa i consiglieri di «Progetto Comune» che hanno posto sotto la lente d’ingrandimento la questione per così poter dare delle risposte ai cittadini di Cavedine.

«In qualità di consiglieri di minoranza,  – spiegano David Angeli, Comai Gianni, Dallapè Anna, Ribon Monica e Travaglia Renzo – abbiamo deciso di controllare tutto il protocollo del Comune e “stranamente” in data 02 febbraio 2017, proprio il dottor Fedrigotti della PAT, aveva inviato alla Sindaca la seguente comunicazione “Buonasera, con la presente si informano le Spettabili Autorità in indirizzo che è in fase di sottoscrizione il contratto di locazione per l’alloggio sito a Cavedine, Via del Doss n. 26. Nei prossimi giorni si procederà con il trasferimento di n. 8 ospiti, rientranti nel progetto di accoglienza straordinaria dei migranti. Seguiranno, a norma di legge, le comunicazioni di cessione fabbricato. Rimanendo a disposizione, Invio Cordiali saluti.”»

Dal documento portato all’attenzione dalle minoranze quindi non ci sono dubbi che la Sindaca Ceschini sapesse ben 22 giorni prima, lasso di tempo in cui si sarebbe potuto comunicare a tutti il nuovo arrivo e anche organizzare una riunione pubblica per sentire l’opinione dei cittadini e rispondere ad eventuali domande o farsi portavoce di eventuali richieste presso la Provincia.

«22 giorni in cui sulla sua pagina facebook ha trovato il tempo di informarci sulle partite dell’Hellas Verona, – incalzano i consiglieri di minoranza – sulle considerazioni di Lin Jarvis in merito al ritorno di Valentino Rossi in Yamaha, sulle considerazioni di Profiti in merito alla fiducia dei cittadini nelle istituzioni pubbliche, su una pizzata di maggioranza, sulla festa di San Faustino e sulla possibilità di organizzare una riunione di maggioranza alle Maldive. Ma sui migranti, niente!»

E ancora: «Fin dalla campagna elettorale ha sbandierato la trasparenza, “tutti devono sapere tutto”, peccato che poi abbia messo a dieta il periodico “Cavedine Notizie”, riducendo gli spazi a disposizione e vietando anche la pubblicazione di documenti; ha votato contro la nostra mozione che prevedeva la possibilità di trasmettere in streaming le sedute del Consiglio Comunale; ha sostenuto sempre che i cittadini potevano informarsi attraverso la sua pagina facebook o andando in Comune e richiedendo i documenti. Invitiamo quindi i cittadini a recarsi in Comune per richiedere la comunicazione di data 02/02/2017 protocollo numero 1004».

I consigliere di minoranza di “progetto COMUNE” affermano comunque di non essere contrari a prescindere all’accoglienza di persone in difficoltà, «ma riteniamo che tale processo vada concepito con un’ottica di valle e soprattutto che vada condiviso con la popolazione ospitante, parlando con le persone e ascoltandole. Troviamo quindi assolutamente vergognoso che Sindaca e maggioranza abbiano nascosto tutto, e ancora peggio se pensiamo che, attraverso la stampa e la sua pagina facebook, ha dichiarato di essere stata informata all’ultimo momento, facendo sì che tutti si trovassero di fronte a giochi ormai fatti».

Per i consiglieri di Progetto Comune l’attenzione della sindaca sarebbe già proiettata sulle prossime elezioni provinciali del 2018 dove potrebbe presentarsi nel partito dei sindaci.

«Si ricordi, – conclude la nota – che  la Sindaca Maria Ceschini è stata votata per amministrare il Comune di Cavedine e non, come traspare da alcune sue dichiarazioni, per salvare il destino politico del Trentino».

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dalla città al bosco: Gli incredibili benefici di vivere con la natura
    Nelle città le persone vivono in condizioni artificiali, più o meno distanti da tutto ciò che sarebbe ideale per loro, circondati da un paesaggio interamente costruito caratterizzato da luci, folla e rumore, in cui tutto richiede scelte, decisioni e velocità. Nonostante la vita urbana comporti in sé anche numerosi vantaggi, sempre più persone tendono ad […]
  • Scuole chiuse e Coronavirus: Carabinieri consegnano i libri a casa
    Da qualche settimana sono in atto i severi controlli lungo le strade e nei centri città di tutta Italia da parte delle forze dell’ordine per il rispetto delle prescrizioni imposte dal Governo per il contenimento della diffusione del Covid – 19. In particolare, i Carabinieri della Provincia di Sondrio, oltre a sorvegliare gli automobilisti e […]
  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]

Categorie

di tendenza