Connect with us
Pubblicità

Trento

Caso Baratter in consiglio, Kaswalder: «chiedo scusa agli elettori del PATT, non meritano questo fango»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

In apertura di seduta del Consiglio provinciale, dedicata oggi alla ratifica di un’impugnativa contro lo Stato,  la minoranza consiliare ha avviato una discussione sul caso Baratter. 

Sull’ordine dei lavori è intervenuto Claudio Cia (agire) che ha chiesto un momento di chiarezza sull’etica di comportamento, il rigore morale, la credibilità delle istituzioni. “In un contesto storico in cui si prevede il licenziamento immediato di chi si va a bere un caffè, il Consiglio non può tacere di fronte ad un comportamento che il Tribunale ha tacciato di corruzione elettoraleha sbottato.

Poi rivolgendosi al governatore Rossi, «Signor Presidente, in questi giorni ai cittadini sembra di essere ad una partita a guardia e ladri di valori, ci stanno guardando per capire a quale squadra apparteniamo e visto che c’è chi ha già ingranato la retromarcia, chiariamolo subito, lo chiarisca in particolar modo Pd, Pat e Upt, prima di finire tutti schiacciati

Pubblicità
Pubblicità

Sull’argomento è intervenuto anche Maurizio Fugatti (Lega) che ha richiamato il caso di Silvano Grisenti che per applicazione della legge Severino in maniera retroattiva decadde qualche anno fa da consigliere provinciale. Il collega Baratter ha percorso la strada della messa alla prova e non possiamo parlare di sentenza, né di assoluzione, né di colpevolezza.

Tuttavia, qui non preme tanto l’aspetto giudiziario, che seguirà le sue vie, quanto l’aspetto politico. “C’è una responsabilità politica da parte del Presidente della Giunta e del senatore Panizza perché oggi Baratter viene messo alla gogna, ma il Presidente Rossi deve venire in aula a dirci se sapeva o meno dell’esistenza di quell’accordo, perché se non sapeva è una cosa gravissima ha concluso.

Manuela Bottamedi (Misto) si è rivolta direttamente a Dorigatti, ricordando che il Presidente definì in una comunicazione ufficiale un “caso istituzionale” la sua uscita dalle file del Patt. “Ora di fronte alla sentenza di un massimo organo della magistratura lei non ha speso mezza riga per commentare oppure dare indicazioni di tutela dell’onorabilità e rispettabilità dell’aula” ha sbottato: “due pesi e due misure anche in questo caso, ha notato amaramente. Dall’altro lato c’è il Presidente Rossi che liquida come “un’ingenuità e leggerezza” una sentenza di corruzione elettorale, che risulta essere un reato. E’ normale tutto questo? E’ normale che la Cooperazione, che sta in piedi grazie a benefit provinciali, licenzi in tronco 130 dipendenti? Qui ci vuole uno scatto di recupero di etica e moralità, ha concluso”.

Pubblicità
Pubblicità

Se oggi in Trentino si parla di corruzione elettorale è anche grazie al Movimento 5 Stelle ha notato Filippo Degasperi che ha invitato a dare merito di questo al proprio movimento e in particolare al deputato Riccardo Fraccaro. Se è vero che sull’accordo elettorale di Baratter la magistratura si è espressa in primo grado, il consigliere 5 Stelle ha chiesto che i tempi della politica siano più rapidi: “la politica deve prendere atto di quanto accaduto perché la campagna elettorale del 2013 è stata inquinata da una corruzione autoctona del nostro territorio”.

Marino Simoni (Progetto Trentino) ha definito “estremamente preoccupanti” gli aspetti che riguardano il caso Baratter. Tuttavia dobbiamo ragionare sulle azioni e non sulle persone, ha aggiunto il consigliere: non può essere l’aula a dare queste risposte, ci sono gli strumenti e le istituzioni titolate a questo: sarebbe opportuno un passaggio in Giunta delle Elezioni, ha osservato Simoni che ha ringraziato Fugatti per avere menzionato il caso Grisenti.

Rodolfo Borga (Civica Trentina) ha notato che casi come questi sono analoghi ad altri e se c’è una cosa che rivendichiamo è quella di non mutare atteggiamenti a seconda della convenienza politica. Tre sono gli aspetti da considerare: una questione giudiziaria che non spetta a noi sindacare; una questione personale e famigliare e una questione politica, che è quella che riguarda l’aula. Sarebbe riduttivo a suo avviso addossare le colpe ad un singolo consigliere: qui c’è in ballo l’intera maggioranza: “noi non chiediamo nulla”, ha concluso, “se non che la maggioranza nel suo complesso si faccia carico di questa vicenda”.

Il consigliere Walter Kaswalder (Misto) ha richiamato il proprio caso personale, ovvero l’espulsione, dopo 45 anni di militanza, dal gruppo provinciale e regionale del Patt, fatta “con incredibile leggerezza istituzionale e mancanza di rispetto e disprezzo dei probiviri che non sono stati nemmeno avvisati”. Sul caso Baratter ha aggiunto che nel 2013 era Presidente del Patt e non era a conoscenza di questo accordo, però le voci che giravano erano che già ci fosse un orientamento su chi sarebbe stato l’assessore alla cultura: “qualcuno in alto nel partito ne era dunque sicuramente a conoscenza”, ha detto. Kaswalder ha infine chiesto scusa ai propri elettori che certo “non meritano questo fango”.

Questa è la legislatura più travagliata che ho vissuto”, ha esordito Nerio Giovanazzi (Amministrare il Trentino): le istituzioni devono avere l’autorevolezza per mandare messaggi credibili alla comunità. Non possiamo confonderci con chi fa del populismo, ha proseguito, qui c’è bisogno di fare una riflessione a fronte di una situazione molto critica. Baratter ha peccato a suo avviso di grande superficialità, alla quale ha aggiunto dell’ironia, sbagliando profondamente e mettendo in ridicolo le istituzioni.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento4 ore fa

Scuola, stop all’obbligo di indossare le mascherine per personale e alunni

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

“Quello che possiamo imparare in Africa”: Cavareno incontra don Dante Carraro

Trento4 ore fa

Sanità trentina: 4,5 milioni di euro per abbassare le liste di attesa

Valsugana e Primiero6 ore fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura6 ore fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento8 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento8 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra8 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion10 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero10 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro11 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina11 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento2 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Trento1 giorno fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento1 giorno fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Trento2 giorni fa

Grosso incendio presso la discarica Podetti. In azione decine di vigili del fuoco

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Lavarone: anche oggi si cerca senza sosta il corpo di Willy

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

eventi3 giorni fa

Miss Italia: ad Andalo vince la 18 enne Isabel Vincenzi

Trento3 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

fashion10 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero1 giorno fa

29 enne austriaca rifiuta un’eredità di 4 miliardi di euro

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza