Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

«Orge gay e prostituzione con i soldi degli italiani, bufera sull’Unar: si dimette il direttore Spano

Pubblicato

-

Il direttore di UNAR (ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) ha dato le dimissioni ieri sera dopo il clamoroso servizio delle Iene dove sono state documentate orge e sesso a pagamento nei circoli legati ad associazioni gay finanziate dall’Unar con i soldi del ministero italiano.

Sul tavolo un finanziamento da 55mila euro finito (denari pubblici) all’associazione cui fanno riferimento i circoli in cui si organizzano orge gay con casi acclarati di prostituzione. Ma questa cifra potrebbe solo essere l’inizio.

Ci sarebbe anche la possibilità che lo stesso direttore dell’Unar – Francesco Spano – sia collegato ad una di essa. Durante il sopralluogo, l’inviato delle iene Filippo Roma ha parlato con molti clienti del circolo che hanno ammesso di come all’interno ci siano “dark room” per il sesso libero e soprattutto che si effettuino massaggi con “servizi extra” a pagamento. Insomma, prostituzione. “Tra i suoi cosiddetti iCentri Ascolto e Antiviolenza – afferma Provita – trovamo ad esempio la sede affiliata Macholato a Napoli, che comprende i sex box e le dark room. Oppure il Circolo Bunker a Roma, presentato come “il più grande sex club di Roma”, che offre anche i “glory holes” menzionati dal “Le Iene” e una red zone sotterranea”.

Pubblicità
Pubblicità

L’accusa rivolta contro Spano, dimissionario di fronte a Maria Elena Boschi, è quella di essere legato in qualche modo all’Anddos, uno dei circoli dove di organizzavano festini gay a base di sesso e prostituzione.

Duro l’attacco di Massimo Gandolfini, presidente del Comitato promotore del Family day: “Finalmente qualcuno ha avuto il coraggio di sollevare il velo di omertà ed ipocrisia che copre il mondo della prostituzione gay: il servizio de Le Iene ha fotografato una realtà che denunciamo da tempo, ma che il politicamente corretto si ostina a negare. Non ci è nota l’associazione in causa ma non è certamente l’unica che travestendosi di scopi culturali per pagare meno tasse persegue scopi ignobili. Tutto ciò è aggravato dal silenzio delle Istituzioni: sono passati 14 giorni dall’inchiesta e il Dipartimento delle Pari Opportunità tace”.

Anche la politica non si è fatta attendere. Giorgia Meloni – attraverso le pagine del Giornale –  in mattinata ha rilanciato l’inchiesta de Le Iene ricordando che lo stesso Unar un anno fa la “censurò” invitandola a cambiare i toni con cui parla di immigrazione. Carlo Giovanardi chiede di bloccare immediatamente i finanziamenti a chi fa “prostituzione e aberrazioni sessuali”.

Pubblicità
Pubblicità

Maurizio Gasparri invita il governo a prendere le distanze dall’Unar e chiede la “testa” del direttore. Lega e M5S, invece, hanno già annunciato interrogazioni parlamentari. In particolare i leghisti chiedono “chiarezza sui costi e sulle spese dell’Unar, dal 2011 ad oggi” e “l’immediata chiusura” dell’Ente.

Intanto il Codacons ha presentato questa mattina un esposto alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica di Roma, in cui si chiede di aprire un’indagine sull’utilizzo dei fondi pubblici da parte dell’Unar: “Se il servizio delle Iene trovasse rispondenza alla realtà – scrive il Codacons – si solleverebbero dubbi non solo sullo spreco di denaro pubblico ma sull’illecito utilizzo dello stesso e dunque sul grave danno alla P.A. e a tutta la collettività, oltre a gettare una luce inquietante su tutta l’azione dell’Unar, ritenendosi pertanto indispensabile, necessario e doveroso che le autorità adite svolgano tutte le indagini volte a stabilire come siano stati assegnati i finanziamenti, sulla base di quali criteri e come siano stati effettivamente investiti”.

Qui è possibile vedere il video inchiesta delle iene

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza